IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è giovedì 23 settembre 2021, 4:32

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 14 gennaio 2020, 18:24 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 29 novembre 2019, 16:52
Messaggi: 4
Salve, mi scuso se la questione è stata sollevata più volte. Ma sto cercando di ottenere quante più info e pareri possibili per valutare bene il da farsi.

Mi sono laureato lo scorso Luglio alla Triennale di Ing. Meccanica e sto tenendo in considerazione di entrare da subito nel mondo del lavoro. Dopo questi anni sono un pò provato dallo studio, verso il quale ora come ora non sembra che abbia grossi stimoli. Il tutto nonostante mi sia laureato a pieni voti alla prima sessione disponibile. Iniziando al Magistrale mi sembra di dover studiare argomenti sempre molto teorici e poco pratici. Per questo sto pensando se ne valga la pena.

Forse in questo momento ho più la voglia di fare esperienza diretta con il lavoro, piuttosto che sgobbare con fatica altri due anni sui libri. Chiedo se questa cosa alla lunga paghi o se fossi così sempre limitato con la sola Triennale. Inoltre mi piacerebbe sapere se sono effettivamente veri i luoghi comuni sui Triennali: non sarà mai un vero ingegnere, non è nè carne nè pesce, non sa fare niente con la triennale, è considerato come un perito (verso i quali non ho niente contro).

Leggo anche che nelle piccole/medie imprese si guarda piuttosto alla voglia, all'attitudine a imparare e alle qualità personali di ognuno che al titolo di studio. Chiedo conferma di ciò.

Mi piacerebbe avere un giudizio generale, da chi lavora nel campo o ci è passato, sul fatto di lavorare con la triennale di Ing. Meccanica. Per ultimo anche se la cosa sia così penalizzante a livello di stipendio nel lungo periodo.

Ringrazio tutti coloro che vorranno aiutarmi. Grazie davvero, sono qui ad ascoltarvi !


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 14 gennaio 2020, 21:16 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 990
Nel lungo periodo serve la sfera di cristallo.

Ancora oggi lo storico non consente di fare ipotesi (sono pochissimi i triennali che non hanno continuato la magistrale).

Tendenzialmente prima ci si inserisce nel mondo del lavoro meglio è, un 25enne con laurea e due anni di esperienza è pagato di più di un coetaneo neolaureato.

Lato carriera dipende da troppi fattori, qualcuno che ti dirà che vali meno di un magistrale ci sarà sempre, ma non credo sarà molto rilevante. A seconda del settore i triennali sono ricercati sia da PMI che da grandi aziende, poi ovviamente ci sono ruoli per cui scrivono laurea magistrale ecc., ma una volta che entri conta 99% l'esperienza.

Quindi io consiglio di cercare lavoro, se trovi qualcosa di interessante accetta, se vedi che c'è il deserto e son tutti "razzisti" continua altri due anni. Credo che comunque ti andrà bene e troverai già lavoro, è una laurea richiesta.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 12:47 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 29 novembre 2019, 16:52
Messaggi: 4
whiter4bbit ha scritto:
Nel lungo periodo serve la sfera di cristallo.

Ancora oggi lo storico non consente di fare ipotesi (sono pochissimi i triennali che non hanno continuato la magistrale).

Tendenzialmente prima ci si inserisce nel mondo del lavoro meglio è, un 25enne con laurea e due anni di esperienza è pagato di più di un coetaneo neolaureato.

Lato carriera dipende da troppi fattori, qualcuno che ti dirà che vali meno di un magistrale ci sarà sempre, ma non credo sarà molto rilevante. A seconda del settore i triennali sono ricercati sia da PMI che da grandi aziende, poi ovviamente ci sono ruoli per cui scrivono laurea magistrale ecc., ma una volta che entri conta 99% l'esperienza.

Quindi io consiglio di cercare lavoro, se trovi qualcosa di interessante accetta, se vedi che c'è il deserto e son tutti "razzisti" continua altri due anni. Credo che comunque ti andrà bene e troverai già lavoro, è una laurea richiesta.



Grazie per la risposta !

Ho un paio di dubbi. Se è meglio entrare prima nel mondo del lavoro e che conta di più l'esperienza, perchè sono pochi i triennali che non hanno continuato con la magistrale ? Per di più se vengono anche pagati di più di un coetaneo senza esperienza e con la magistrale.
La seconda è: vedo gran parte degli annunci con la ricerca di ingegnere meccanico triennale/magistrale (triennale o magistrale). Questo perchè per le aziende fa poca differenza o perchè prendendo un triennale che fa le stesse cose del magistrale lo pagano meno ? Oppure c'è qualche altra ragione ?

Ringrazio in anticipo e accolgo qualsiasi altra cosa in merito.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 18 gennaio 2020, 18:50 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 8 gennaio 2020, 13:07
Messaggi: 8
La maggior parte degli studenti che scelgono di continuare lo fanno in automatico (ci sono passata anch'io nello stesso errore), un pò come una pecora che si aggrega ad un gregge senza preoccuparsi di sapere se quel gregge sia diretto al macello!

Io quando ho pensato di continuare non mi sono preoccupata di dare prima uno sguardo agli annunci di lavoro, ai contratti nazionali delle varie categorie, ai costi del riscatto degli anni di laurea, poi non mi sono iscritta alle liste di collocamento universitarie (ma nonostante questo ho ricevuto diverse chiamate subito dopo la laurea). Se avessi dato la giusta considerazione a quanto sopra elencato, avrei senz'altro scartato la magistrale in favore del lavoro o di un più breve (ma efficace) proseguimento degli studi con un master. Questo non vuol dire che la magistrale sia certamente inutile per tutti, per qualcuno può fare la differenza in positivo ma per molti altri può essere dannosa in ogni aspetto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 20 gennaio 2020, 10:27 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1655
Se trovi lavoro con la triennale non è poi necessario avere la magistrale.
IO TI CONSIGLIO DI CERCARE E, INTANTO, CONTIUARE AD ESSERE iscritto,Fai sempre in tempo arinunciare agli studi.
La magistrale ti è utile se, un domani, vuoi tentare il concorso pubblico (scuola, comuni, vvF).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 21 gennaio 2020, 19:20 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 990
Tendenzialmente è come dice concetta.

Soprattutto per chi ha vissuto il periodo di passaggio da vecchio a nuovo ordinamento, essere triennali significava essere "mezzi ingegneri" rispetto a TUTTI gli altri ingegneri... cioè spararsi a un piede...

Ora che il sistema si è assestato l'approccio è probabilmente più pragmatico, cioè si considera il fatto che ad oggi a un'azienda poco importa se sei triennale o magistrale perchè i due anni di specialistica non aggiungono granchè in molti casi.

Tuttavia in Italia c'è il concetto di studiare per fare lo studente :badgrin: quindi, chi se lo può permettere, va avanti a studiare senza morire dalla voglia di iniziare a lavorare. E' una questione di status percepito, per dire, un diplomato ITIS non sarà mai un ingegnere anche se magari inizia a lavorare dal giorno 1 e dopo tre anni è progettista e ha un lavoro di tutto rispetto...

In generale è probabile che più alto sia il titolo di studio più sarà facile avere lavoro, ma questo dipende da molti fattori tra cui la effettiva opportunità di specializzarsi e l'ambiente di lavoro ricercato. Può anche essere che nel lungo termine una laurea magistrale porti a carriere migliori, nonostante lo stipendio iniziale sia pressochè identico.

Molti studenti vanno avanti per inerzia, diciamo, "fatto 30 facciamo 31" soprattutto se sei bravo e sai che saranno due annetti neanche troppo impegnativi e avrei il titolo "completo".

Comunque a conti fatti oggi la triennale è un ottimo compromesso in cui settori in cui il lavoro non manca. Sei visto e pagato come un laureato praticamente. Poi la carriera sta un po' a te. Se questa cosa cambierà in futuro, e come, non si sa.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 3 febbraio 2020, 16:50 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 9 agosto 2012, 21:34
Messaggi: 31
Puoi fermarti alla laurea triennale se trovi un buon lavoro e se non intendi fare libera professione.
Sinceramente non so come si possa regolamentare una professione in modo così poco dettagliato, per non dire ambiguo per quanto riguarda la sezione B dell'albo.
Di fatto non esiste un elenco di ciò che puoi o non puoi fare. Ad esempio un ingegnere iunior del settore civile ambientale può progettare in impianto termotecnico civile?
Dovrai abituarti a trovare delle risposte a quesiti simili...

_________________
https://m.facebook.com/Ingegneriafisicaematematica/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it