IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

Iniziare laurea tardi
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=11&t=108893
Pagina 6 di 8

Autore:  tippgirl [ lunedì 18 marzo 2019, 12:34 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

fatima95 ha scritto:
Sì, lo so. Non vivrei a Dublino perché è troppo americanizzato. Sono contrarissima alla sanità privata. Comunque, io credo che, con la flat tax, avremo un casino di nuove start ups e aziende estere. Forse il periodo buio dell'Italia è alla spalle. Medici si cercano gli specializzati. In Germania è facile specializzarsi, ma un chirurgo che conosco, lavora 14 ore al giorno per 3000 euro. Gli ingegneri guadagnano lo stesso, lavorandone solo 8...[

Comunque, ho deciso. O diventerò medico o divento informatica. Capisco di essere stata un po' troppo pessimista. Alla fine, nelle grandi città c'è tanta richiesta e a 1800 ci puoi sempre arrivare. Io non sono tanto interessata al denaro, ma 1200 non sono accettabili, soprattutto per un tecnico. Almeno 1500.

Ma chi ti ha detto che l'Irlanda è americanizzata?? Non mi risulta che la sanità sia privata , e ci ho vissuto alcuni mesi 15 anni fa.All'epoca c'era un bel welfare per le famiglie numerose, stipendi pagati ogni 15 giorni, boh..si, nel 2010 rischiava la bancarotta ma mi sembra ne sia uscita indenne.Forse sono cambaite le cose ultimamente? :roll: :roll:
Francamente sono quasi sicura ceh la flat tax, come intendi tu non si farà.
Credo che, le cose,saranno come sono per almeno altri 15-20 anni.Ti conveien ragionare sulla situazoen attuale.
Fai quello che ti interessa di più.
Poi vabbè..io ho un'amica chirurgo...le 14 ore di filate le fa solo quando deve fare le notti, per il resto ha un orario più o meno "da ufficio" .
Non so, viviamo in un mondo diverso...

Autore:  cicciogatto [ lunedì 18 marzo 2019, 12:45 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

fatima95 ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
Cita:
io a Londra ci andrei eccome, ma stanno facendo la brexit


C'è Dublino! Amsterdam! Berlino! :arg:

(sia per ingegneri sia, SOPRATTUTTO, per medici...)



Sì, lo so. Non vivrei a Dublino perché è troppo americanizzato. Sono contrarissima alla sanità privata. Comunque, io credo che, con la flat tax, avremo un casino di nuove start ups e aziende estere. Forse il periodo buio dell'Italia è alla spalle. Medici si cercano gli specializzati. In Germania è facile specializzarsi, ma un chirurgo che conosco, lavora 14 ore al giorno per 3000 euro. Gli ingegneri guadagnano lo stesso, lavorandone solo 8...


Il Governo ha preso la strada giusta... la rivoluzione per me non la farà la flat tax ma questa legge:

http://www.askanews.it/video/2018/11/15/pernigottidi-maio-entro-anno-legge-che-lega-marchi-a-territorio-20181115_video_13345147/

cmq per me il vero nazionalista non è Salvini ma Di Maio, infatti ho votato 5 stelle anche se provengo dall'ex Movimento Sociale Italiano. La Meloni non mi convince.

Autore:  elektronmrk [ lunedì 18 marzo 2019, 21:48 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

Pure gli ingegneri Grillini...ossignur

Autore:  salvatorebennardo [ lunedì 18 marzo 2019, 21:53 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

non vedo cosa ci sia di strano,
stante il fatto che abbiamo in pugno il ministero.

Autore:  elektronmrk [ lunedì 18 marzo 2019, 21:58 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

Siamo OT...ma Toninelli in pugno non c'ha neppure..., e mi taccio che c'è tippgirl che è una signora :mrgreen:

Autore:  salvatorebennardo [ lunedì 18 marzo 2019, 22:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

verò, in effetti, in pugno ce là sua moglie...

Autore:  fatima95 [ sabato 23 marzo 2019, 3:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

Sì, lo so. Non vivrei a Dublino perché è troppo americanizzato. Sono contrarissima alla sanità privata. Comunque, io credo che, con la flat tax, avremo un casino di nuove start ups e aziende estere. Forse il periodo buio dell'Italia è alla spalle. Medici si cercano gli specializzati. In Germania è facile specializzarsi, ma un chirurgo che conosco, lavora 14 ore al giorno per 3000 euro. Gli ingegneri guadagnano lo stesso, lavorandone solo 8...[/quote]

Il Governo ha preso la strada giusta... la rivoluzione per me non la farà la flat tax ma questa legge:

http://www.askanews.it/video/2018/11/15/pernigottidi-maio-entro-anno-legge-che-lega-marchi-a-territorio-20181115_video_13345147/

cmq per me il vero nazionalista non è Salvini ma Di Maio, infatti ho votato 5 stelle anche se provengo dall'ex Movimento Sociale Italiano. La Meloni non mi convince.[/quote]


Anche io voto 5 stelle. Sono i migliori. Da donna lesbica e di buon senso, sicuro non vado a votare un partito di X.X :D

Autore:  fatima95 [ sabato 23 marzo 2019, 3:53 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

tippgirl ha scritto:
fatima95 ha scritto:
Sì, lo so. Non vivrei a Dublino perché è troppo americanizzato. Sono contrarissima alla sanità privata. Comunque, io credo che, con la flat tax, avremo un casino di nuove start ups e aziende estere. Forse il periodo buio dell'Italia è alla spalle. Medici si cercano gli specializzati. In Germania è facile specializzarsi, ma un chirurgo che conosco, lavora 14 ore al giorno per 3000 euro. Gli ingegneri guadagnano lo stesso, lavorandone solo 8...[

Comunque, ho deciso. O diventerò medico o divento informatica. Capisco di essere stata un po' troppo pessimista. Alla fine, nelle grandi città c'è tanta richiesta e a 1800 ci puoi sempre arrivare. Io non sono tanto interessata al denaro, ma 1200 non sono accettabili, soprattutto per un tecnico. Almeno 1500.

Ma chi ti ha detto che l'Irlanda è americanizzata?? Non mi risulta che la sanità sia privata , e ci ho vissuto alcuni mesi 15 anni fa.All'epoca c'era un bel welfare per le famiglie numerose, stipendi pagati ogni 15 giorni, boh..si, nel 2010 rischiava la bancarotta ma mi sembra ne sia uscita indenne.Forse sono cambaite le cose ultimamente? :roll: :roll:
Francamente sono quasi sicura ceh la flat tax, come intendi tu non si farà.
Credo che, le cose,saranno come sono per almeno altri 15-20 anni.Ti conveien ragionare sulla situazoen attuale.
Fai quello che ti interessa di più.
Poi vabbè..io ho un'amica chirurgo...le 14 ore di filate le fa solo quando deve fare le notti, per il resto ha un orario più o meno "da ufficio" .
Non so, viviamo in un mondo diverso...



Io credo che tu conosca solo medici privilegiati, della vecchia generazione. Quella nuova under 40 è precaria (ho da poco conosciuta una dottoressa otorilaringoriatra, costretta a fare 118 a tempo determinato, perché non trova nulla), ed in futuro, si rischia pure la disoccupazione. Guarda, farei sicuramente il medico, ma più ci penso e più capisco che non posso rischiare di ritrovarmi a 30 anni senza nulla in mano. Voglio viaggiare, magari farmi una famiglia. Io non sono figlia di papà, mio padre è operaio dell'enel in pensione (anche se non è mai stato precario e guadagna bene per la Sicilia ) e mia madre casalinga. Ingegneria è la strada più razionale, anche per poter emigrare.

Autore:  fatima95 [ sabato 23 marzo 2019, 4:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

whiter4bbit ha scritto:
Come mai non vanno in Bosnia o in Macedonia, che hanno tasse ancora più basse?

La questione è molto più complessa e la scommessa più saggia è pensare che in Italia non cambierà mai nulla in tempo utile. Le questioni delle tasse, del debito pubblico, della burocrazia, del Sud, dei laureati, delle PMI, degli investimenti ecc ecc sono discusse dagli anni '80 tali e quali. Persino con lo spauracchio della Brexit una città ricca e attrattiva come Milano non è riuscita a prendersi NULLA dei grandi gruppi che si sono spostati da Londra. Quindi non credere ai venditori di tappeti... Centri eccellenti in Italia ne abbiamo, startup qualcosa si è visto (più che altro a Milano), non siamo il terzo mondo che molti descrivono MA non ci sono rivoluzioni all'orizzonte.



Molti fanno outsourcing in Polonia ( un altro rischio dell'informatica, è proprio outsourcing). Secondo me, è che siamo abbastanza provinciali. L'inglese è poco diffuso. Non attraiamo a livello internazionale. Comunque, la flat tax, probabilmente influirà solo sulle partita Iva. Forse, converrà più essere liberi professionisti che dipendenti.

Che pensi dei trend dei prossimi anni? Credi si apriranno molti posti come programmatori internet of things? E la sicurezza informatica? Non volendo finire a fare gestionali, devo capire dove orientarmi. O credi che alla fine in Italia, ci saranno in maggioranza lavori da terza media, come adesso?

Autore:  mighty [ sabato 23 marzo 2019, 21:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Iniziare laurea tardi

fatima95 ha scritto:
Quella nuova under 40 è precaria (ho da poco conosciuta una dottoressa otorilaringoriatra, costretta a fare 118 a tempo determinato, perché non trova nulla), ed in futuro, si rischia pure la disoccupazione. Guarda, farei sicuramente il medico, ma più ci penso e più capisco che non posso rischiare di ritrovarmi a 30 anni senza nulla in mano. Voglio viaggiare, magari farmi una famiglia. Io non sono figlia di papà, mio padre è operaio dell'enel in pensione (anche se non è mai stato precario e guadagna bene per la Sicilia ) e mia madre casalinga. Ingegneria è la strada più razionale, anche per poter emigrare.


Non credo che i medici possano rischiare la disoccupazione nei prossimi anni, tieni conto che tantissimi andranno in pensione e ci sarà comunque un certo ricambio.

Per quanto riguarda l'"emigrazione", certamente ingegneria è più adatta, con un ottimo inglese e magari una buona seconda lingua ci si può vendere in svariati posti.

Con gestionale e meccanica comunque (quelle che citavi nel post iniziale) cadresti in piedi, informatica sinceramente non la conosco nel senso che non conosco la carriera di persone che l'hanno fatta, mentre ing elettronica invece è un'ottima laurea, quasi a livello di meccanica come possibilità di lavoro.

In questo preciso momento storico penso che gestionale sia quella con cui ci si può vendere di più in tantissimi ambiti e vari rami diversi, mal che vada è più semplice anche riciclarsi. Concordo comunque con whiter sul fatto che l'Italia è ferma, non riesce a "rubare" possibilità agli altri, è un enorme pachiderma che si muove a fatica, non siamo il burundi come a volte si legge e si crede ma facciamo davvero fatica a innovare, questo lo noti anche nella mentalità delle persone: alla fine tutti vogliono il "posticino" di lavoro, a rischiare sono in pochi e se non si rischia non si cresce, si può solo sperare di essere meno mediocri degli altri.

Pagina 6 di 8 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/