IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è giovedì 17 ottobre 2019, 7:25

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Rapporto con i colleghi di lavoro
MessaggioInviato: venerdì 21 settembre 2018, 12:48 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 18:52
Messaggi: 428
salvatorebennardo ha scritto:
mahhhh?

ma chiunque potrebbe dirgli: per questa mansione per legge basta il diploma, la laurea è un di più...

(anche se non so se per quella mansione che svolge che titolo minimo ci vuole; se basta essere perito si torna al IV).
poi, in pratica tante volte si parla di "titoli superiori che sono assorbenti" del titolo inferiore.


questa sentenza di aprile 2018 sembra appunto fare chiarezza sul punto che sollevi. sembra che se hai la laurea e la mansione che svogli e' minimamente connessa a quello che ti e' stato insegnato, ti spetta il quinto... poi boh, come al solito, ogni azienda fara' da se'.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Rapporto con i colleghi di lavoro
MessaggioInviato: domenica 23 settembre 2018, 19:28 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 giugno 2014, 19:12
Messaggi: 236
hansvongrobel ha scritto:
Difatti è vero ciò che dite, lavoro quasi come un consulente e sono un “segretario del direttore operations”. Potrei essere si sostituibile, ma con un consulente esterno che qui pagano tanti quattrini.
Per informazione qui il direttore stabilimento è dirigente e non quadro.
La questione è che mi sembra assurdo il fatto che per fare mansioni di così alto livello abbia ancora il IV. Il V me lo daranno sicuro, ma secondo me non è sufficiente per queste mansioni.
Ho due lauree, politecnico di Milano, massimo dei voti, esperienza in Lamborghini e complessivamente 2 anni di esperienza. Non penso di pretendere tanto visto che alcuni miei coetanei navigano già su cifre ben più alte


Vedi, il fatto è che la vita non è una corsa campestre, nel senso, se i tuoi coetanei navigano su cifre più alte o più basse, dipende da una miriade di fattori, io sconsiglio sempre a tutti di fare gare con le persone.....come diceva qualcuno, se uno firma accetta di prendere una certa cifra anche se ha 14 lauree, gli "ingegneri dipendenti" in Italia soffrono spesso questo problema, ma il mio consiglio è, se hai altre offerte e sei convinto vai via, se invece vuoi restare nella tua azienda e farti dare questo e quello solo perchè sei bravo e bello allora armati di gastroprotettori e ansiolitici e intraprendi una guerra contro tutto e tutti, poi ci farai sapere tra qualche anno se ne è valsa la pena (la vita è anche altro, non solo la carriera....)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Rapporto con i colleghi di lavoro
MessaggioInviato: domenica 23 settembre 2018, 19:38 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
mighty ha scritto:
hansvongrobel ha scritto:
Difatti è vero ciò che dite, lavoro quasi come un consulente e sono un “segretario del direttore operations”. Potrei essere si sostituibile, ma con un consulente esterno che qui pagano tanti quattrini.
Per informazione qui il direttore stabilimento è dirigente e non quadro.
La questione è che mi sembra assurdo il fatto che per fare mansioni di così alto livello abbia ancora il IV. Il V me lo daranno sicuro, ma secondo me non è sufficiente per queste mansioni.
Ho due lauree, politecnico di Milano, massimo dei voti, esperienza in Lamborghini e complessivamente 2 anni di esperienza. Non penso di pretendere tanto visto che alcuni miei coetanei navigano già su cifre ben più alte


Vedi, il fatto è che la vita non è una corsa campestre, nel senso, se i tuoi coetanei navigano su cifre più alte o più basse, dipende da una miriade di fattori, io sconsiglio sempre a tutti di fare gare con le persone.....come diceva qualcuno, se uno firma accetta di prendere una certa cifra anche se ha 14 lauree, gli "ingegneri dipendenti" in Italia soffrono spesso questo problema, ma il mio consiglio è, se hai altre offerte e sei convinto vai via, se invece vuoi restare nella tua azienda e farti dare questo e quello solo perchè sei bravo e bello allora armati di gastroprotettori e ansiolitici e intraprendi una guerra contro tutto e tutti, poi ci farai sapere tra qualche anno se ne è valsa la pena (la vita è anche altro, non solo la carriera....)

Lo so ed è difficile da capire che la vita è anche altro... Voglio dire uno studia 5 anni della mer*a perché di questo si tratta e poi se va bene si fa 3/4 anni di carriera partendo da un livello infimo per poi arrivare al livello del diplomato che lavora lì da 10 anni... Poi spesso c'è lo stop.
Uno poi si domanda a 10 anni dalla laurea se ne sia valsa la pena ma non dal punto di vista finanziario quanto da quello delle aspettative...
Perché bene o male io quando avevo 16 anni ero dell'idea che un ingegnere che esce con lode minimo a 40 anni girava in Porsche. Questo invece è sbagliato anche solo pensarlo. Forse succede se uno fosse nato in altri paesi europei. Ma Non in Italia purtroppo dove ci sono peraltro 3 milioni di aziende sotto i 50 dipendenti...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Rapporto con i colleghi di lavoro
MessaggioInviato: domenica 23 settembre 2018, 21:43 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
salvatorebennardo ha scritto:
ero dell'idea che un ingegnere che esce con lode minimo a 40 anni girava in Porsche.

boh?
io credevo che fosse oramai risaputo che per la massa valeva fino ai tempi di Navier.


ma da ragazzi che film vedete?


Eh be d'altronde ai questionari su che cifra ti aspetti di guadagnare a 10 anni tutti rispondevano tra 3000 e 10000 euro...
Ti inculcano fin da 12 anni che bisogna andare bene a scuola per fare i soldi quando forse è più vero il contrario... Ma va beh non vorrei andare off topic...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Rapporto con i colleghi di lavoro
MessaggioInviato: domenica 23 settembre 2018, 21:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7147
Località: Atene (Greece)
ero dell'idea che un ingegnere che esce con lode minimo a 40 anni girava in Porsche.

boh?
io credevo che fosse oramai risaputo che per la massa valeva fino ai tempi di Navier.


ma da ragazzi che film vedete?

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Rapporto con i colleghi di lavoro
MessaggioInviato: lunedì 24 settembre 2018, 11:04 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 954
Conosco molte persone che sono andate a lavorare all'estero, non li ho mai visti tornare in Porsche.

Dovete capire che un certo livello di ricchezza non si raggiunge facendo il dipendente... Basta farsi due conti per capire quanti anni servono per acquistare e mantenere da zero un'abitazione di lusso e un'auto di lusso mentre si fa comunque una vita comoda. Per avere quelle cose a 40 anni dovevate fare i calciatori :lol:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Rapporto con i colleghi di lavoro
MessaggioInviato: lunedì 24 settembre 2018, 12:45 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
Non intendevo una Porsche da 160000 euro ma una da 60000...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010