IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 15 agosto 2020, 6:53

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Magistrale in meccanica o elettrica?
MessaggioInviato: giovedì 16 aprile 2020, 15:55 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 aprile 2020, 15:24
Messaggi: 2
Salve a tutti, questa estate dovrei laurearmi in ingegneria industriale. Sono indeciso fra quale magistrale scegliere fra meccanica ed elettrica. Ho fatto materie come elettrotecnica, macchine e impianti elettrici, meccanica applicata alle macchine, macchine a fluido, scienza delle costruzioni. Diciamo che fra queste non ci sono state materie con le quali ho avuto problemi particolari, mi sono sembrate tutte molto interessanti e non riesco proprio a capire in base a cosa dovrei preferire una magistrale rispetto all'altra. Dal punto di vista lavorativo ho provato ad informarmi un po' online. Alcuni dicono che i meccanici in Italia sono ormai tanti mentre gli elettrici sono molto ricercati e più pagati. Però ho anche visto che nella maggior parte dei siti di lavoro le richieste per ingegneri meccanici sono sempre di più rispetto a quelle di ing. elettrici. Inoltre credo di aver letto che un ingegnere meccanico rappresenta una figura più versatile e che possiede maggiori prospettive di carriera. In ogni caso molto probabilmente mi iscriverò al politecnico di Torino. Voi cosa scegliereste e perché?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 16 aprile 2020, 19:17 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 aprile 2020, 18:46
Messaggi: 2
Ingegneria meccanica ha il vantaggio di essere utile per trovare lavoro quasi ovunque e, condizione non trascurabile, è richiesta in aziende di qualsiasi dimensione, dalla più piccola alla più grande. La concorrenza è notevole ma se ti laurei in un ateneo prestigioso come il Politecnico di Torino, sicuramente riceverai diverse offerte, forse non esaltanti ma almeno decenti. Per le attività di libera professione è invece piuttosto inflazionata, le possibilità di emergere nel mercato sono molto modeste se non hai già un parente ingegnere disposto a lasciarti in eredità uno studio già avviato, si parla soprattutto di termotecnica e antincendio.
Ingegneria elettrica è al contrario di meccanica, molto di nicchia, é difficile restare disoccupati ma nel lavoro dipendente sei relegato a poche aziende di grandi dimensioni come Enel e Terna, con scarse prospettive di carriera e grande pretesa di mobilità su tutto il territorio nazionale (se devi andare a spasso per l'Italia, meglio fare il funzionario commerciale piuttosto che il progettista!). Nella libera professione ci sono diverse possibilità, con un mercato meno inflazionato ma comunque competitivo, è difficile arricchirsi (e soprattutto devi combattere contro i colleghi civili del vecchio ordinamento che si svendono per quattro spiccioli, riciclandosi nell'impiantistica a causa della crisi del settore delle costruzioni, ti rubano il lavoro giocando al ribasso).
Difficile consigliarti perchè la scelta dipende dalla tua situazione, se sei disposto a girare per l'Italia oppure no, se preferisci le piccole aziende o quelle grandi, se vivi in una zona con industrie metalmeccaniche oppure in una zona più agricola o turistica... le possibilità dipendono da questi fattori.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 16 aprile 2020, 22:00 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 aprile 2020, 15:24
Messaggi: 2
Francesco Zappa ha scritto:
Ingegneria meccanica ha il vantaggio di essere utile per trovare lavoro quasi ovunque e, condizione non trascurabile, è richiesta in aziende di qualsiasi dimensione, dalla più piccola alla più grande. La concorrenza è notevole ma se ti laurei in un ateneo prestigioso come il Politecnico di Torino, sicuramente riceverai diverse offerte, forse non esaltanti ma almeno decenti. Per le attività di libera professione è invece piuttosto inflazionata, le possibilità di emergere nel mercato sono molto modeste se non hai già un parente ingegnere disposto a lasciarti in eredità uno studio già avviato, si parla soprattutto di termotecnica e antincendio.
Ingegneria elettrica è al contrario di meccanica, molto di nicchia, é difficile restare disoccupati ma nel lavoro dipendente sei relegato a poche aziende di grandi dimensioni come Enel e Terna, con scarse prospettive di carriera e grande pretesa di mobilità su tutto il territorio nazionale (se devi andare a spasso per l'Italia, meglio fare il funzionario commerciale piuttosto che il progettista!). Nella libera professione ci sono diverse possibilità, con un mercato meno inflazionato ma comunque competitivo, è difficile arricchirsi (e soprattutto devi combattere contro i colleghi civili del vecchio ordinamento che si svendono per quattro spiccioli, riciclandosi nell'impiantistica a causa della crisi del settore delle costruzioni, ti rubano il lavoro giocando al ribasso).
Difficile consigliarti perchè la scelta dipende dalla tua situazione, se sei disposto a girare per l'Italia oppure no, se preferisci le piccole aziende o quelle grandi, se vivi in una zona con industrie metalmeccaniche oppure in una zona più agricola o turistica... le possibilità dipendono da questi fattori.


Grazie tante, è stato molto esaustivo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 19 aprile 2020, 16:02 
Non connesso

Iscritto il: domenica 19 aprile 2020, 15:03
Messaggi: 2
Prima di iscriverti alla magistrale ti consiglio di provare a cercare lavoro...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it