IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è giovedì 14 novembre 2019, 18:54

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 57 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 20 maggio 2017, 15:36 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 19 maggio 2017, 10:01
Messaggi: 8
deltax ha scritto:
enaud84 ha scritto:
solo in italia c'è sto schifo..
all'estero un ingegnere qualificato arriva anche a 80K mentre un medico all'estero arriva a 90-100K. C'è un po di differenza e ci sta.
In italia un medico è pagato mediamente il doppio di un ingegnere senon il triplo.

L'italia non è un paese per laureati, ma, per medici e farmacisti (che hanno la farmacia).
Io sto valutando attentamente l'estero non posso vedere che crape, solo per aver superato un test del CAxxO o aver vinto un ricorso arrivano a prendere il doppio di me, avendo studiato solo a memoria!! non l'accetto e non è giusto..

ti posso chiedere se sei un neolaureato?
Vedo l'incazzatura tipica di un neolaureato. Quando mi sono laureato, nel non troppo lontano ottobre del 2014, scrivevo qui con gli stess rant che oggi tu ci proponi. Non riuscivo a capire come qui (ma anche altrove) " se si arriva a guadagnare 1500 euro. A quasi 3 anni di distanza, mi sono allineato con lo stesso pensiero, se non peggio, diventando il peggio disilluso e appogiato sugli allori. Essere il più bravo del tuo corso non conta un CAxxO, prendere 30 studiando la metà degli altri non conta un CAxxO, essere stra motivato non conta un CAxxO, voler capire le materie e gli argomenti invece di passare l'esame e basta non conta un CAxxO, appassionarsi realmente ad una materia non conta un CAxxO. Voler innovare, voler dare il proprio contributo per fare qualcosa di grande, non conta un CAxxO. Una volta laureato non sai fare un CAxxO e non sei nessuno in ogni caso, che tu ti sia laureato con 80 o con 110; non puoi contrattare lo stipendio, e scordati di essere entusiasta o di tentare di migliorare qualche processo. Scordati di imparare qualcosa di utile con alta efficienza (di insegnamento dico).
Non so come è all'estero, non essendoci mai stato. Pensavo fosse l'edolarado, ci ho provato ad andermene ma ho fallito. Bisogna abbracciare il fallimento ed essere consapevoli che viviamo in una società, quella italiana, fallita. Chi è abbastanza fortunato come me da guadagnare una cifra dignitosa non si dovrebbe fare seghe mentali sulla passione, quelle sono puttanate morte e sepolte. Adesso vado li, mi faccio le mie 8 ore di croce e via. Rassegnazione è la parola chiave. Altrimenti rischiamo di stare anni a roderci il fegato senza alcun risultato pratico. Filosofia della rassegnazione e del fottesega e passa tutto.

No mi sono laureato nel 2011.. stando a contatto con molti medici e specializzando ho il fegato spappolato


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 9 giugno 2017, 18:25 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 955
Cerchiamo di capirci, il confronto è fra ingegneria gestionale e medicina, e la domanda è stata fatta da un ragazzo con possibilità economiche elevate.

Premesse ovvie: si tratta di due lavori completamente diversi, e nel caso di medicina avresti il pieno supporto della famiglia a livello di consulenza di carriera.

Il destino dell'ingegnere gestionale è quello di fare il manager in società private di stampo tecnico, tendenzialmente multinazionali. Quindi non è una laurea particolarmente tecnico-matematica (rispetto alle altre ingegnerie), ma più un trampolino di lancio verso un lavoro nel campo dell'economia aziendale. Ovviamente un figlio di medici che ha fatto il liceo scientifico e ha la passione dell'informatica è probabilmente molto confuso da questa definizione, ma sta a lui informarsi per cercare di orientarsi.

Se scegli ingegneria gestionale, l'idea è che sfrutti le tue possibilità economiche per studiare nelle università migliori delle città più grandi (quelle dove operano le multinazionali), possibilmente laureandoti con un voto alto e magari facendo seguire, alla laurea, un MBA o qualche altro corso di specializzazione.
Successivamente dovrai farti le ossa in aziende molto grandi (spesso di consulenza), e stressarti un minimo per fare il carrierista; se resti dipendente, partirai con un salario sui 27k e nel giro di qualche anno arriverai a un ruolo senior con un salario di 40/50k. Ossia sarai inquadrato come quadro o dirigente, diciamo attorno ai 35 anni.

I soldi veri tuttavia li fai se inizi ad entrare nel mondo dell'imprenditoria, quindi ad avere redditi che non siano da lavoro dipendente (tipicamente equity). A questo punto non c'è più un vero limite e il salario di un medico è polverizzato (parliamo di quando avrai 45/50 anni).

Sono due carriere che richiedono molto impegno e sacrificio, non solo durante gli anni di studio, ma che, soprattutto nel medio-lungo termine, ripagano molto dal punto di vista finanziario; mi sembra comunque importante chiarire che se vuoi davvero "fare i soldi" devi essere disposto a sacrificare moltissimo, scordati le 40 ore di lavoro 9-18 di un impiegato.

Detto questo, la differenza principale fra le due è probabilmente che con medicina avresti una sorta di "imbuto" che bene o male ti conduce a fare un mestiere che già conosci e che sai essere a scarso rischio di fluttuazioni (nell'occupabilità e nel reddito), mentre la carriera manageriale è più rischiosa, dipende molto da come ti muovi, dalle persone che impari a conoscere, dalle porte che riesci ad aprire e tenere aperte ecc. Può benissimo darsi che finisci a fare "solo" l'impiegato di lusso (comunque i 35k non te li toglie nessuno).

In generale dipende dalla vita che vuoi fare, ad esempio uno studio medico lo puoi aprire anche nel paesello vicino alla famiglia, mentre se gestisci progetti per una società che opera in tutto il mondo aspettati di essere sempre su un aereo e in generale di girare per grandi città.

Comunque, se hai i soldi da investire e tanto spirito di sacrificio, sono due carriere in cui pure il caso peggiore è invidiato un po' da tutti, quindi vai sul sicuro.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 10 giugno 2017, 11:21 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 17 aprile 2017, 16:03
Messaggi: 32
Se ci sono i soldi da investire, perchè prendersi una laurea assolutamente inadatta a fare l'imprenditore e sperare di andare in qualche multinazionale a fare il servo senza orari?
cioè, conosco figli di medici che vivono di rendita dagli affitti... magari un vero ingegnere ci può anche mettere il suo lavoro da progettista per incrementare il valore degli immobili (riqualificazioni energetiche ecc) e farsi amico qualche imprenditore edile per avere i lavori a prezzo di favore. Oppure con i soldi si può anche entrare da socio in una piccola S.r.l. di ingegneria, un neolaureato per il solo pezzo di carta non se lo cagano ma se porta i soldi è altra storia...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 11 giugno 2017, 19:00 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 agosto 2013, 21:53
Messaggi: 213
Basta fare informazione, in Italia i medici sono una casta. Lavorano nel pubblico, sono illicenziabili, hanno un sacco di privilegi e potrei continuare all'infinito.
Fate medicina a tutti i costi e farete la vita da nababbi e potrete fare anche i nullafacenti perché non vi controllato nessuno. Non parliamo di responsabilità che ormai hanno cambiato la legge e sono intoccabili.
Un infermiere guadagna più di un ingegnere. Fate ingegneria solo se avete parenti che vi garantiscano il posto sicuro.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 12 giugno 2017, 14:41 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 428
neoes.1um ha scritto:
Uno specializzando in psichiatria guadagna 1700 euro al mese, un neolaureato in ing può guadagnare da 0 a 1600,e lo stipendio può non crescere per anni. Inoltre un medico ospedaliero guadagna di base 2300 euro a cui aggiungi notti, straordinarie e varie indennità e può fare pure libera professione (non so dove trova il tempo ma si fa, lo fanno in tanti).un direttore di stabilimento guadagna meno di 300 euro mensili, non ha straordinari pagati lavora sabato, domenica, festivi se lavora con produzioni a ciclo continuo...e solo il 5 per cento dei laureati in ingegneria fa "carriera" e non have tempo per La liberal professoone. In ingegnere è in dipendente come un altro, il medico specializzato in ospedale élite assunto come dirigente medico... A livello economico il medico Él il laureato meglio pagato. Soprattutto ora che, con la recessione, gli stipendi nel privato sono più bassi che nel pubblico. Te lo dico come fossi mio figlio:medicina tutta la vita!!









golden slot มือถือ


peccato che entrare in ospedale non e' automatico (come non lo e' entrare in scuola di specializzazione). ma vabbe', dettagli.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 13 giugno 2017, 15:53 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 955
luca462 ha scritto:
Se ci sono i soldi da investire, perchè prendersi una laurea assolutamente inadatta a fare l'imprenditore e sperare di andare in qualche multinazionale a fare il servo senza orari?
cioè, conosco figli di medici che vivono di rendita dagli affitti... magari un vero ingegnere ci può anche mettere il suo lavoro da progettista per incrementare il valore degli immobili (riqualificazioni energetiche ecc) e farsi amico qualche imprenditore edile per avere i lavori a prezzo di favore. Oppure con i soldi si può anche entrare da socio in una piccola S.r.l. di ingegneria, un neolaureato per il solo pezzo di carta non se lo cagano ma se porta i soldi è altra storia...


Dipende cosa intendiamo con "ci sono i soldi" :mrgreen: studiare in un'ottima università italiana te la cavi con 50k-100k, vivere di investimenti richiede un fattore dieci in più.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 13 giugno 2017, 21:56 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 giugno 2014, 19:12
Messaggi: 236
theste ha scritto:
Un infermiere guadagna più di un ingegnere. Fate ingegneria solo se avete parenti che vi garantiscano il posto sicuro.


*


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 6 giugno 2018, 13:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 6 giugno 2018, 13:22
Messaggi: 1
Località: Milano
enaud84 ha scritto:
solo in italia c'è sto schifo..
all'estero un ingegnere qualificato arriva anche a 80K mentre un medico all'estero arriva a 90-100K. C'è un po di differenza e ci sta.
In italia un medico è pagato mediamente il doppio di un ingegnere senon il triplo.

L'italia non è un paese per laureati, ma, per medici e farmacisti (che hanno la farmacia
comprare viagra online sicuro per prezzi più bassi in Italia).
Io sto valutando attentamente l'estero non posso vedere che crape, solo per aver superato un test del CAxxO o aver vinto un ricorso arrivano a prendere il doppio di me, avendo studiato solo a memoria!! non l'accetto e non è giusto..


Mi sembra che tutto questo sia molto situazionale e non può essere considerato obbligatorio in tutta Italia.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 6 giugno 2018, 16:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 giugno 2011, 15:28
Messaggi: 1179
Medicina!

Ti prego! Ingegnere farai la fame!

_________________
https://www.marxists.org/italiano/sezione/arte/lett/animali.htm


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 24 giugno 2018, 12:35 
Non connesso

Iscritto il: domenica 16 aprile 2017, 23:01
Messaggi: 10
Non c'è paragone.
Medicina ha il numero chiuso, non ha la concorrenza esagerata di ingegneria.
Medicina ha un ordine forte e politicamente rappresentato.
Con la laurea in medicina si viene assunti sempre da dirigente medico, anche senza specializzazione si può lavorare al 118.
In specializzazione si è pagati 1700 euro netti, si ha diritto alla maternità, ecc.
I medici lavorano nel pubblico sempre come dirigente medico, che guadagna almeno 2300 euro netti. Se lavorano nel privato guadagnano uguale, perché non hanno la concorrenza di gente che si fa assumere per quattro soldi.
Un ingegnere può essere assunto anche con un inquadramento da operaio. E succede purtroppo.
Fare carriera in Italia per un ingegnere non è facile, perché la stragrande maggioranza Delle aziende italiane sono piccole e il livello culturale degli imprenditori è molto basso. Lasciamo perdere la libera professione che viene da piangere.
Cioè non c'è proprio paragone.
Il direttore di stabilimento negli stabilimenti è uno. I dirigenti medici negli ospedali sono tanti.
Anche senza divenire primario un medico ha una posizione più che buona.
Tralasciamo poi il prestigio sociale.
C'è poco da pensare.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 57 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010