IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 16 dicembre 2019, 1:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: martedì 8 febbraio 2011, 14:35 
Non connesso

Iscritto il: martedì 11 gennaio 2011, 16:33
Messaggi: 4
Salve a tutti io sono un ingegnere meccanico e sto sostenendo l'esame per inscrivermi all'albo, vorrei porvi un quesito.
Ho letto il DL 328 /2001 che ripartisce l'ordine degli ingegneri in tre settori e ad ognuno attribuisce delle competenza ( art.46 comma 1), poi però rileggendo l'art 1 comma 2 che recita "Le norme contenute nel presente regolamento non modificano l'ambito stabilito dalla normativa vigente in ordine alle attività attribuite o riservate, in via esclusiva o meno, a ciascuna professione.", sembra come se in realtà è rimasto tutto come prima e cioè che ogni ingegnere è responsabile di quello che firma, quindi ciò che può fare o non può fare è dettato dall'etica come stabiliva il regio decreto del 1925, n. 2537. D'altronde mettiamo caso che io dovessi progettare un ascensore che ha bisogno di una struttura portante autonoma.
L'ascensore di per se è una macchina quindi lo posso progettare in qualità di ing. industriale, ma la struttura portante che è parte integrante della macchina stessa la deve fare un civile ambientale?

QUINDI LA DOMANDA è, CHI LO STABILISCE COSA PUò FARE UN ING. INDUSTRIALE, LA LEGGE O L'ING. STESSO?


grazie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: martedì 29 marzo 2011, 10:29 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 2 agosto 2010, 14:06
Messaggi: 8
Domanda da un milione di punti...!!!
Non solo il Dpr 328 afferma che nell'art.1 che non ha intenzione di modificare l'ambito delle competenze professionali (per le quali so esserci allo studio un'apposita riforma!!!), ma questo concetto è presente nella legge delega al DPR e ribadito in una sentenza del Consiglio di Stato 1473/2009.

Ciò nonostante se chiedi al tuo ordine quale siano le tue competenze ti molto probabilmente ti risponderanno che puoi occuparti di tutte le opere impiantistiche ad esclusione delle opere edili...ma vedrai che a domanda specifica in cui chiederai di delineare il confine in modo preciso nessuno saprà risponderti...innanzitutto perché nella definizione di opere edili ci sta un po' tutto, strutture architettonico etc. e poi perché non significa niente:

1) Esempio: Opere di riqualificazione energetica con ristrutturazione impianto di riscaldamento e rifacimento facciata con cappotto, devo presentare una pratica edilizia (D.I.A. edilizia libera o qualunque cosa ci voglia!) quindi mi è preclusa?

2) Impianto fotovoltaico su copertura (idem)

Di esempi come il tuo ascensore ce ne sono a bizzeffe, perché questa interpretazione del DPR che divide le competenze tra ingegneri è molto debole e non capisco come possa essere quella che va per la maggiore.

Un'altra interpretazione che non riseco a capire è la percepita differenza tra le competenze di ingegneri Vecchio Ordinamento e Nuovo Ordinamento nelle competenze (I primi, secondo molti, avrebbero potere di firma secondo le norme antecedenti al DPR 328, i secondi invece no!).
Da nessuna parte è scritto che tra i due c'è differenza nelle competenze.
L'unica disparità consiste nell'esame di stato e nelle sue modalità di svolgimento.
Perché le restrizioni di competenza dovrebbero colpire solamente i N.O.??? dove sta scritto
O il DPR non modifica le competenze professionali o le modifica per tutti e quindi un ingegnere V.O. che si iscrive nel settore industriale ha le medesime limitazioni del N.O. ( a prescindere dall'esame di stato che ha sostenuto)

E comunque, a parte i discorsi credo che per dare certe interpretazioni bisognerebbe basarsi su ciò che è scritto e non su ciò che si presume, perché nel DPR si scrive:

Art.1 comma 2: "Le norme contenute nel presente regolamento non modificano l'ambito stabilito dalla normativa vigente in ordine alle attivita' attribuite o riservate, in via esclusiva o meno, a ciascuna professione"

ma poi si presume che una differenza ci sia perché le diverse classi di laurea danno la possibilità di accesso solo ad alcuni settori di iscrizione ed in questi si elenca le attività maggiormente caratterizzanti...

...A me sembra che questa interpretazione ci sia perché merita a qualcuno...in attesa che la riforma delle professioni di cui si parla da tempo si concretizzi...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: martedì 29 marzo 2011, 18:09 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 marzo 2011, 15:26
Messaggi: 83
Il DPR modifica le competenze solo per i N.O. per il semplice motivo che i V.O. potevano firmare TUTTO. Loro sono iscritti automaticamente a tutti e 3 i settori... Quindi anche messo il caso che le competenze nuove valgono anche a loro, cosa cambia.? Quel progetto è di competenza civile? Bene, un V.O. può firmarlo.! Di competenza industriale.? Idem. E' l'iscrizione all'albo che è diversa...

Per quanto riguarda i "confini", credo che sia difficile stabilirli per il semplice fatto che in motli casi "non ci sono". Esempio: Devi fare un impianto FV su un tetto (usando l'esempio di prima). Gli "impianti ad uso civile" sono di competenza del settore civile (vero), ma è anche vero che un industriale può progettare "impainti di generazione/trasformazione/distribuzione dell'energia" (quindi è anche di competenza sua).!!! Così come un isolamento a cappotto (in quanto si tratta comunque di "giocare sul termine energia"), anche se in questo caso si è un pò al limite...

Per quanto riguarda "chi controlla": TUTTI e NESSUNO. Quando ho fatto l'esame dis tato (qualche mese fà), un consigliere dell'ordine (in collaborazione con qualche mio prof) tenne delle lezioni sul futuro che ci attendeva. Sul fatto delle competenze disse: Chiunque può firmare qualunque cosa, e chiunque può rifiutarti il progetto.! In che senso... Tu fai un progetto (anche se è spudoratamente palese che non è di tua competenza), ma nessuno ti dice nulla... Allora è valido.! (salvo che magari in futuro ci sia una causa per problemi riferiti a quel progetto, e non ti accusano per "non competenza", quindi violazione del codice deontologico e civile).

Analogo discorso anche per "sforare" in competenze altrui... Se devi fare un impanto di pompaggio per una piscina, è ovvio che nel progetto ci metti anche la parte riferita ai 4 muri di c.a. per fare la sala macchine)... L'importante è che "generalmente" è un impianto industriale... (almeno così mi è stato detto da qualche prof, ed è così che fanno loro).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: martedì 29 marzo 2011, 18:09 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 25 marzo 2011, 15:26
Messaggi: 83
con la fretta ho scritto davvero male o_O :oops: :shock:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: lunedì 4 aprile 2011, 19:58 
Non connesso

Iscritto il: sabato 19 marzo 2011, 14:00
Messaggi: 5
ingjrnicola ha scritto:
Il DPR modifica le competenze solo per i N.O. per il semplice motivo che i V.O. potevano firmare TUTTO. Loro sono iscritti automaticamente a tutti e 3 i settori... Quindi anche messo il caso che le competenze nuove valgono anche a loro, cosa cambia.? Quel progetto è di competenza civile? Bene, un V.O. può firmarlo.! Di competenza industriale.? Idem. E' l'iscrizione all'albo che è diversa...

Per quanto riguarda i "confini", credo che sia difficile stabilirli per il semplice fatto che in motli casi "non ci sono". Esempio: Devi fare un impianto FV su un tetto (usando l'esempio di prima). Gli "impianti ad uso civile" sono di competenza del settore civile (vero), ma è anche vero che un industriale può progettare "impainti di generazione/trasformazione/distribuzione dell'energia" (quindi è anche di competenza sua).!!! Così come un isolamento a cappotto (in quanto si tratta comunque di "giocare sul termine energia"), anche se in questo caso si è un pò al limite...

Per quanto riguarda "chi controlla": TUTTI e NESSUNO. Quando ho fatto l'esame dis tato (qualche mese fà), un consigliere dell'ordine (in collaborazione con qualche mio prof) tenne delle lezioni sul futuro che ci attendeva. Sul fatto delle competenze disse: Chiunque può firmare qualunque cosa, e chiunque può rifiutarti il progetto.! In che senso... Tu fai un progetto (anche se è spudoratamente palese che non è di tua competenza), ma nessuno ti dice nulla... Allora è valido.! (salvo che magari in futuro ci sia una causa per problemi riferiti a quel progetto, e non ti accusano per "non competenza", quindi violazione del codice deontologico e civile).

Analogo discorso anche per "sforare" in competenze altrui... Se devi fare un impanto di pompaggio per una piscina, è ovvio che nel progetto ci metti anche la parte riferita ai 4 muri di c.a. per fare la sala macchine)... L'importante è che "generalmente" è un impianto industriale... (almeno così mi è stato detto da qualche prof, ed è così che fanno loro).




ciao a tutti ho visto la vostra discussione e mi è sembrata molto interessante, in quanto anche io mi trovo nella stessa situzione.
Io sono un ing scritto all'albo settore A indirizzo industriale, e mi è stato proposto di progettare una struttura in acciaio di un impianto di raffreddamento di un fluido; in base alle norme che avete citato prima:

Art.1 comma 2: "Le norme contenute nel presente regolamento non modificano l'ambito stabilito dalla normativa vigente in ordine alle attivita' attribuite o riservate, in via esclusiva o meno, a ciascuna professione"

credo che possa progettare e timbrare e credo che lo faro :D .....
voi che ne pensate? dalla discussione mi sembra che siete d'accordo con me


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: lunedì 18 aprile 2011, 18:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 7 giugno 2008, 14:41
Messaggi: 520
Località: Bolzano
Ciao a tutti, ne approfitto di questa discussione dal momento che anche io sono meccanico. Ho un dubbio su un incarico che mi è stato proposto e spero nel vostro aiuto. L'incarico è relativo alla progettazione impiantistica di un centro di cottura da realizzare all'interno di un edificio esistente (un corpo isolato che attualmente ospita un archivio ed è composto da un unico ambiente di 700 mq). Nell'incarico è anche chiesta la definizione del lay-out ambientativo, in cui viene ridefinita l'architettura interna dell'edificio per far posto ai vari locali che compongono il centro di cottura, mettendo in evidenza sia i componenti/macchinari principali (celle frigorifere, lavastoviglie, confezionatrici, banchi di lavoro, forni, cuocipasta, brasiere, ecc.), sia i flussi di materiale e persone. La mia impressione è che si tratti di un lavoro che richiama gli impianti industriali, ma non vorrei che, per il solo fatto che cambia l'architettura interna dell'edificio, non posso firmare tale elaborato poichè si tratta di una competenza edile. Voglio sottolineare che l'elaborato non è relativo ad un progetto architettonico/edile (per quello ci sarà un incarico a parte che ovviamente rifiuterò) ma solo alla sistemazione ambientativa delle macchine e degli ambienti. Secondo voi è giusta la mia impressione oppure non ho competenze nemmeno per questo genere di lavoro?
Grazie di cuore a chi mi aiuta (in realtà ho anche posto la questione all'Ordine, ma penso che il loro indirizzo più adeguato debba essere [email protected]).

_________________
Siete sicuri di conoscere bene voi stessi?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: mercoledì 20 aprile 2011, 20:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 7 giugno 2008, 14:41
Messaggi: 520
Località: Bolzano
Ci sono degli ing. meccanici n.o.?

_________________
Siete sicuri di conoscere bene voi stessi?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: giovedì 21 aprile 2011, 19:14 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 28 novembre 2008, 14:21
Messaggi: 591
Ninov ha scritto:
Ciao a tutti, ne approfitto di questa discussione dal momento che anche io sono meccanico. Ho un dubbio su un incarico che mi è stato proposto e spero nel vostro aiuto. L'incarico è relativo alla progettazione impiantistica di un centro di cottura da realizzare all'interno di un edificio esistente (un corpo isolato che attualmente ospita un archivio ed è composto da un unico ambiente di 700 mq). Nell'incarico è anche chiesta la definizione del lay-out ambientativo, in cui viene ridefinita l'architettura interna dell'edificio per far posto ai vari locali che compongono il centro di cottura, mettendo in evidenza sia i componenti/macchinari principali (celle frigorifere, lavastoviglie, confezionatrici, banchi di lavoro, forni, cuocipasta, brasiere, ecc.), sia i flussi di materiale e persone. La mia impressione è che si tratti di un lavoro che richiama gli impianti industriali, ma non vorrei che, per il solo fatto che cambia l'architettura interna dell'edificio, non posso firmare tale elaborato poichè si tratta di una competenza edile. Voglio sottolineare che l'elaborato non è relativo ad un progetto architettonico/edile (per quello ci sarà un incarico a parte che ovviamente rifiuterò) ma solo alla sistemazione ambientativa delle macchine e degli ambienti. Secondo voi è giusta la mia impressione oppure non ho competenze nemmeno per questo genere di lavoro?
Grazie di cuore a chi mi aiuta (in realtà ho anche posto la questione all'Ordine, ma penso che il loro indirizzo più adeguato debba essere [email protected]).


Ma che problemi ti fai :biggrin: . Prendi sto lavoro, voglio vedere chi ti potrà contestare che non hai le competenze.
Magari il cuoco non sarà in grado di disegnare il lay-out e definire i flussi di materiale/personale con qualche diagramma (che nota bene :badgrin: impari solo se fai INGEGNERIA GESTIONALE :azz: ) ma secondo me se lui detta e l'ingegnere scrive viene fuori del buono :D .


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: giovedì 21 aprile 2011, 19:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 7 giugno 2008, 14:41
Messaggi: 520
Località: Bolzano
Sì, in effetti anche io non mi porrei il problema, però sono quei dubbi che ti vengono all'improvviso e non sai come mandare via. La riflessione non era tanto incentrata sul fatto che io decido una sistemazione dei macchinari ma che a seguito di ciò si viene a ridefinire anche l'architettura del capannone (che adesso è un unico ambiente vuoto, e verrà suddiviso in deposito, cucina, lavaggio, spogliatoi, ecc.). In cuor mio credo di non dover avere problemi per la firma, spero solo che l'Ordine (zzzzz...!) mi dia conferma di quello che penso. Speruma bin! :)
Grazie per il sostegno, ciao!

_________________
Siete sicuri di conoscere bene voi stessi?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Competenze Ing. meccanico
MessaggioInviato: mercoledì 30 settembre 2015, 19:59 
Non connesso

Iscritto il: martedì 25 novembre 2014, 17:08
Messaggi: 117
Ninov ha scritto:
Ci sono degli ing. meccanici n.o.?


IO...
E firmo di tutto e di più, vario da un settore all'altro cn disinvoltura!!
Ovviamente faccio quello che so fare....

Ed ora basta, i SETTORI NON CONTANO NULLAAAAAAA!!!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010