IngForum il forum di Ingegneri.info
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /home/prod.ingegneri.info/public_html/wp-content/themes/teknoring/tk-posts/taxonomy.php on line 210: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given
Visita le sezioni:

Oggi è giovedì 21 giugno 2018, 13:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 1:47 
Non connesso

Iscritto il: martedì 20 febbraio 2018, 19:28
Messaggi: 11
Credevo di avere acquisito una formazione sufficiente ad affrontare con serenità il mondo del lavoro. Invece vivo in una condizione di grande incertezza professionale :(

Ho da poco festeggiato i 32 anni. Mi sono laureato 3 anni fa in Ing. Energetica, voto discreto (105) ma qualche anno fuoricorso perchè ho "lavorato" in una azienda di componentistica idraulica (occupandomi principalmente di verifiche, collaudi, eccetera) ma senza un vero e proprio ...ehm...inquadramento economico.
Dopo la laurea ho iniziato a lavorare in uno studio di architettura di paese, conosciuto grazie ad un amico di famiglia. Piccolo studio, con pochi lavori, molto semplici, con cui collaboro saltuariamente. Pseudo-occupazione che mi garantisce poco sul piano economico (mediamente 5-600€ al mese) e nulla sul piano formativo.
Ovviamente, nel frattempo, ho inviato centinaia di curriculum per offerte di tutti i tipi, naturalmente selezionandole, verificando la corrispondenza con le mie competenze, modificando il CV in base alle richieste,scrivendo specifiche lettere di presentazione.....
Esiti di queste candidature: nessun colloquio in tre anni. Al massimo qualche email di risposta negativa preconfezionata.
Ho fatto controllare il mio curriculum agli "esperti" di varie agenzie interinali. Nessun problema, nessun errore, nessuna anomalia. Anzi lo ritengono interessante per le mie conoscenze linguistiche e l'esperienza erasmus all'estero. Però questo interessamento non si è mai tradotto in qualcosa di più. Al massimo 5-6 telefonate informativa. Tutto lì.
Credo di essere l'unico disoccupato della mia università (Polit. Torino).

Cosa fare? :sad:
Continuo a cercare una occupazione...ma di che tipo? Per neolaureati, nonostante la mia età? Per candidati con esperienza anche se quella che ho è ben poco qualificata?
Prendo quanche attestato, qualifica, diploma?
Strappo lauree ed esame di stato?


Piccolo aneddoto
:biggrin:
A Novembre dei miei parenti mi informano dell'apertura di nuovo stabilimento agroalimentare in zona. Mi candido per un'offerta per neolaureati in ambito controllo qualità. Ok. Non sono proprio neolaureato ma ho discrete competenze sull'argomento (tra cui la tesi), oltre a possedere tutti gli altri requisiti indicati. Nessuna risposta. Vabbè.
La figlia di questi cugini, invece, è più convincente di me e viene assunta. A quanto pare proprio nel reparto controllo qualità. Non so con che mansioni, con che contratto, se stage o altro... So che dovrà frequentare un corso di formazione organizzato dall'azienda per acquisire le competenze di base richieste.
Perché lei, in fondo, è laureata in filosofia :arg:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 10:13 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1354
nonnetto ha scritto:
Credevo di avere acquisito una formazione sufficiente ad affrontare con serenità il mondo del lavoro. Invece vivo in una condizione di grande incertezza professionale :(

Ho da poco festeggiato i 32 anni. Mi sono laureato 3 anni fa in Ing. Energetica, voto discreto (105) ma qualche anno fuoricorso perchè ho "lavorato" in una azienda di componentistica idraulica (occupandomi principalmente di verifiche, collaudi, eccetera) ma senza un vero e proprio ...ehm...inquadramento economico.
Dopo la laurea ho iniziato a lavorare in uno studio di architettura di paese, conosciuto grazie ad un amico di famiglia. Piccolo studio, con pochi lavori, molto semplici, con cui collaboro saltuariamente. Pseudo-occupazione che mi garantisce poco sul piano economico (mediamente 5-600€ al mese) e nulla sul piano formativo.
Ovviamente, nel frattempo, ho inviato centinaia di curriculum per offerte di tutti i tipi, naturalmente selezionandole, verificando la corrispondenza con le mie competenze, modificando il CV in base alle richieste,scrivendo specifiche lettere di presentazione.....
Esiti di queste candidature: nessun colloquio in tre anni. Al massimo qualche email di risposta negativa preconfezionata.
Ho fatto controllare il mio curriculum agli "esperti" di varie agenzie interinali. Nessun problema, nessun errore, nessuna anomalia. Anzi lo ritengono interessante per le mie conoscenze linguistiche e l'esperienza erasmus all'estero. Però questo interessamento non si è mai tradotto in qualcosa di più. Al massimo 5-6 telefonate informativa. Tutto lì.
Credo di essere l'unico disoccupato della mia università (Polit. Torino).

Cosa fare? :sad:
Continuo a cercare una occupazione...ma di che tipo? Per neolaureati, nonostante la mia età? Per candidati con esperienza anche se quella che ho è ben poco qualificata?
Prendo quanche attestato, qualifica, diploma?
Strappo lauree ed esame di stato?


Piccolo aneddoto
:biggrin:
A Novembre dei miei parenti mi informano dell'apertura di nuovo stabilimento agroalimentare in zona. Mi candido per un'offerta per neolaureati in ambito controllo qualità. Ok. Non sono proprio neolaureato ma ho discrete competenze sull'argomento (tra cui la tesi), oltre a possedere tutti gli altri requisiti indicati. Nessuna risposta. Vabbè.
La figlia di questi cugini, invece, è più convincente di me e viene assunta. A quanto pare proprio nel reparto controllo qualità. Non so con che mansioni, con che contratto, se stage o altro... So che dovrà frequentare un corso di formazione organizzato dall'azienda per acquisire le competenze di base richieste.
Perché lei, in fondo, è laureata in filosofia :arg:

Qualcosa non mi tornas.Tis ei laureato fori corso perchè hai lavorato.Cosa facevi?? e perchè hai trascurato gli studi per lavorare senza compenso economico?Sei masochista o ci sono altri motivi??
Dove stai cercando lavoro??Secondo me ti sei laureato a Torino ma cerchi vicino casa (sei del sud??).Cambia zona
Purtroppo sei over 29 e subisci la concorrenza di chi, più giovane di te può essere assunto come apprendista.ù
Comunque stai lavorando, e una piccola esperienza in tre anni te la sei fatta.Continua a cercare.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 11:11 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 353
tippgirl ha scritto:
nonnetto ha scritto:
Credevo di avere acquisito una formazione sufficiente ad affrontare con serenità il mondo del lavoro. Invece vivo in una condizione di grande incertezza professionale :(

Ho da poco festeggiato i 32 anni. Mi sono laureato 3 anni fa in Ing. Energetica, voto discreto (105) ma qualche anno fuoricorso perchè ho "lavorato" in una azienda di componentistica idraulica (occupandomi principalmente di verifiche, collaudi, eccetera) ma senza un vero e proprio ...ehm...inquadramento economico.
Dopo la laurea ho iniziato a lavorare in uno studio di architettura di paese, conosciuto grazie ad un amico di famiglia. Piccolo studio, con pochi lavori, molto semplici, con cui collaboro saltuariamente. Pseudo-occupazione che mi garantisce poco sul piano economico (mediamente 5-600€ al mese) e nulla sul piano formativo.
Ovviamente, nel frattempo, ho inviato centinaia di curriculum per offerte di tutti i tipi, naturalmente selezionandole, verificando la corrispondenza con le mie competenze, modificando il CV in base alle richieste,scrivendo specifiche lettere di presentazione.....
Esiti di queste candidature: nessun colloquio in tre anni. Al massimo qualche email di risposta negativa preconfezionata.
Ho fatto controllare il mio curriculum agli "esperti" di varie agenzie interinali. Nessun problema, nessun errore, nessuna anomalia. Anzi lo ritengono interessante per le mie conoscenze linguistiche e l'esperienza erasmus all'estero. Però questo interessamento non si è mai tradotto in qualcosa di più. Al massimo 5-6 telefonate informativa. Tutto lì.
Credo di essere l'unico disoccupato della mia università (Polit. Torino).

Cosa fare? :sad:
Continuo a cercare una occupazione...ma di che tipo? Per neolaureati, nonostante la mia età? Per candidati con esperienza anche se quella che ho è ben poco qualificata?
Prendo quanche attestato, qualifica, diploma?
Strappo lauree ed esame di stato?


Piccolo aneddoto
:biggrin:
A Novembre dei miei parenti mi informano dell'apertura di nuovo stabilimento agroalimentare in zona. Mi candido per un'offerta per neolaureati in ambito controllo qualità. Ok. Non sono proprio neolaureato ma ho discrete competenze sull'argomento (tra cui la tesi), oltre a possedere tutti gli altri requisiti indicati. Nessuna risposta. Vabbè.
La figlia di questi cugini, invece, è più convincente di me e viene assunta. A quanto pare proprio nel reparto controllo qualità. Non so con che mansioni, con che contratto, se stage o altro... So che dovrà frequentare un corso di formazione organizzato dall'azienda per acquisire le competenze di base richieste.
Perché lei, in fondo, è laureata in filosofia :arg:

Qualcosa non mi tornas.Tis ei laureato fori corso perchè hai lavorato.Cosa facevi?? e perchè hai trascurato gli studi per lavorare senza compenso economico?Sei masochista o ci sono altri motivi??
Dove stai cercando lavoro??Secondo me ti sei laureato a Torino ma cerchi vicino casa (sei del sud??).Cambia zona
Purtroppo sei over 29 e subisci la concorrenza di chi, più giovane di te può essere assunto come apprendista.ù
Comunque stai lavorando, e una piccola esperienza in tre anni te la sei fatta.Continua a cercare.

io ad alcuni stento a credere sinceramente...voglio dire. é uscito dal polito con 105 in ingegneria energetica ed è a spasso? mah fosse un civile potrei capire...poi dopo ben 3 anni dalla laurea.
Se andava all'estero con una laurea in ingegneria energetica aveva il lavoro dopo 3-4 mesi.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 11:42 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1354
731086 ha scritto:

io ad alcuni stento a credere sinceramente...voglio dire. é uscito dal polito con 105 in ingegneria energetica ed è a spasso? mah fosse un civile potrei capire...poi dopo ben 3 anni dalla laurea.
Se andava all'estero con una laurea in ingegneria energetica aveva il lavoro dopo 3-4 mesi.

Io ci credo invece.Non ci dice dove sta cercando: ma parla di paesello.
Potrebbe essere un paesello in Puglia o in Molise ,per dire.
E disoccupato da tre anni ci sta eccome.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 19:09 
Non connesso

Iscritto il: martedì 20 febbraio 2018, 19:28
Messaggi: 11
tippgirl ha indovinato.
Stento anche io a credere a questa mia condizione. Leggo in continuazione le elevatissime percentuali di occupati per la mia università. 90% di occupati in 6 mesi di qua, 90% di là....e sono l'unico str*zo ancora disoccupato :sad:

Ciò che non riesco a capire è la mancanza di colloqui.
Magari sono incompetente, non so parlare, meno preparato di altri, non sono convincente a sufficienza, puzzo, sono brutto,
Ma perché vengo scartato già all'invio del curriculum.
Vorrei almeno avere la possibilità di giocarmi le mie carte. Niente.


Comunque, non ho lavorato gratis. Era un'avventura iniziata come stage universitario, poi prolungata sotto varie forme...tirocinio, controtirocinio, semistage,ecc., con varie interruzioni formali

Andare all'estero è una cosa a cui penso spesso. Ma significa rompere i rapporti affettivi, inclusa la mia ragazza. Lei insegna, in Italia può trasferirsi facilmente (soprattutto verso nord)...ma all'estero?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 19:33 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 353
Ma se passi a meccanica dando quei pochi esami integrativi?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 21:04 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1354
nonnetto ha scritto:
tippgirl ha indovinato.
Stento anche io a credere a questa mia condizione. Leggo in continuazione le elevatissime percentuali di occupati per la mia università. 90% di occupati in 6 mesi di qua, 90% di là....e sono l'unico str*zo ancora disoccupato :sad:

Ciò che non riesco a capire è la mancanza di colloqui.
Magari sono incompetente, non so parlare, meno preparato di altri, non sono convincente a sufficienza, puzzo, sono brutto,
Ma perché vengo scartato già all'invio del curriculum.
Vorrei almeno avere la possibilità di giocarmi le mie carte. Niente.


Comunque, non ho lavorato gratis. Era un'avventura iniziata come stage universitario, poi prolungata sotto varie forme...tirocinio, controtirocinio, semistage,ecc., con varie interruzioni formali

Andare all'estero è una cosa a cui penso spesso. Ma significa rompere i rapporti affettivi, inclusa la mia ragazza. Lei insegna, in Italia può trasferirsi facilmente (soprattutto verso nord)...ma all'estero?
ma dove cerchi lavoro??dove risiedi?i laureati al polito hanno 90% di occupazione perché lavorano IB Lombardia e piemonte...ma se tu mandi cv da Firenze in giù (intendo con residenza da Firenze in giù) non to fila nessuno


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 21:06 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 353
tippgirl ha scritto:
731086 ha scritto:
Ma se passi a meccanica dando quei pochi esami integrativi?

Guarda che con meccanica non ti si aprono tutte le porte magicamente. Il nostro amico "paga" il ritardo negli studi ma,sicuramente, anche la provenienza geografica.sono sicura che non è di Milano,e manco di bologna

ma io dico che senso ha laurearsi al nord se poi si cerca al sud?...allora è meglio laurearsi al sud e cercare al nord...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 21:08 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1354
731086 ha scritto:
Ma se passi a meccanica dando quei pochi esami integrativi?

Guarda che con meccanica non ti si aprono tutte le porte magicamente. Il nostro amico "paga" il ritardo negli studi ma,sicuramente, anche la provenienza geografica.sono sicura che non è di Milano,e manco di bologna


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 22:04 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 353
qua ci vuole berlusca :wink:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010