IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 19 settembre 2020, 21:56

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: MANIGLIONE ANTIPANICO
MessaggioInviato: mercoledì 8 gennaio 2020, 12:29 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 27 aprile 2009, 0:41
Messaggi: 58
Buon giorno a tutti e Buon Anno

Sto seguendo la realizzazione di una piccola farmacia (di proprietà pubblica) di circa 52,00 mq+bagno, ricavata all'interno di un vecchio locale.

La farmacia avrà un'unica porta di accesso (e quindi di uscita).

Questa porta dovrà obbligatoriamente aprire verso l'esterno ed essere dotata di maniglione antipanico?


Il mio dubbio nasce dal fatto che
- Il D.M. 03/11/2004 per locali aperti al pubblico parla di "maniglie a leva o piastra a spinta"
- Il DPR 151/2011 non include una farmacia di tali dimensioni nelle attività soggette al controllo Vigili del Fuoco

Pertanto quell'unica porta con che senso di apertura va fatta e quali dispositivi antipanico installare?


Grazie a tutti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: MANIGLIONE ANTIPANICO
MessaggioInviato: mercoledì 8 gennaio 2020, 14:13 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1606
La porta non può aprirsi verso l'esterno...se l'esterno è su suolo pubblico.
Credo..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: MANIGLIONE ANTIPANICO
MessaggioInviato: mercoledì 8 gennaio 2020, 14:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19498
Località: Ferrara
Ritengo che non essendo attività soggetta devi rifarti alle norme generali sulle attività lavorative, ad esempio DM 10/03/98 o il Dlgs 81/08
Si parla di porte che si devono aprire nel verso dell'esodo, a meno che ciò non comporti pericoli per passaggio di mezzi o altre cause. In ogni caso il verso dell'esodo è obbligatorio quando l'area servita ha affollameno superiore a 50 persone o quando la porta serve un area a rischio incendio elevato (oppure in quei casi in cui durante gli orari di lavori la porta rimanga sempre aperta).
Riguardo alle eventuali maniglie antipanico, sul DM 10/03/98 e DLgs 81/08 si parla sempre di apertura a spinta se le porte si aprono nel verso dell'esodo, anche se poi parla di sistemi "alternativi" nei casi in cui si adottino accorgimenti anti intrusione, anche se non mi pare molto chiaro questo punto.
Attenzione però, si parla di apertura "a spinta", e non di apertura antipanico (queste ultime sono regolate da apposite norme UNI, come specificato anche sul DM 3/11/2004, che però si applica alle sole attività soggette, e tra l'altro parla di obbligo di tali dispositivi oltre le 9 persone). In caso di farmacie e negozi in generale comunque non soggetti, basta che la porta si apra a spinta verso l'esterno, senza che abbia per forza maniglie antipanico: che poi sarebbe la classica porta che si vede in tutti i negozi piccoli: quella con dispositivo di autichiusura che può essere aperta semplicemente tirandola dall'esterno o spingendola dall'interno.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: MANIGLIONE ANTIPANICO
MessaggioInviato: mercoledì 8 gennaio 2020, 15:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 27 aprile 2009, 0:41
Messaggi: 58
Ciao Tippgirl
l'esterno (dove andrebbe ad aprire la porta) è un portico di pertinenza del fabbricato


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: MANIGLIONE ANTIPANICO
MessaggioInviato: mercoledì 8 gennaio 2020, 17:13 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1606
boba74 ha scritto:
Ritengo che non essendo attività soggetta devi rifarti alle norme generali sulle attività lavorative, ad esempio DM 10/03/98 o il Dlgs 81/08
Si parla di porte che si devono aprire nel verso dell'esodo, a meno che ciò non comporti pericoli per passaggio di mezzi o altre cause. In ogni caso il verso dell'esodo è obbligatorio quando l'area servita ha affollameno superiore a 50 persone o quando la porta serve un area a rischio incendio elevato (oppure in quei casi in cui durante gli orari di lavori la porta rimanga sempre aperta).
Riguardo alle eventuali maniglie antipanico, sul DM 10/03/98 e DLgs 81/08 si parla sempre di apertura a spinta se le porte si aprono nel verso dell'esodo, anche se poi parla di sistemi "alternativi" nei casi in cui si adottino accorgimenti anti intrusione, anche se non mi pare molto chiaro questo punto.
Attenzione però, si parla di apertura "a spinta", e non di apertura antipanico (queste ultime sono regolate da apposite norme UNI, come specificato anche sul DM 3/11/2004, che però si applica alle sole attività soggette, e tra l'altro parla di obbligo di tali dispositivi oltre le 9 persone). In caso di farmacie e negozi in generale comunque non soggetti, basta che la porta si apra a spinta verso l'esterno, senza che abbia per forza maniglie antipanico: che poi sarebbe la classica porta che si vede in tutti i negozi piccoli: quella con dispositivo di autichiusura che può essere aperta semplicemente tirandola dall'esterno o spingendola dall'interno.

infatti secondo me è l'unica alternativa possibile.
Deve aprirsi in entrambi i versi,.
Una porta che si apra verso l'esterno in unesercizio pubblico non l'ho mai vista,
Oppure si usa una porta ad apertura laterale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it