IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 13 dicembre 2019, 15:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 151 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 1 settembre 2018, 22:15 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
a.d3angel1s ha scritto:
Jova_PG ha scritto:
Nostalgia di qui? O ti piace godere a distanza delle sofferenze degli ingegneri italiani? :lol:


perche' rimango un ingegnere italiano?

Ti chiedo se gentilmente ci puoi raccontare la tua storia... Quando sei uscito, stipendio e facilità di impiego e come va dono gli italiani all estero


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 1 settembre 2018, 22:54 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 428
731086 ha scritto:
a.d3angel1s ha scritto:
Jova_PG ha scritto:
Nostalgia di qui? O ti piace godere a distanza delle sofferenze degli ingegneri italiani? :lol:


perche' rimango un ingegnere italiano?

Ti chiedo se gentilmente ci puoi raccontare la tua storia... Quando sei uscito, stipendio e facilità di impiego e come va dono gli italiani all estero


e' una storia normalissima :D mandato il CV in UK dopo aver lavorato per due anni in una multinazionale italiana vicino casa: decisi di andar via perche' c'era sentore che la casa madre avrebbe ridotto l'investimento in quella sede (cosa poi avvenuta realmente). Semplicemente mandato un CV all'estero, fatto colloquio e trasferito a 28 anni. Lo stipendio all'inizio era molto piu' alto di quello che prendevo in Italia ma non avevo fatto i conti con il caro vita inglese intorno Londra. Dopo 6 anni che sono qui ed aver cambiato 3 aziende, ho raggiunto uno stipendio medio-alto per il mio lavoro attuale. nel frattempo mia moglie si e' trasferita anche lei ed ha trovato nel suo ambito (economia aziendale).

gli italiani all'estero come sono considerati? bene quelli meritevoli, male quelli incompententi :D In generale l'ingegnere italiano ha una preparazione poco specialistica e molto orizzontale, mentre il mondo del lavoro anglosassone e' molto specializzato in ciascun settore. Poi, discorso a parte per il mercato del lavoro, che qui e' fortemente de-regolamentato. Assumono facilmente e licenziano facilmente.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 4 settembre 2018, 16:30 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
e' una storia normalissima :D mandato il CV in UK dopo aver lavorato per due anni in una multinazionale italiana vicino casa: decisi di andar via perche' c'era sentore che la casa madre avrebbe ridotto l'investimento in quella sede (cosa poi avvenuta realmente). Semplicemente mandato un CV all'estero, fatto colloquio e trasferito a 28 anni. Lo stipendio all'inizio era molto piu' alto di quello che prendevo in Italia ma non avevo fatto i conti con il caro vita inglese intorno Londra. Dopo 6 anni che sono qui ed aver cambiato 3 aziende, ho raggiunto uno stipendio medio-alto per il mio lavoro attuale. nel frattempo mia moglie si e' trasferita anche lei ed ha trovato nel suo ambito (economia aziendale).

gli italiani all'estero come sono considerati? bene quelli meritevoli, male quelli incompententi :D In generale l'ingegnere italiano ha una preparazione poco specialistica e molto orizzontale, mentre il mondo del lavoro anglosassone e' molto specializzato in ciascun settore. Poi, discorso a parte per il mercato del lavoro, che qui e' fortemente de-regolamentato. Assumono facilmente e licenziano facilmente.[/quote]
Ma per capire, stipendio per un laureato con 2 anni di esperienza in Italia a quanto ammontava? 30k netti?
I 70k di cui parli sono lordi o netti?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 4 settembre 2018, 16:51 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 428
731086 ha scritto:
Ma per capire, stipendio per un laureato con 2 anni di esperienza in Italia a quanto ammontava? 30k netti?
I 70k di cui parli sono lordi o netti?


parlo sempre di stipendi lordi. quando andai via il mio stipendio lordo (RAL) era di 21500, che si traducevano in 1196 euro in busta paga netti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 4 settembre 2018, 21:22 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
a.d3angel1s ha scritto:
731086 ha scritto:
Ma per capire, stipendio per un laureato con 2 anni di esperienza in Italia a quanto ammontava? 30k netti?
I 70k di cui parli sono lordi o netti?


parlo sempre di stipendi lordi. quando andai via il mio stipendio lordo (RAL) era di 21500, che si traducevano in 1196 euro in busta paga netti.

Urca una miseria... In Italia forse da dipendente 50k lorde le vedi sopra i 35/38 se ti va bene
Da neolaureato se sei fortunato ora vieni inquadrato tra i 22 e 28 per le mosche bianche che escono con lode da lauree forti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 5 settembre 2018, 19:18 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 957
731086 ha scritto:
In Italia forse da dipendente 50k lorde le vedi sopra i 35/38 se ti va bene
Da neolaureato se sei fortunato ora vieni inquadrato tra i 22 e 28 per le mosche bianche che escono con lode da lauree forti


22-28 è un range ampio, non direi che copre solo le mosche bianche.

Per il resto è una questione di carriera più che di età. Metti che sei richiesto e vuoi fare il carrierista, se cambi 3 aziende in 6 anni e ogni volta chiedi un aumento del 15% (realistico), se ti laurei a 24 anni e parti da 23k di RAL (realistico) la progressione è questa e ci arrivi a 30 anni...

23 → 27 → 31 → 36k

Ovviamente a un certo punto raggiungi uno stallo se non fai carriera "verticale" (impiegato → quadro); viceversa, se la fai, balzi attorno ai 50k indipendentemente dall'età.
Dipende dalle opportunità e dalle scelte.
Certo 50k a 30 anni sono mosche bianche, concordo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 6 settembre 2018, 19:25 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 4 giugno 2018, 21:15
Messaggi: 33
whiter4bbit ha scritto:
E' proprio una cosa da non fare


Lo so, ma ormai cominciano a farmi pesare il buco nel curriculum ai (pochi) colloqui che faccio...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 6 settembre 2018, 19:41 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
whiter4bbit ha scritto:
731086 ha scritto:
In Italia forse da dipendente 50k lorde le vedi sopra i 35/38 se ti va bene
Da neolaureato se sei fortunato ora vieni inquadrato tra i 22 e 28 per le mosche bianche che escono con lode da lauree forti


22-28 è un range ampio, non direi che copre solo le mosche bianche.

Per il resto è una questione di carriera più che di età. Metti che sei richiesto e vuoi fare il carrierista, se cambi 3 aziende in 6 anni e ogni volta chiedi un aumento del 15% (realistico), se ti laurei a 24 anni e parti da 23k di RAL (realistico) la progressione è questa e ci arrivi a 30 anni...

23 → 27 → 31 → 36k

Ovviamente a un certo punto raggiungi uno stallo se non fai carriera "verticale" (impiegato → quadro); viceversa, se la fai, balzi attorno ai 50k indipendentemente dall'età.
Dipende dalle opportunità e dalle scelte.
Certo 50k a 30 anni sono mosche bianche, concordo.

50k a 30 anni sono possibili a mio parere in aziende italiane solo con trasferte estere. Se vai in Nigeria magari arrivi anche a 60 netti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 7 settembre 2018, 10:08 
Non connesso

Iscritto il: martedì 4 febbraio 2014, 12:33
Messaggi: 487
Per prendere 50K in Italia (da dipendente) si deve aver scalato qualche gradino dell'azienda oppure avere competenze esclusive. A 30 anni raramente si hanno questi requisiti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 7 settembre 2018, 10:30 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
barbossa ha scritto:
Per prendere 50K in Italia (da dipendente) si deve aver scalato qualche gradino dell'azienda oppure avere competenze esclusive. A 30 anni raramente si hanno questi requisiti.

Se uno lavora in posti disagiati all'estero raggiunge quelle cifre anche come impiegato ingegnere.
Però è una vita particolare... Magari devi rimanere 6 mesi in Congo o Kazakistan...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 151 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010