Siti del circuito Teknoring


La Community degli Ingegneri Italiani · Supplemento di Tecnici.it - Quotidiano di informazione scientifica e tecnica - ISSN 2284-0109 - Anno 7 n° 338 del 01/10/2014
Cerca
  • feed
  • Commenti 773
  • tweeter2.338
  • facebook 47.863
  • 166.693 utenti registrati
  homepage/ / / Brennero: nel 2011 parte la costruzione del tunnel

Brennero: nel 2011 parte la costruzione del tunnel

Lo assicura il governatore altoatesino Luis Durnwalder. I primi lavori riguarderanno un cantiere a Innsbruck verso l'Italia e uno a Fortezza verso l'Austria

Di
Pubblicato sul Canale trasporti il 05 novembre 2010

La Galleria di base del Brennero, lunga 55 chilometri, non è solo lo snodo fondamentale per la realizzazione del Corridoio 1, l’asse che, attraversando verticalmente l’Italia, collegherà Palermo a Berlino, ma servirà a potenziare su rotaia il Corridoio del Brennero, il collegamento Nord-Sud - tra Verona e Monaco di Baviera - più utilizzato per il trasporto di merci. L’obiettivo è decongestionare l’A22, riducendo al massimo il trasporto su gomma a favore di quello su rotaia, più ecologico. A pieno regime, attraverso il tunnel dovrebbero transitare 400 treni al giorno, 320 i merci, con una velocità fino a 220 chilometri all’ora.

Nei giorni scorsi il governatore altoatesino Luis Durnwalder ha rassicurato la Giunta provinciale di Bolzano in merito all’inizio dei lavori, previsto per il 2011, in base alle informazioni ricevute dal versante austriaco sul programma di costruzione del tunnel di base del Brennero. I cantieri ad oggi operativi in Alto Adige sono infatti due: da giugno 2008 una fresa scava da Aica in direzione nord e, dopo 10,5 chilometri, il cosiddetto cunicolo esplorativo Aica-Mules incrocerà la finestra di Mules di 1,8 chilometri di lunghezza, il cui scavo in tradizionale è stato avviato anch'esso nel 2008.

Ma, come ha garantito Durnwalder, a inizio 2011 sono previsti i bandi di gara per gli appalti e nel corso dell'anno inizierà la costruzione del tunnel principale tra Fortezza e Innsbruck. I lavori per il tunnel del Brennero non si interrompono, quindi, e contestualmente si darà inizio alla costruzione della tratta di accesso Ponte Gardena-Fortezza.

Nello specifico, il programma Bbt prevede fino al 2015 un avanzamento su due fronti: da Innsbruck in direzione della Ahrental e da Fortezza verso Trens. Dal 2016 verranno poi accelerati i lavori di scavo dalla zona centrale della galleria, all'altezza di Mules. La conclusione dei lavori è prevista nel 2022-2023 e l'entrata in esercizio nel 2025.

Nel suo complesso, la Galleria di base del Brennero è composta da due canne che ogni 333 metri vengono collegate tra di loro. In ogni canna si trova un binario ferroviario su cui circoleranno prevalentemente treni merci in un’unica direzione. La galleria ha una lunghezza di 55 chilometri e sarà collegata a sud di Innsbruck con l’esistente circonvallazione sotterranea per una lunghezza complessiva di 62,7 chilometri. Galleria e circonvallazione rappresentano insieme la tratta ferroviaria sotterranea più lunga del mondo.

Prima delle stazioni di Fortezza e di Innsbruck le canne fuoriescono dall’ammasso roccioso permettendo ai treni di entrare nelle stazioni. Sotto il valico del Brennero, che con un’altitudine di 1.371 metri è il valico alpino più basso, si sviluppa la galleria, a una profondità di circa 794 metri. La pendenza longitudinale della circonvallazione di Innsbruck e della Galleria di base è pari a circa il 6,7%.

Tra le due gallerie principali, e a una profondità di 12 metri, si trova il cunicolo esplorativo, in prossimità dell’abitato di Fortezza. Ai fini della prospezione dell’ammasso roccioso, alcune parti di questo cunicolo verranno realizzate prima della costruzione delle gallerie principali, per avere maggiori informazioni utili alla costruzione della galleria principale. In questo modo è possibile ridurre il rischio di costruzione e ottimizzare sia costi che tempi di costruzione.

Fino al 2015, il progetto potrà contare su un finanziamento di circa 2,2 miliardi di euro, dei quali circa 800 milioni garantiti dall'Ue e il resto coperto da Italia e Austria per il 50% ciascuna. La relazione intermedia della Commissione europea sui progetti ha dunque garantito i fondi per il tunnel, mentre una sorte diversa è toccata a un’altra opera che due anni fa aveva ottenuto 58,8 milioni di euro dall’Ue.

L’esecutivo europeo ha infatti deciso di tagliare i finanziamenti alle opere per l’accesso da sud alla galleria del Brennero tra Fortezza e Verona, alle quali sono stati decurtati 12,8 milioni di euro, giudicando insufficienti i progressi nei lavori. La Commissione non è infatti contenta dei risultati raggiunti finora e, in particolare, ha puntato il dito sui ritardi accumulati riguardo alla presentazione del progetto definitivo.

di O.O.


Photo Gallery



Articoli consigliati

  • Software più scaricati

Google+
News In Evidenza