IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è giovedì 23 settembre 2021, 4:53

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Laurea in ingegneria dopo i 30 anni
MessaggioInviato: sabato 30 novembre 2019, 20:19 
Non connesso

Iscritto il: sabato 30 novembre 2019, 19:30
Messaggi: 10
Ho letto su questi e altri forum italiani che laurearsi in ingegneria dopo i 30 anni non è più da considerarsi un investimento professionale ma solo uno sfizio personale. Ebbene io mi trovo a 31 anni appena compiuti nella pessima condizione di dovermi inserire nel mercato del lavoro senza avere alle spalle nessuna esperienza lavorativa di rilievo che mi permetta di avviare una carriera lavorativa di qualche tipo. Lo so che la cosa è grave ma solo dopo dieci anni ho preso il coraggio di abbandonare una carriera universitaria bloccata come studente di medicina e ora temo giustamente di non avere una minima speranza di inserimento in qualsivoglia lavoro, neanche il più semplice. Per adesso mi tengo impegnato con un corso di tecnico CAD e SOLIDWORKS finanziato dalla regione e dall'UE (con annesso stage in azienda) e, nel frattempo, mando curriculua per lavori non qualificati (per lo più operaio generico e magazziniere) senza ovviamente alcuna risposta, perché uno di 30 senza esperienza non lo vuole nessuno. Però in qualche modo devo campare in questa vita per cui ora sto pensando di iscrivermi a ingegneria con la speranza di trovare un buon lavoro anche all'estero, dove mi è stato detto che si guarda meno all'età e più a cosa si sa effettivamente fare. Sto valutando di farlo ora perché la testa ancora ce l'ho e non ho famiglia da mantenere mentre più passa il tempo e più sarà difficile realizzare questa impresa. Secondo voi ne vale la pena per uno che non ha prospettive professionali alternative al momento su cui aggrapparmi per il futuro? Certo se nel frattempo trovassi un lavoro decente mi ci butterei facendo magari lo studente lavoratore, perché ora la cosa più importante è lavorare. Comunque una parte di me preme affinché io investa su me stesso in termini di formazione professionale. Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggere e vorrà darmi un realistico spunto di riflessione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 1 dicembre 2019, 19:33 
Non connesso

Iscritto il: domenica 4 novembre 2012, 14:50
Messaggi: 186
Aristarco di Samo ha scritto:
Ho letto su questi e altri forum italiani che laurearsi in ingegneria dopo i 30 anni non è più da considerarsi un investimento professionale ma solo uno sfizio personale. Ebbene io mi trovo a 31 anni appena compiuti nella pessima condizione di dovermi inserire nel mercato del lavoro senza avere alle spalle nessuna esperienza lavorativa di rilievo che mi permetta di avviare una carriera lavorativa di qualche tipo. Lo so che la cosa è grave ma solo dopo dieci anni ho preso il coraggio di abbandonare una carriera universitaria bloccata come studente di medicina e ora temo giustamente di non avere una minima speranza di inserimento in qualsivoglia lavoro, neanche il più semplice. Per adesso mi tengo impegnato con un corso di tecnico CAD e SOLIDWORKS finanziato dalla regione e dall'UE (con annesso stage in azienda) e, nel frattempo, mando curriculua per lavori non qualificati (per lo più operaio generico e magazziniere) senza ovviamente alcuna risposta, perché uno di 30 senza esperienza non lo vuole nessuno. Però in qualche modo devo campare in questa vita per cui ora sto pensando di iscrivermi a ingegneria con la speranza di trovare un buon lavoro anche all'estero, dove mi è stato detto che si guarda meno all'età e più a cosa si sa effettivamente fare. Sto valutando di farlo ora perché la testa ancora ce l'ho e non ho famiglia da mantenere mentre più passa il tempo e più sarà difficile realizzare questa impresa. Secondo voi ne vale la pena per uno che non ha prospettive professionali alternative al momento su cui aggrapparmi per il futuro? Certo se nel frattempo trovassi un lavoro decente mi ci butterei facendo magari lo studente lavoratore, perché ora la cosa più importante è lavorare. Comunque una parte di me preme affinché io investa su me stesso in termini di formazione professionale. Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggere e vorrà darmi un realistico spunto di riflessione.


Non voglio scoraggiare nessuno ma l'età la guardano tutti, anche all'estero, e dove serve un visto pure con due occhi.
Da studente lavoratore uscirai alle soglie degli anta, io non lo farei. Fai fruttare il tuo diploma o i tuoi corsi. A medicina che è successo?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 2 dicembre 2019, 17:25 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 990
Io invece lo farei, non avete idea di che fame di ingegneri c'è in questo momento in certe zone, li vanno a pescare prima ancora che finiscano la laurea. Dubito quindi che l'età possa impedirti di trovare lavoro, anche se ovviamente non puoi essere considerato allo stesso livello di chi ha 10 anni di meno.
Chiaro che:
- devi scegliere l'ingegneria giusta
- devi scegliere la città giusta


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 2 dicembre 2019, 23:20 
Non connesso

Iscritto il: sabato 30 novembre 2019, 19:30
Messaggi: 10
elektronmrk ha scritto:
Fai fruttare il tuo diploma o i tuoi corsi. A medicina che è successo?

Il mio diploma non vale nulla lavorativamente (liceo scientifico). A medicina è successo che mi ha mandato in depressione e mi ero bloccato da troppo tempo in un limbo.
whiter4bbit ha scritto:
anche se ovviamente non puoi essere considerato allo stesso livello di chi ha 10 anni di meno

Livello di cosa? Appetibilità?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 3 dicembre 2019, 10:58 
Non connesso

Iscritto il: martedì 22 maggio 2007, 0:22
Messaggi: 2517
Aristarco di Samo ha scritto:
Ho letto su questi e altri forum italiani che laurearsi in ingegneria dopo i 30 anni non è più da considerarsi un investimento professionale ma solo uno sfizio personale. Ebbene io mi trovo a 31 anni appena compiuti nella pessima condizione di dovermi inserire nel mercato del lavoro senza avere alle spalle nessuna esperienza lavorativa di rilievo che mi permetta di avviare una carriera lavorativa di qualche tipo. Lo so che la cosa è grave ma solo dopo dieci anni ho preso il coraggio di abbandonare una carriera universitaria bloccata come studente di medicina e ora temo giustamente di non avere una minima speranza di inserimento in qualsivoglia lavoro, neanche il più semplice. Per adesso mi tengo impegnato con un corso di tecnico CAD e SOLIDWORKS finanziato dalla regione e dall'UE (con annesso stage in azienda) e, nel frattempo, mando curriculua per lavori non qualificati (per lo più operaio generico e magazziniere) senza ovviamente alcuna risposta, perché uno di 30 senza esperienza non lo vuole nessuno. Però in qualche modo devo campare in questa vita per cui ora sto pensando di iscrivermi a ingegneria con la speranza di trovare un buon lavoro anche all'estero, dove mi è stato detto che si guarda meno all'età e più a cosa si sa effettivamente fare. Sto valutando di farlo ora perché la testa ancora ce l'ho e non ho famiglia da mantenere mentre più passa il tempo e più sarà difficile realizzare questa impresa. Secondo voi ne vale la pena per uno che non ha prospettive professionali alternative al momento su cui aggrapparmi per il futuro? Certo se nel frattempo trovassi un lavoro decente mi ci butterei facendo magari lo studente lavoratore, perché ora la cosa più importante è lavorare. Comunque una parte di me preme affinché io investa su me stesso in termini di formazione professionale. Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggere e vorrà darmi un realistico spunto di riflessione.


Io piu' che una laurea in ingegneria (se iniziassi adesso, studiando e lavorando, finiresti troppo tardi e poi non credo tanto che gli ingegneri siano cosi' ricercati) mi butterei su qualche corso specifico a pagamento (400-500 ore) su gestione rifiuti, ambiente, ecc... nella speranza poi di entrare in qualche azienda del settore


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 3 dicembre 2019, 12:57 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 990
Aristarco di Samo ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
anche se ovviamente non puoi essere considerato allo stesso livello di chi ha 10 anni di meno

Livello di cosa? Appetibilità?


Sì certo. Come competenze puoi anche stracciarli. Ma quello che scrivo sempre è che non ha senso fare confronti con quelli giovani belli ricchi in corso con 110; devi fare il confronto con il te stesso senza titoli tranne un diploma di liceo e senza alcuna esperienza di lavoro.

C'è abbastanza lavoro per chi ha 25 anni e per chi ne ha 35, almeno dalle mie parti. Ad esempio se tu fossi preparato, motivato e accettassi una RAL da neolaureato, io ti assumerei senza problemi anche alla tua età.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 15 dicembre 2019, 13:57 
Non connesso

Iscritto il: sabato 30 novembre 2019, 19:30
Messaggi: 10
whiter4bbit ha scritto:
Devi fare il confronto con il te stesso senza titoli tranne un diploma di liceo e senza alcuna esperienza di lavoro.

Hai perfettamente ragione.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 26 dicembre 2019, 3:35 
Non connesso

Iscritto il: sabato 30 novembre 2019, 19:30
Messaggi: 10
Ho mandato decine di curricula e gli unici lavori per cui mi hanno richiamato sono da McDonald's, per dare da mangiare alle mucche e come promoter per azienda di telefonia in uno stand al centro commerciale. Io so di essere portato per lo studio perché in passato ho sempre avuto feedback positivi in merito, e per quanto mi si dica di accontentarmi pure di lavare i cessi e ringraziare il cielo di farlo per come sono messo, mi sentirei frustrato.
Ma non è nemmeno facile psicologicamente sopportare l'idea di non avere nessun introito una volta raggiunta la fatidica soglia dei 30. Mi hanno confermato che nel mondo anglosassone l'età non la guardano e non deve essere nemmeno messa in cv. Io credo che anche alla mia età con una laurea avrei più soddisfazioni nel lungo termine piuttosto che senza. Non farei una grande carriera ma un lavoro dignitoso e più stimolante di quelli sopra elencati lo troverei credo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 26 dicembre 2019, 20:06 
Non connesso

Iscritto il: domenica 10 aprile 2005, 11:51
Messaggi: 2531
Aristarco di Samo ha scritto:
e. Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggere e vorrà darmi un realistico spunto di riflessione.


a 30 anni sei finito

non riuscirai MAI ad avere un impiego (dignitoso) come dipendente in un gruppo che sia superiore alle tre unità, all'estero poi ben che meno forse giusto far ridere i polli

lascia poi perdere di studiare, è da folli, cioè è solo fare lo struuzzo, infilare la testa sotto la sabbia per rimandare ancora le responsabilità della vita adulta

ingegnere poi ben che meno, anche a restare nel mondo della piva e nel ramo edile

visto che vieni dal mondo della sanità, l'unico spazio che ancora c'è è quello dei parasanaitari cioè tutto il settore della riabilitazione

invece di buttar tempo nelle ca%%ate di solid works e compagnia bella fai un corso di massoterapia avrai subito molte porte aperte

in alternativa emogra in germania e trovatoi un impiego di base una volta nella ruota del lavoro avrai possibilità di salire la china trovando impieghi migliori


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 26 dicembre 2019, 22:08 
Non connesso

Iscritto il: sabato 30 novembre 2019, 19:30
Messaggi: 10
mruoppolo ha scritto:
Aristarco di Samo ha scritto:
e. Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggere e vorrà darmi un realistico spunto di riflessione.


a 30 anni sei finito

non riuscirai MAI ad avere un impiego (dignitoso) come dipendente in un gruppo che sia superiore alle tre unità, all'estero poi ben che meno forse giusto far ridere i polli

lascia poi perdere di studiare, è da folli, cioè è solo fare lo struuzzo, infilare la testa sotto la sabbia per rimandare ancora le responsabilità della vita adulta

ingegnere poi ben che meno, anche a restare nel mondo della piva e nel ramo edile

visto che vieni dal mondo della sanità, l'unico spazio che ancora c'è è quello dei parasanaitari cioè tutto il settore della riabilitazione

invece di buttar tempo nelle ca%%ate di solid works e compagnia bella fai un corso di massoterapia avrai subito molte porte aperte

in alternativa emogra in germania e trovatoi un impiego di base una volta nella ruota del lavoro avrai possibilità di salire la china trovando impieghi migliori

Tanto vale continuare medicina se devo fare una cosa affine, ma il mio corpo mi ha già lanciato segnali sul fatto che non è il mio settore. Sul ricominciare da zero in Germania, li mi han detto che senza titoli non si ottengono lavori migliori. Oltre al fatto che imparare il tedesco non è una cosa che si fa dall'oggi al domani. Io sarei ben contento di lavorare in fabbrica per ora, ma nemmeno li mi ci vogliono. Allora piuttosto che buttar via tempo, forse è meglio se studio qualcosa che mi piace mentre cerco l'opportunità di un lavoro dove quantomeno non mi considerino una bestia da soma da sfruttare per poco tempo e avanti il prossimo. Non vivrei e in più non avrei nemmeno il tempo di investire per cercare un lavoro migliore. i lavori a cui posso ambire ora (mcjobs e compagnia) non mi danno nulla se non una paga risicata e discontinua a fronte di uno stress enorme.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it