IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 8 dicembre 2019, 23:05

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 151 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 16  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 4 giugno 2018, 21:45 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2018, 21:15
Messaggi: 33
Buonasera a tutti,
sono un neolaureato in Ing. Ambientale magistrale a Modena. Mi sono laureato a Novembre 2016 con 106 e da allora ho iniziato a cercare lavoro (nel frattempo ovviamente anche l'abilitazione alla professione come formalità).
Ho fatto diversi colloqui ma nessuna e dico nessuna proposta concreta di lavoro o anche solo di tirocinio. Tanti colloqui conoscitivi seguiti dal nulla.
Non so più cosa fare, ormai ho un buco nel curriculum di un anno e mezzo. Non so neanche se ho fatto la scelta giusta a livello universitario perchè gli unici sbocchi professionali di Ing. Ambientale sembrano essere la sicurezza sul lavoro e simili, che sinceramente non mi attirano molto.

Cosa mi consigliereste di fare ?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2018, 1:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38241
mi verrebbe da dire prendere il volo verso i Paesi del cosiddetto BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica) perché anche io ci sto pensando sempre più (sono laureato da oltre venti anni più di te)

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 5 giugno 2018, 14:37 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2018, 21:15
Messaggi: 33
Aggiungo qualche dettaglio, chiedo scusa per non averlo scritto subito:

1) Ho 26 anni e mi sono laureato in 5 anni
2) Ho valutato dei master, avete qualche feedback ? Attinenti al mio settore trovo solo master in qualità sicurezza e ambiente che come ho già detto non mi attirano molto. Prima di andare a spendere migliaia di euro in qualcosa che non so neanche se mi piace vorrei pensarci bene. Fare un master in un settore che sembra tirare come la meccanica o l'informatica immagino sia difficile, vista la laurea che ho.
3) Sto cominciando a valutare anche corsi da diplomati tipo disegnatore meccanico CAD o programmatore. Cosa ne pensate ? Credete che la mancanza di un titolo di studio da perito tecnico o da ingegnere meccanico/informatico possa essere un problema ? Non vorrei spendere soldi per un corso e poi essere scartato per non avere un titolo di studio meccanico/informatico.

Qualsiasi altro consiglio è ben accetto. Purtroppo sono una persona molto molto introversa e quindi ruoli commerciali che prevedano contatto con molte persone credo di non essere in grado, mi vedo portato soprattutto per ruoli tecnici che però sarebbero più adatti a una laurea in Ing. Meccanica o Informatica. Questo credo mi abbia penalizzato molto anche ai colloqui.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 7 giugno 2018, 13:51 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1573
captainfox ha scritto:
Buonasera a tutti,
sono un neolaureato in Ing. Ambientale magistrale a Modena. Mi sono laureato a Novembre 2016 con 106 e da allora ho iniziato a cercare lavoro (nel frattempo ovviamente anche l'abilitazione alla professione come formalità).
Ho fatto diversi colloqui ma nessuna e dico nessuna proposta concreta di lavoro o anche solo di tirocinio. Tanti colloqui conoscitivi seguiti dal nulla.
Non so più cosa fare, ormai ho un buco nel curriculum di un anno e mezzo. Non so neanche se ho fatto la scelta giusta a livello universitario perchè gli unici sbocchi professionali di Ing. Ambientale sembrano essere la sicurezza sul lavoro e simili, che sinceramente non mi attirano molto.

Cosa mi consigliereste di fare ?

Ambientale purtroppo è una delle ingegnerie meno appetibili.
Io, dopo anni e anni finalmenet sono nel settore sicurezza e ambiente che mi piace molto (visto che è comuqnue un ruolo piuttosto "tecnico" , nei miei primi 10 anni di lavoor ho fatto tutt'altro proprio ).Però ecco, non tutti siamo uguali.
Io fossi in te non disdegnerei un ruolo nella sicurezza, ma se proprio non ti piace persevera e vedrai che un insermento da qualche parte lo troverai.
Mi sembra di capire che non hai neanche erasmus o esperienze all'estero che ti rendano un pochino più appetibile...se non ti viene fatta una proposta mai mi viene in mente che tu non ti ponga in maniera entusiasta e positiva durante il colloqui .Parlo per esperienza personale: anche io, come te, ho avuto il mio primo lavoro "serio" a un anno e mezzo dalla laurea.Ho sbagliato tantissimi colloqui proprio per come mi rapportavo: si vedeva che non ero motivata (e con il senno el poi mi sono giocata lavori interessanti) , non avevo fiducia in me stessa (l'essere rifiutata tante volte ha minato molto la mia autostima) e mi trovavo in un periodo particolare della mia vita dal punto di vista privato. Non ti abbattere perchè è pochissimo che cerchi.Tieniti in attività con qualsisi lavoro/lavoretto ti capiti e continua a cercare. Che lavoro cerchi?? Che vorresti fare?? La zona del modenese è abbastanza vivace ancora dal punto di vista lavoartivo e se ti accontenti qualcosa trovi.
Nel 2012 ho incontrato proprio a Modena l'assistente con cui diedi, anni prima Scienza delle Costruzioni.Mi disse che tanti laureati di Modena li mandava in paesi extra ue a lavorare. Se mi scrivi in privato ti dico chi è il Prof (ammesso ceh sia ancora a Modena)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 7 giugno 2018, 18:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2018, 21:15
Messaggi: 33
Intanto grazie per la risposta.

Arrivato a questo punto non so più neanch'io che lavoro voglio fare. Ho cercato tutto quello per cui fosse richiesta la laurea in ingegneria ambientale oppure una generica laurea in ingegneria (purtroppo poco a dire la verità). A questo punto sono anche demotivato dal fatto di aver scelto l'indirizzo sbagliato.
Ultimamente ho cominciato a cercare anche lavori da impiegato normale per cui basti un diploma qualsiasi, ma non sono neanche mai stato chiamato a colloquio; anche "accontentarsi" sembra difficile.
Forse mi è mancato l'entusiasmo ai colloqui, ma come faccio ad essere entusiasta di qualcosa che non conosco e non so come sia ? La maggior parte delle volte non si capisce neanche il lavoro per cui mettono fuori l'annuncio...
Non saprei proprio cosa fare, non ho mai fatto nessun lavoro e non so fare niente.
Di uscire fuori dall'Italia lo escludo, non sono mai stato all'estero neanche in vacanza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 7 giugno 2018, 19:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 settembre 2006, 17:19
Messaggi: 1224
Che tristezza leggere questo post...e pensare che nel lontano 2000 chiedevo al mio prof quale ramo dell'Ambientale scegliere e lui rispose"uno vale l'altro" tanto a meno di scegliere georisorse e partire per cantieri petroliferi e simili nel mondo la spendibilità di questa laurea è venuta un pò meno.
Un pò meno perchè quando partì si pensava, viste le condizioni dell'Italia, che arrivassero fondi a non finire e lavoro sicuro. Invece non è stato così.
Durante il mio Erasmus alla Politecnica di Valencia ero tornato ottimista visto l'interesse sull'idrologia che c'era in Spagna....ricordo ancora la campagna elettorale in cui uno dei principali argomenti era il "Plan idrologico nacional"...non come qui da noi dove si parla di reddito di cittadinanza.
Quando tornai in Italia, con il mio indirizzo in Difesa del suolo, ho capito che non c'era nulla per me e alla fine ho finito per fare lo strutturista, dapprima in un'azienda geotecnica e poi come professionista, studiando a più non posso per colmare le lacune con gli strutturisti puri.
E quando mi chiedono che laurea ho e rispondo con orgoglio "Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio con indirizzo in Difesa del Suolo" mi guardano con un misto di compassione e turbamento (visto che nel mio studio sono venuti per le strutture).
Quando mi va bene mi dicono "quello dell'immondizia?" o "quello delle frane?".
E scusate lo sfogo.

_________________
Gli esseri umani seminano il proprio terreno con guai e inciampano nei macigni della loro stessa falsa erronea immaginazione, e la vita è dura.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 7 giugno 2018, 20:07 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1573
el ingeniero ha scritto:
Che tristezza leggere questo post...e pensare che nel lontano 2000 chiedevo al mio prof quale ramo dell'Ambientale scegliere e lui rispose"uno vale l'altro" tanto a meno di scegliere georisorse e partire per cantieri petroliferi e simili nel mondo la spendibilità di questa laurea è venuta un pò meno.
Un pò meno perchè quando partì si pensava, viste le condizioni dell'Italia, che arrivassero fondi a non finire e lavoro sicuro. Invece non è stato così.
Durante il mio Erasmus alla Politecnica di Valencia ero tornato ottimista visto l'interesse sull'idrologia che c'era in Spagna....ricordo ancora la campagna elettorale in cui uno dei principali argomenti era il "Plan idrologico nacional"...non come qui da noi dove si parla di reddito di cittadinanza.
Quando tornai in Italia, con il mio indirizzo in Difesa del suolo, ho capito che non c'era nulla per me e alla fine ho finito per fare lo strutturista, dapprima in un'azienda geotecnica e poi come professionista, studiando a più non posso per colmare le lacune con gli strutturisti puri.
E quando mi chiedono che laurea ho e rispondo con orgoglio "Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio con indirizzo in Difesa del Suolo" mi guardano con un misto di compassione e turbamento (visto che nel mio studio sono venuti per le strutture).
Quando mi va bene mi dicono "quello dell'immondizia?" o "quello delle frane?".
E scusate lo sfogo.

Nel mio ateneo ambiente e territorio era fortemente legata a civile e,nonostante io non abbia mai fatto la strutturista, non credo avrei avuto lacune rispetto ad un civile puro. Nella professione devo comunque studiare perché l'Università non basta a preparati al.mondo del lavoro.il campo ingegneria è vasto e non è così facile trovare lavoro nel settore esatto in cui si è fatta la tesi,indipendente mente dal ramo scelto .il nostro amico purtroppo ,oltre alla laurea in corso ,e un bel voto non ha nulla che possa renderlo migliore di altri come lui,neolaureati : non ha fatto esperienze di lavoro di stage,erasmus..io gli consiglio di.mettersi in gioco di più: ha 26 anni, tutta la vita davanti ,deve cercare lavoro fuori regione o fuori provincia,chiedere a qualche studio professionale di fare un tirocinio, cercare borse di studio per assegni di ricerca,dottorati etc.qualcosa prima o poi arriva,e un anno di ricerca,da neolaureati è ormai la media.in bocca al lupo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 7 giugno 2018, 21:18 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2018, 21:15
Messaggi: 33
Ormai cerco lavoro in un raggio di 50-60 km da casa, ho provato a mandare qualche candidatura più lontana ma niente. Già una volta ad un colloquio mi hanno fatto problemi perchè abitavo a 50 km di distanza. Andare più lontano penso sia inutile e non verrei neanche preso in considerazione.
Mi sono candidato anche per tirocini anche in studi professionali ma niente.
Io di ingegneria civile non so davvero niente, ho fatto solo scienza delle costruzioni e tecnica delle costruzioni (male) di cui non mi ricordo più niente e non ero bravo neanche allora (le ho passate a fatica).
Non so davvero cosa fare, Ritornare in università con assegni di ricerca o dottorato non credo sia praticabile visto che non ho un voto altissimo e non ho un curriculum invidiabile


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 8 giugno 2018, 9:55 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1573
fare strutture non ti conviene proprio, il settore civile è in forte crisi.
Ti butti troppo giù: il voto di laurea è di tutto rispetto.
Persevera e vedrai che prima o poi si trova qualcosa.nel frattempo fai qualsiasi lavoro (che ne so, anche la consegna pizza a domicilio) pur di mantenerti attivo.Dai tuoi post traspare molto "scazzo" che non ti porta da nessuna parte.
Le agenzie di lavoro nella tua zona le hai scandagliate?Non ti proprongono nulla?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 10 giugno 2018, 0:17 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2018, 21:15
Messaggi: 33
Ok, proverò così.
Le agenzie per il lavoro le ho provate tutte, nessuna proposta concreta di lavoro o tirocinio. Al massimo proposte di entrare in iter di selezione per i quali non sono mai riuscito a raggiungere il secondo step. Se mai avrò la fortuna di arrivarci purtroppo non sarò pronto e sbaglierò tutto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 151 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 16  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010