IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 15 agosto 2020, 7:25

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 27 febbraio 2020, 21:03 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 27 febbraio 2020, 20:48
Messaggi: 1
Salve a tutti!
Quest'estate dovrei conseguire la triennale in Ingegneria Elettronica a Roma e stavo iniziando seriamente a guardarmi attorno per la magistrale, anche in altre città. Durante il mio percorso mi sono interessata alla fisica dei dispositivi e ai materiali utilizzati nell'ambito dell'elettronica/elettromagnetismo applicato, approfondendo un minimo con due corsi a scelta legati proprio alla chimica e ai materiali (purtroppo non ho avuto modo di mettere qualche esame di fisica moderna, ma vorrei vedere da me qualcosa).
Mi chiedevo: sarebbe meglio continuare con una magistrale di Elettronica più orientata verso questi ambiti o direttamente iscrivermi a un corso come per esempio Nanotecnologie/Ing. dei Materiali/Ing. Fisica, seguendo un curriculum legato all'elettronica? Il mio dubbio sarebbe principalmente legato al fatto che cambiando ambito, sebbene parzialmente legato alla mia triennale, ho paura di diventare un ibrido poco appetibile sul mercato, anche perché mi rendo conto che si tratta di qualcosa di abbastanza settoriale o comunque legato ad ambiti di ricerca. In ogni caso, se possibile dopo la magistrale sarei disposta a spostarmi anche all'estero.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 28 febbraio 2020, 19:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2006, 12:03
Messaggi: 644
IlSilicio ha scritto:
Salve a tutti!
Quest'estate dovrei conseguire la triennale in Ingegneria Elettronica a Roma e stavo iniziando seriamente a guardarmi attorno per la magistrale, anche in altre città. Durante il mio percorso mi sono interessata alla fisica dei dispositivi e ai materiali utilizzati nell'ambito dell'elettronica/elettromagnetismo applicato, approfondendo un minimo con due corsi a scelta legati proprio alla chimica e ai materiali (purtroppo non ho avuto modo di mettere qualche esame di fisica moderna, ma vorrei vedere da me qualcosa).
Mi chiedevo: sarebbe meglio continuare con una magistrale di Elettronica più orientata verso questi ambiti o direttamente iscrivermi a un corso come per esempio Nanotecnologie/Ing. dei Materiali/Ing. Fisica, seguendo un curriculum legato all'elettronica? Il mio dubbio sarebbe principalmente legato al fatto che cambiando ambito, sebbene parzialmente legato alla mia triennale, ho paura di diventare un ibrido poco appetibile sul mercato, anche perché mi rendo conto che si tratta di qualcosa di abbastanza settoriale o comunque legato ad ambiti di ricerca. In ogni caso, se possibile dopo la magistrale sarei disposta a spostarmi anche all'estero.


Elettronica offre ottime possibilità di lavoro in italia e all'estero. Il tuo cv però a mio avviso in italia non va bene. Quì è richiesta la progettazione a livello di sistema quindi ad esempio
1)RTL design con linguaggi HDL più orientato a FPGA che non a ASIC
2)verifica con system verilog
3)firmware su microcontrollori e olc
4) progettazione di circuitri a microonde
5)elettronica di potenza
6)pcb
il percorso da te intrapreso è a mio avviso troppo vicino al disopositivo e in italia non è molto richiesto. Inoltre spesso quelle tematiche sono trattate da fisici piuttosto che da ingegneri.

Spesso gli elettronici che studiano l'elettronica a livello di dispositivo sono costretti a emigrare o rivendersi su altri temi in italia.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it