Il Piano Urbanistico di Milano (PGT 2012) | Ingegneri.info

Il Piano Urbanistico di Milano (PGT 2012)

Il Piano Urbanistico di Milano (PGT 2012)

Il Piano di Governo del Territorio di Milano (PGT), deliberato dal Consiglio comunale di Milano  il 22 maggio 2012 e il cui avviso di conclusione del procedimento è stato pubblicato sul Bollettino della Regione Lombardia il 21 novembre 2012, diventa operativo alla vigilia di alcuni appuntamenti fondamentali per il nostro Paese: la presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea (luglio – dicembre 2014) e l’EXPO 2015 a cui è attesa la presenza di 132 Nazioni.
Nessuno può dubitare che una leader territoriale deve poter governare la sua conurbazione. Quella di Milano è la quinta in Europa dopo Mosca Londra Parigi e Madrid (OCSE), davanti a concorrenti dirette come Barcellona Stoccarda e Lione.

Il Piano di Governo del Territorio del comune di Milano rinnova strategie e contenuti della pianificazione milanese, promuovendo uno sviluppo urbano più equo e sostenibile nell’ambito di una regia pubblica ispirata al conseguimento dell’interesse generale.

L’obiettivo del piano è quello di confrontarsi con i mutamenti in corso nel mercato immobiliare e nella società civile trovando un nuovo bilanciamento tra tutele, interventi di trasformazione e di cura e rigenerazione delle città esistente, attraverso regole chiare, applicate in modo omogeneo tra parti di città riconoscibili.

Il PGT mette al centro la città pubblica e promuove un approccio differenziato, in grado di rispettare i diversi tessuti sia fisici che sociali di Milano e “mettere ordine” alle situazioni complesse ereditate, riconoscendo anche una prospettiva di regione urbana milanese dove praticare politiche integrate di natura infrastrutturale, ambientale ed insediativa.

Un aspetto caratterizzante il nuovo piano è costituito dal potenziamento della residenza sociale, per rispondere ad una domanda urgente di case a prezzi accessibili dopo decenni di sostegno alla crescita immobiliare e finanziaria.

Un secondo aspetto rilevante è rappresentato dal rafforzamento delle dotazioni pubbliche della città, anche attraverso il contributo delle trasformazioni private e dal progetto di un disegno condiviso per territori di alto profilo ecologico, come il Parco Agricolo Sud Milano e il Parco Media Valle Lambro.

Un terzo ma non ultimo aspetto è la costruzione di un modello di sviluppo urbano nuovo e meno dissipativo di risorse ambientali ed energetiche.

Il Collegio degli Ingegneri e degli Architetti di Milano ha concepito la pubblicazione di questa opera, trovando in Wolters Kluwer Italia il partner capace di svilupparla con Autori qualificati e di renderla disponibile gratuitamente, sotto il patrocinio di Comune di Milano, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano e Ordine degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano.

L’eBook offre una lettura critica interpretativa del contesto normativo in cui si colloca la genesi del PGT ed illustra in dettaglio i contenuti e i dispositivi regolativi dei tre strumenti che lo compongono (Documento di Piano, Piano delle Regole e Piano dei Servizi), con numerosi link ai testi integrali, alle cartografie e agli allegati, nonché fornisce un quadro esaustivo del percorso che ha portato all’approvazione del piano nel processo di attuazione della legge regionale 12/2005.

Categoria
Autore Andrea Arcidiacono, Paolo Galuzzi, Laura Pogliani, Gianluigi Rota, Elena Solero, Piergiorgio Vitillo. Coordinamento: Clara Rognoni Valeriani e Gianluigi Rota
Sito Web http://shop.wki.it

Scarica il file



Potrebbero interessarti
Il Piano Urbanistico di Milano (PGT 2012)

Ingegneri.info