IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 15 agosto 2020, 8:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 141 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 11 aprile 2016, 14:15 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1589
a.d3angel1s ha scritto:
per prima cosa condoglianze per la tua perdita. per quanto riguarda il tuo dubbio, io non lascerei senza avere un'alternativa. corri il rischio di restare a piedi piu' del preventivato, ed a mio parere e' molto piu' snervante stare a casa senza far niente piuttosto che stare in ufficio (pagato) senza far niente. poi credo che capiteranno occasioni in cui ti daranno sufficiente preavviso per andare al colloquio.

non mi farei nemmeno troppi problemi a spiegare la tua situazione di questi 8 mesi troppo nel dettaglio in fase di colloquio. e' difficile da spiegare e rischi di veicolare il concetto sbagliato (il selezionatore puo' farsi venire il dubbio che la tua poca esperienza non sia frutto della disorganizzazione della tua precedente situazione ma piuttosto il risultato del tuo modo di lavorare, puo' suonare come una scusa preventiva in caso di aspettative non all'altezza). L'unica cosa, ecco, non presentarti come "super esperto embedded", ma per il resto non insistere oltre in spiegazioni. in bocca al lupo.

Esatto...non scendere troppo nel dettaglio.
Farai capire al tuo esaminatore, che sei ambizioso, vuoi imparare di più e lavorare di più e, nella posizione che ricopri adesso, per motivi aziendali (mancanza di progetti , calo di lavoro dell'azienda etc) non riesci.
Così motivi anche la tua ricerca di altro lavoro.
Confermo che stare a casa senza lavorare è snervante...tieni duro!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 11 aprile 2016, 17:21 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 luglio 2015, 20:27
Messaggi: 233
a.d3angel1s ha scritto:
per prima cosa condoglianze per la tua perdita. per quanto riguarda il tuo dubbio, io non lascerei senza avere un'alternativa. corri il rischio di restare a piedi piu' del preventivato, ed a mio parere e' molto piu' snervante stare a casa senza far niente piuttosto che stare in ufficio (pagato) senza far niente. poi credo che capiteranno occasioni in cui ti daranno sufficiente preavviso per andare al colloquio.

non mi farei nemmeno troppi problemi a spiegare la tua situazione di questi 8 mesi troppo nel dettaglio in fase di colloquio. e' difficile da spiegare e rischi di veicolare il concetto sbagliato (il selezionatore puo' farsi venire il dubbio che la tua poca esperienza non sia frutto della disorganizzazione della tua precedente situazione ma piuttosto il risultato del tuo modo di lavorare, puo' suonare come una scusa preventiva in caso di aspettative non all'altezza). L'unica cosa, ecco, non presentarti come "super esperto embedded", ma per il resto non insistere oltre in spiegazioni. in bocca al lupo.

appunto, devo ponderare bene ciò che dico e come mi pongo, ogni cosa potrebbe essere a mio sfavore, come tu ben hai sottolineato, sia da un lato sia dall'altro.
Gli HR continuano a chiamarmi, anche senza che io faccia application, ma (ci mancherebbe) si tratta sempre della solita schifosa consulenza, peraltro negli stessi ambiti e per gli stessi clienti molto poco lusinghieri di cui ho sentito parlare male male a livello organizzativo (Marelli ecc).
Pensavo quindi di sfruttare 2 motivazioni, per il cambiamento: il voler uscire dal mondo della consulenza e del body rental (tra l'altro motivazione più che reale!), e voler vedere più hardware (anche questa vera). Tra l'altro quest'ultima porterebbe a non approfondire più di tanto la mia esperienza attuale, essendo un cambio di rotta, ma porterebbe ad approfondire più che le cose che sto studiando da autodidatta, sottolineando quantomeno la mia dedizione (si spera...)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 4 maggio 2016, 22:58 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 luglio 2015, 20:27
Messaggi: 233
aggiornamento amici miei, per chi si fosse appassionato alla vicenda :lol: forse l'ultimo, visto che sto perdendo le speranze...
Con un tempismo quasi surreale, mi avevano fissato un colloquio con Infineon, ma contemporaneamente dopo 2 mesi di totale inattività hanno scoperto un bug nel codice quindi mi sono dovuto dovuto mettere a re-imparare tutto il codice per risolvere il problema. Per cui, non ho potuto studiare per il colloquio. Pensavo comunque fosse una cosa semplie, così me lo avevano descritto al telefono...invece è stato un massacro, c'erano domand molto tecniche e diffcili (con test scritto e poi colloquio), mi hanno detto che mi fanno sapere ma ovviamente ho già capito che non ci sarà un seguito. Mi rincuora il fatto che mi hanno pagato il viaggio e l'hotel, inoltre la posizione non era l'ideale (product engineer su regolatori di tensione...).
In più al lavoro sono totalmente scazzato, essendo consulente sono trattato come un lavoratore di serie B e non ho strumentazione e board per fare il debug. A causa di questo, ci sto mettendo troppo tempo per risolvere il problema e oggi il project manager, tedesco, mi ha "cazziato" al meeting settimanale. Non m ne è fregato nulla, però ho paura per la reputazione quando cambierò lavoro, ecco. Per lo meno sto imparando qualcosa sui sistemi embedded in ambito automotive, sulle tecniche di debug ecc, su un software abbastanza usato ecc, però ho ancora la sensazione di star perdendo tempo perchè non è la strada professionale che voglio intraprendere.
Nel mentre continuo a guardarmi incontro da come progettista (digital designer, physical designer ma anche analog designer) non trovo nulla, purtroppo, e il colloquio tecnico alla Infineon mi ha fatto scattare un grande campanello di allarme sul fatto che ai prossimi colloqui devo prepararmi come si deve, o meglio non andarmi proprio.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 5 maggio 2016, 13:00 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 975
L'automotive è un grande settore, inoltre non ti fissare su una carriera precisa che hai in mente, impara piuttosto a restare in ascolto per buone occasioni e ad apprendere quello che puoi da ogni situazione. Non è facile imporsi una carriera, ma è molto facile perdere delle occasioni perchè pensi che in quel ruolo o settore non ti troveresti bene.
Per andare all'estero senza agganci devi essere tecnicamente molto forte, oppure molto fortunato, ormai dovresti aver capito che non ci sono tappeti rossi per nessuno.
Cerca piuttosto di impegnarti nel lavoro di adesso ed evita uscite immature come "non me ne frega niente se il PM mi cazzia", non hai 16 anni...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 5 maggio 2016, 15:56 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 432
in bocca al lupo, infineon e' un'ottima azienda e credo abbiano delle opening come digital designer. In ogni caso io non farei mai il product/application engineer se ti senti portato per una carriera tecnica, quello si che e' un massacro.

per quanto riguardo la cazziata del PM... io non ho 16 anni ma da parecchio ho imparato a fregarmene delle cazziate dei PM... :D d'altronde, anche loro devono giustificarsi lo stipendio... :)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 5 maggio 2016, 19:12 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 16 luglio 2015, 20:27
Messaggi: 233
Ma non è che non mi interessa se mi cazzia a priori...il problema è tutto il precedente, e non è che voglio trovare nessuna scusante, sono fin troppo duro con me stesso. Se io non sono stato formato, ne dalla società di consulenza ne dalla società cliente, se non mi hanno fornito la piattaforma hardware di debug richiesta 3 volte, insomma se non mi hanno messo in condizioni di lavorare al meglio, è logico che do un peso diverso alla cazziata. Il mio,unore magari non aiuta, ma loro di certo mi hanno abbandonato a me stesso....
In ogni caso la senior connsultant, con toni molto sgarbati, mi ha detto che lunedi torneró in sede. Vediamo come si evolvono le cose.
Non è tanti il fissarmi su una carriers o un settore, è proprio che fare il software engineer a me non piace...fare altro, all interno del settore automotive, magari si.
Cmq anche altre persone mi hanno detto che sostanzialmente il problema è la consulenza...da quando sono dentro, 6 mesi, conosco almeno 10 persone che si sn licenziate dalla mia società....

Per quanto riguarda il product engineer infatti era proprio quella la mia perplessità


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 6 maggio 2016, 10:25 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 975
Purtroppo sei in una situazione spiacevole, a questo punto potresti valutare di andartene per qualunque altro tipo di occasione blandamente connessa con cose che ti interessano, appunto senza stare lì a cercare occasioni perfette.... Le occasioni te le creerai poi sfruttando una rete di conoscenze.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 6 maggio 2016, 12:21 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 432
un po' di considerazioni sparse:

product/application engineer e' un ruolo in cui sei il "rappresentante tecnico" della societa' presso il cliente. per cui il cliente si sfoga con te e tu essenzialmente non sei talmente dentro al progetto per poter rappresentare qualcosa di piu' di un semplice raccordo tra il cliente e gli sviluppatori. ma molte volte gli sviluppatori tenderanno ad ostacolarti (il cliente dice che c'e' un problema, gli sviluppatori non lo riconoscono per pararsi il c***o), insomma, quello e' un vero e proprio massacro. pero' hai piu' possibilita' di crescere a livello manageriale e di salario.

i toni sgarbati sono cosa comune in italia ma all'estero non sono mai stato cazziato da nessuno e sul luogo di lavoro si mantiene professionalita': ci puo' essere una discussione ma si rimane nell'ambito professionale senza sfociare nello "sgarbo". in italia invece vige la mentalita' della giungla: mi ricordo ancora una discussione di quando lavoravo in italia in cui due colleghi vennero alle mani praticamente.

concordo con whiterabbit, io a sto punto prenderei la prima opzione possibile e cercherei di ricostruire da li', alla lunga la frustrazione sul posto di lavoro ti sfianca.

all the best!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 6 maggio 2016, 13:49 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 975
Mmm di solito è il product manager che ha una visione più "esposta" verso il cliente e la comunicazione, mentre il product engineer ha una visione d'insieme del prodotto che è focalizzata sugli aspetti di manutenzione e qualità - quindi più tecnica anche se abbastanza lontana dalla ricerca & sviluppo. Ma immagino dipenda dalle dimensioni dell'azienda e dalla sua struttura organizzativa. A volte le sfumature di grigio sono notevoli, anche per questo consiglio di non focalizzarsi troppo su una carriera precisa, il mondo è abbastanzo vario e complesso.
Certo tutti i ruoli di stampo manageriale o comunque direttivo (focus sul prodotto, mediazione fra le parti interne all'azienda o fra esterno e interno ecc.) sono più remunerative, ma deve anche piacerti quello che fai.

Per quanto riguarda i meeting purtroppo sono cose culturali, diciamo che mediamente gli inglesi sono notoriamente polite e anzichè mandarti a quel paese, they respectfully disagree. :mrgreen:
Può piacere o non piacere ma di certo in Italia capita spesso che le atmosfere siano diverse e "meno fredde" rispetto a buona parte d'Europa, vero. Poi dipende sembra da quanto spesso uno esagera...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 6 maggio 2016, 17:40 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 432
whiter4bbit ha scritto:
Per quanto riguarda i meeting purtroppo sono cose culturali, diciamo che mediamente gli inglesi sono notoriamente polite e anzichè mandarti a quel paese, they respectfully disagree. :mrgreen:
Può piacere o non piacere ma di certo in Italia capita spesso che le atmosfere siano diverse e "meno fredde" rispetto a buona parte d'Europa, vero. Poi dipende sembra da quanto spesso uno esagera...


in italia non mi ero fatto mancare litigi quasi alle mani, lacrime, parolacce... un po' di tutto (come spettatore, per fortuna).

concordo sulla mentalita' inglese del politeness a tutti i costi (e della loro falsita' essenzialmente), ma no e' eslusivamente inglese, ho lavorato con gente da tutti i continenti, solo gli italiani in un meeting sembra che debbano andare in guerra. poi diciamo che il pragmatismo inglese (Estero?) in italia ce lo sognamo, per gli inglesi "business is business" in ogni frangente.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 141 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it