IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 10 agosto 2020, 14:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: scuola o azienda?
MessaggioInviato: mercoledì 6 marzo 2019, 15:38 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 975
Cita:
nella scuola che rischi vuoi correre? le possibilità di carriera sono limitate


Appunto, stai confrontando la classica situazione "basso rischio, soldi pochi ma sicuri, poche opportunità" con una situazione in cui potrebbe accadere di tutto. Di fatto fra 10 anni a scuola il tuo reddito sarà sempre uguale, in azienda potrebbe moltiplicarsi, ma ovviamente al crescere di rischi e responsabilità.
Se credi solo nella "abnegazione al padrone" :roll: e tutto quello che ti interessa è un lavoro ragionevolmente sicuro e pagato, chiaro che fare l'eterno professore a 1500€ è meglio che fare l'eterno impiegato a 1500€, almeno lavori di meno e hai ore per altre attività.
Ma non puoi pretendere che si paghino gli impiegati il doppio dei professori :idea:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: scuola o azienda?
MessaggioInviato: domenica 10 marzo 2019, 12:00 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 giugno 2014, 19:12
Messaggi: 238
antonio_el. ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
Quali possibilità di carriera hai nella scuola? Quali rischi corri?


nella scuola che rischi vuoi correre? le possibilità di carriera sono limitate a meno di nn diventare dirigente (ex preside)

il proposito del thread era proprio questo: capire se nel privato vada meglio...

ma mi pare che le possibilità di carriera siano limitate pure nel privato, la carriera resta solo un'illusione e se ci si riesce non è per meriti o bravura ma per abnegazione al padrone....


è solo la mia esperienza o è davvero così?


Per la mia esperienza, se hai un posto pubblico (anche precario ma continuativo) tienitelo e cerca magari di fare qualcos'altro al di fuori per arrotondare.

Tra l'altro ormai gli stipendi nel privato si sono pure abbassati in proporzione, siamo cresciuti con la fiaba che i professori fossero sottopagati (avevo professori che non si stancavano di ribadirlo tra una lezione e l'altra)......ma se poi vai a vedere le ore lavorate e i ccnl privati allora capisci che non è mica vero.

3000 euro al mese un impiegato? :lol: non li guadagna neanche un quadro (vai a vederti i vari CCNL)

Posso capire che nella scuola di oggi fare il professore sia poco motivante e sia una lotta contro i mulini a vento, ma non pensare che nel privato vada meglio, poi guarda in italia se non sei davvero bravo, la carriera non la fai se non sei raccomandato.
Rimani a scuola, fidati, anzi se vuoi facciamo cambio :arg:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: scuola o azienda?
MessaggioInviato: domenica 10 marzo 2019, 22:06 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 giugno 2006, 20:03
Messaggi: 102
mighty ha scritto:

Tra l'altro ormai gli stipendi nel privato si sono pure abbassati in proporzione, siamo cresciuti con la fiaba che i professori fossero sottopagati (avevo professori che non si stancavano di ribadirlo tra una lezione e l'altra)......ma se poi vai a vedere le ore lavorate e i ccnl privati allora capisci che non è mica vero.

3000 euro al mese un impiegato? :lol: non li guadagna neanche un quadro (vai a vederti i vari CCNL)


infatti vedo che nel privato arrivare a 20€ /ora quanto gaudagna un professore di scuola è una chimera...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: scuola o azienda?
MessaggioInviato: lunedì 11 marzo 2019, 12:58 
Non connesso

Iscritto il: domenica 22 aprile 2018, 14:11
Messaggi: 62
antonio_el. ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
Quali possibilità di carriera hai nella scuola? Quali rischi corri?


nella scuola che rischi vuoi correre? le possibilità di carriera sono limitate a meno di nn diventare dirigente (ex preside)

il proposito del thread era proprio questo: capire se nel privato vada meglio...

ma mi pare che le possibilità di carriera siano limitate pure nel privato, la carriera resta solo un'illusione e se ci si riesce non è per meriti o bravura ma per abnegazione al padrone....


è solo la mia esperienza o è davvero così?


La situazione è talmente variegata che è impossibile dare una risposta. C'è azienda e azienda. Da me i padroni preferiscono starsene a casa a contare i soldi e delegare tutte le responsabilità delegabili, tutti gli incarichi dirigenziali li ricoprono i dipendenti e ci sono posizioni con avanzamento automatico di carriera (per es. l'assistente del responsabile della manutenzione diventa automaticamente responsabile della manutenzione in caso di dimissione o pensionamento di quest'ultimo). Nel privato vale però la regola che l'imprenditore deve guadagnare e quindi non ha convenienza ad assumere un incapace, chi assume un incapace è destinato a perdere soldi o a fallire, mentre un sindacato che piazza i raccomandati nei posti pubblici se ne frega delle loro competenze perchè tanto paga il contribuente...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: scuola o azienda?
MessaggioInviato: lunedì 11 marzo 2019, 13:02 
Non connesso

Iscritto il: domenica 22 aprile 2018, 14:11
Messaggi: 62
antonio_el. ha scritto:
mighty ha scritto:

Tra l'altro ormai gli stipendi nel privato si sono pure abbassati in proporzione, siamo cresciuti con la fiaba che i professori fossero sottopagati (avevo professori che non si stancavano di ribadirlo tra una lezione e l'altra)......ma se poi vai a vedere le ore lavorate e i ccnl privati allora capisci che non è mica vero.

3000 euro al mese un impiegato? :lol: non li guadagna neanche un quadro (vai a vederti i vari CCNL)


infatti vedo che nel privato arrivare a 20€ /ora quanto gaudagna un professore di scuola è una chimera...


Molti operai specializzati superano ampiamente i 20 €/ora lordi. Magari non li supera un impiegato generico, l'impiegato generico è però meno strategico per l'azienda rispetto all'operaio specializzato.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: scuola o azienda?
MessaggioInviato: lunedì 11 marzo 2019, 21:19 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 giugno 2014, 19:12
Messaggi: 238
cicciogatto ha scritto:
Nel privato vale però la regola che l'imprenditore deve guadagnare e quindi non ha convenienza ad assumere un incapace, chi assume un incapace è destinato a perdere soldi o a fallire


Non sono d'accordo. O meglio il discorso è giusto ma ho visto aziende private dove ci sono incapaci perchè raccomandati o "assunti quando la vacca era magra". Questo soprattutto nelle aziende medio-grandi, dove gli sprechi sono tanti, quasi come nel pubblico.

Se mi parli di p.i. invece il discorso torna di più, ma è pur vero che il parente ha sempre la precedenza....poi che sia meno bravo spesso non importa.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it