IngForum il forum di Ingegneri.info
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /home/prod.ingegneri.info/public_html/wp-content/themes/teknoring/tk-posts/taxonomy.php on line 210: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given
Visita le sezioni:

Oggi è sabato 17 novembre 2018, 0:04

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: 10 ragazzi per te posson bastare
MessaggioInviato: sabato 4 agosto 2012, 1:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
Il rapporto pensionati iscritti è intorno a 10 e va rapidamente scendendo.
Inarcassa distribuisce le pensioni secondo il sistema a ripartizione (l'alternativa è a capitalizzazione).
I contributi versati oggi servono per coprire le pensioni in essere.
I metodi di calcolo retributivo o contributivo della pensione, non hanno nulla a che vedere
con la gestione finanziaria dell'ente.
Servono solo per avere dei parametri su come effettuare la ripartizione dei contributi.
Attualmente, con il sistema retributivo molto generoso, si è fatto in modo da
distribuire pensioni coperte solo al 40% dai contributi versati.
Ciò, ben sapendo che il sistema si sarebbe inceppato quando i futuri pensionati,
non avranno più i 10 ragazzi che versano i contributi (gli ingegneri non possono crescere
in maniera esponenziale, ma se ne sono sempre fregati).
Il periodo in cui il giochetto funziona è definito "sostenibilità".
Quando finisce il periodo di sostenibilità dell'ente, vi è il default.
Con la riforma si garantisce la sostenibilità a 50 anni, non per sempre come sarebbe
giusto e come hanno fatto i commercialisti nel 2004.
Quindi, la riforma non è altro che una ulteriore fase in cui si garantiscono altri
privilegi a chi non ha pagato, accumulando ulteriori debiti sul futuro.
Quando si dovrà aumentare ulteriormente la sostenibilità dell'ente, per evitarne il default, le promesse
che vengono oggi fatte, saranno ancora una volta disattese e si avranno altri giri di vite
su contributi e modalità di uscita.
Quello che si sta evidenziando è la profonda ingiustizia tra chi è costretto a versare
sempre di più, sapendo che buona parte di questi contributi non torneranno indietro,
nei confronti di che prende o prenderà la pensione tra poco.
Nel bilancio 2011 solo metà dei contributi sono stati accantonati, considerando nulla
la rendita del patrimonio.
Con il rapido aumento dei pensionati nei prossimi anni, che usufruiranno per intero della
generosità del sistema retributivo, se non ci fossero stati gli ultimi aumenti, i contributi
che si versavano prima (10 +2) già non sarebbero più bastati.
Il metodo di calcolo contributivo introdotto, evidenzierà sempre di più la profonda
ingiustizia tra generazioni in quanto a fronte di maggiori contributi, si avranno pensioni
nettamente inferiori.
La sola riforma da fare, è quella di allungare da subito l'età pensionabile, anche a 70 anni,
e tassare i pensionati, per evitare che
un pensionato consumi quel poco di patrimonio che c'è, e che è anche dei 10 ragazzi.
Buone vacanze.

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: 731086 e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010