IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureato
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=11&t=90004
Pagina 10 di 16

Autore:  a.d3angel1s [ giovedì 23 agosto 2018, 23:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

febb93 ha scritto:
a.d3angel1s ha scritto:
febb93 ha scritto:

LOL :)

Che lavoro fai tu angel?


considerando che scrivo attivamente su un forum di ingegneri...


Verissimo, ma il mondo è molto vario... Settore?


elettronica, sistemi embedded, firmware, software.

Autore:  731086 [ giovedì 23 agosto 2018, 23:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

Che lavoro fai tu angel?[/quote]

considerando che scrivo attivamente su un forum di ingegneri...[/quote]

Verissimo, ma il mondo è molto vario... Settore?[/quote]

elettronica, sistemi embedded, firmware, software.[/quote]
Si ma la domanda vera è un altra, quanto ti pagano?? :mrgreen: :mrgreen:
Dai che nessuno sa il tuo nome e lo puoi dire...
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore

Autore:  febb93 [ venerdì 24 agosto 2018, 12:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

731086 ha scritto:
Che lavoro fai tu angel?


considerando che scrivo attivamente su un forum di ingegneri...[/quote]

Verissimo, ma il mondo è molto vario... Settore?[/quote]

elettronica, sistemi embedded, firmware, software.[/quote]
Si ma la domanda vera è un altra, quanto ti pagano?? :mrgreen: :mrgreen:
Dai che nessuno sa il tuo nome e lo puoi dire...
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore[/quote]

Quoto.. Usanza con ripercussioni alquanto negative!
Noi italiani dovremmo iniziare a mettere da parte la sbruffonaggine e imparare dagli altri!

Autore:  whiter4bbit [ venerdì 24 agosto 2018, 14:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

Cita:
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore


Solo in italia il salario è un'informazione sensibile, eh, mentre all'Estero accedi ai paycheck di tutti ovunque, ed è normale chiedere al tuo manager quanto guadagna? Fonte? :roll:

Autore:  speriamodirigente [ venerdì 24 agosto 2018, 17:06 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

captainfox ha scritto:
gregorks ha scritto:


Hai mai pensato di provare con i concorsi pubblici?


Certo, ho provato uno da istruttore tecnico categoria C (fallito nella prova pratica poichè chiedevano competenze di progettazione civile, che non ho) e sto studiando per uno di categoria D. Tuttavia, mi sembra molto ma molto difficile entrare.

Allora considera che intanto se riesci a superare gli orali sei in graduatoria che può essere usata sia per ulteriori necessità dell’Ente che ha bandito il concorso sia da altri Enti.... nei grandi enti o nelle città, i concorsoni per parecchi posti insomma, sono solitamente più trasparenti e “onesti” ma in generale hai meno possibilità di crescita e guadagno se vieni assunto (meno progressioni economiche, nomine a Rup con conseguenti incentivi Tecnici, o conferimento di posizione organizzativa), negli enti o nei comuni più piccoli può essere che il posto sia già “assegnato” ma al contempo ai più probabilità di essere nominato p.o. o Dirigente o di essere Rup, anche se ovviamente siccome il personale è numericamente di meno si lavora di più... in ogni caso prova e riprova alla fine riesci... e a quel punto è una bella soddisfazione

I concorsi per D potresti trovarli più facili, sono comunque mansioni più “di concetto” che pratiche

Autore:  731086 [ venerdì 24 agosto 2018, 18:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

whiter4bbit ha scritto:
Cita:
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore


Solo in italia il salario è un'informazione sensibile, eh, mentre all'Estero accedi ai paycheck di tutti ovunque, ed è normale chiedere al tuo manager quanto guadagna? Fonte? :roll:

Cosa ne sai te che lavori in Italia... Parlerò per sentito dire ma almeno sento. :mrgreen:

Autore:  a.d3angel1s [ venerdì 24 agosto 2018, 20:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

731086 ha scritto:
Si ma la domanda vera è un altra, quanto ti pagano?? :mrgreen: :mrgreen:
Dai che nessuno sa il tuo nome e lo puoi dire...
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore


al cambio attuale sui 70k (anche se non capisco come ci siamo arrivati :asd: )

Autore:  a.d3angel1s [ venerdì 24 agosto 2018, 20:53 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

whiter4bbit ha scritto:
Cita:
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore


Solo in italia il salario è un'informazione sensibile, eh, mentre all'Estero accedi ai paycheck di tutti ovunque, ed è normale chiedere al tuo manager quanto guadagna? Fonte? :roll:


quando lavoravo in italia un tizio riusci' a farsi dire gli stipendi da uno che conosceva in amministrazione "in confidenza"... stava per scoppiare la rivoluzione in azienda :D

invece il secondo giorno di lavoro all'estero il mio capo di allora mi disse:

mi raccomando, la politica sugli stipendi qui e' " don't ask don't tell ", e chi sgarra puo' essere riportato alle risorse umane.

Autore:  731086 [ venerdì 24 agosto 2018, 22:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

a.d3angel1s ha scritto:
731086 ha scritto:
Si ma la domanda vera è un altra, quanto ti pagano?? :mrgreen: :mrgreen:
Dai che nessuno sa il tuo nome e lo puoi dire...
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore


al cambio attuale sui 70k (anche se non capisco come ci siamo arrivati :asd: )

Ah ok quindi lavori all'estero. Ci si vive bene?

Autore:  a.d3angel1s [ venerdì 24 agosto 2018, 23:34 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Consigli per inserimento lavorativo difficile neolaureat

731086 ha scritto:
a.d3angel1s ha scritto:
731086 ha scritto:
Si ma la domanda vera è un altra, quanto ti pagano?? :mrgreen: :mrgreen:
Dai che nessuno sa il tuo nome e lo puoi dire...
La cosa di tenere per sé il fattore stipendio è una cosa del tutto italiana... Della serie che un impiegato non sa lo stipendio del collega o superiore


al cambio attuale sui 70k (anche se non capisco come ci siamo arrivati :asd: )

Ah ok quindi lavori all'estero. Ci si vive bene?


l'estero e' un posto molto grande. dipende dai tuoi gusti personali, aspettative di vita, obiettivi personali, fortuna, carattere... e' impossibile dare una risposta.

Pagina 10 di 16 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/