La prevenzione incendi tra responsabilità civile e responsabilità penale | Ingegneri.info

La prevenzione incendi tra responsabilità civile e responsabilità penale

La prevenzione incendi tra responsabilità civile e responsabilità penale

L’individuazione delle responsabilità degli addetti al settore della prevenzione incendi non sempre è agevole, a causa della pluralità dei soggetti coinvolti nello stesso contesto e delle relative competenze.
Si prenda, ad esempio, il caso, presente nel dossier da scaricare, della gestione della sicurezza negli istituti scolastici, uno dei tanti affrontati dai giudici penali della Cassazione.

Nel decidere, i giudici hanno tenuto distinto le misure di tipo “strutturale ed impiantistico” dagli adempimenti di tipo gestionali e organizzativi.

I primi di competenza dell’ente locale proprietario dell’immobile e titolare del potere di spesa necessario per adottare le misure necessarie. I secondi, invece, di competenza dell’amministrazione scolastica.
Questa distinzione si è resa necessaria per capire di chi fosse la responsabilità di un incendio occorso all’interno dell’edificio scolastico e se questa fosse imputabile al dirigente responsabile dell’area tecnica e manutentiva del comune o in capo all’amministrazione scolastica, considerando che gli estintori non erano stati sottoposti alla verifica periodica e che l’impianto idrico non era funzionante.

Il D.Lgs. n. 81 del 2008, art. 18, comma 3 prevede che gli obblighi relativi agli interventi strutturali e di manutenzione necessari per assicurare, ai sensi della stessa normativa, la sicurezza dei locali e degli edifici assegnati in uso a pubbliche amministrazioni o a pubblici uffici, ivi comprese le istituzioni scolastiche ed educative, restano a carico dell’amministrazione tenuta, per effetto di norme o convenzioni, alla loro fornitura e manutenzione. In tale caso gli obblighi previsti, relativamente ai predetti interventi, si intendono assolti, da parte dei dirigenti o funzionari preposti agli uffici interessati, con la richiesta del loro adempimento all’amministrazione competente o al soggetto che ne ha l’obbligo giuridico.

Nel caso di specie, il Tribunale ha concluso per la responsabilità dell’imputato, quale dirigente responsabile dell’area tecnica e manutentiva dell’ente locale, titolare, del resto, del potere di spesa necessario per adottare le misure dovute.

Categoria

Scarica il file



Potrebbero interessarti
La prevenzione incendi tra responsabilità civile e responsabilità penale

Ingegneri.info