IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 16 novembre 2019, 0:34

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 82 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: lunedì 14 gennaio 2019, 20:43 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 9:58
Messaggi: 810
mighty ha scritto:
uptheirons86 ha scritto:

Continuo a non comprendere questa tua svalutazione della figura del laureato in Ingegneria a dispetto di fantomatiche e sicuramente non coadiuvate e comprovate da titoli, competenze di un manager non laureato. Un ingegnere è, fino a prova contraria una persona che si è fossilizzata anni sotto i libri e che ha studiato tanto al fine di acquisire numerose competenze.


Non sono io che svaluto, è il mercato del lavoro che, eventualmente lo fa. Tu lavori? Pensi che gli esami universitari preparino per affrontare il mondo del lavoro?

Quelle che tu chiami competenze sono cose puramente accademiche, per il mondo del lavoro c'è bisogno di uno step in più......poi è chiaro che i manager di oggi sono stati facilitati, ma è un discorso vecchio. Non siamo più negli anni 80, la chiave è rimboccarsi le maniche ed essere umili, senza pensare di essere migliori solo perchè si è studiato tanto e si sono passati esami....perchè altrimenti le persone continueranno a laurearsi e poi puntualmente continueranno a lamentarsi perchè "non trovo lavoro", perchè "lavoro ma guadagno 1000, come mai?" oppure "hanno preso quello che a scuola andava meno bene di me, come mai?"......ripeto: titolo accademico = capacità lavorative è un'equazione in sè sbagliata. Il profilo professionale comprende la laurea più svariate altre cose. Quando la vacca era grassa (e i laureati pochi) bastava essere laureati che il lavoro lo si trovava. Oggi non è così. Mi sembra assurdo continuare a pensarlo. L'Italia è piena di laureati che non riescono a realizzarsi, e non li aiuteremo certo dicendo che siccome si è studiato allora si ha "diritto" a lavorare al posto di altri....non ci siamo

Questo è il punto :wink:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 0:25 
Non connesso

Iscritto il: domenica 13 gennaio 2019, 18:57
Messaggi: 19
Quindi la giusta equazione è furbo/amico dell'amico/ raccomandato = lavoro assicurato. Capisco. D'altronde ci stanno abitando e vi stanno abituando alla rassegnazione e a non dare il giusto valore alle cose. La meritocrazia ormai ci è stato inculcato che non esiste da noi. Infatti siamo governati da anni da gente senza titoli che ha un ignoranza che fa ribrezzo ed è proprio nel loro interesse mantenere le cose in questo modo. Poi si lamentano per la fuga dei cervelli all'estero. Personalmente spero di trovare un lavoro retribuito secondo il livello del mio CV all'estero (e non di accontentarmi dello stipendio di un bidello o di un tapparellista) e di vedere dall'estero l'economia di questa Repubblica delle banane ormai al collasso, crollare definitivamente come in Venezuela. Allora forse si che ci risveglieremo da questo torpore


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 10:40 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1572
uptheirons86 ha scritto:
Quindi la giusta equazione è furbo/amico dell'amico/ raccomandato = lavoro assicurato. Capisco. D'altronde ci stanno abitando e vi stanno abituando alla rassegnazione e a non dare il giusto valore alle cose. La meritocrazia ormai ci è stato inculcato che non esiste da noi. Infatti siamo governati da anni da gente senza titoli che ha un ignoranza che fa ribrezzo ed è proprio nel loro interesse mantenere le cose in questo modo. Poi si lamentano per la fuga dei cervelli all'estero. Personalmente spero di trovare un lavoro retribuito secondo il livello del mio CV all'estero (e non di accontentarmi dello stipendio di un bidello o di un tapparellista) e di vedere dall'estero l'economia di questa Repubblica delle banane ormai al collasso, crollare definitivamente come in Venezuela. Allora forse si che ci risveglieremo da questo torpore

In parte hai ragione.
In parte è anche oggettivo che le competenze acquisite in università non servono sul lavoro, se non in rare eccezioni.
Te lo assicuro.Forse nell'IT non è così,ma nell'industria un ingegnere parte da zero , nel senso che le mansioni che gli vengono affidate esulano completamente dagli argomenti studiati. Anche perchè l'università è molto teorica e non può insegnarti l'organizzazione di uan specifica azienda.
é stato così per me e per il 70% dei miei colleghi.
Volenti o nlenti la realtà è questa. E io personalmente mi sono adattata.L'amarezza è molta, ma mi rendo anocora conto che, con una laurea in tasca e con una forma mentis come la mia sono "una spanna" sopra i miei coetanei diplomati non come stipendio e/o carriera, ma come prospettive future nel caso dovessi perdere il lavoro.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 12:04 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 9:34
Messaggi: 945
Cita:
Volenti o nlenti la realtà è questa. E io personalmente mi sono adattata.L'amarezza è molta, ma mi rendo anocora conto che, con una laurea in tasca e con una forma mentis come la mia sono "una spanna" sopra i miei coetanei diplomati non come stipendio e/o carriera, ma come prospettive future nel caso dovessi perdere il lavoro.


quando si sta facendo la fila per consegnare i moduli per l'iscrizione all'università, dovrebbe dire ok il titolo di studio, ma pensa a farti una buona rete di contatti, perché è da quelli che arriverà il lavoro


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 12:11 
Non connesso

Iscritto il: sabato 31 dicembre 2011, 16:05
Messaggi: 955
uptheirons86 ha scritto:
Il PhD è EQF level 8, all'estero. Ovvero il massimo dei massimi in quanto a titoli. Evidentemente un motivo ci sarà . In Itaglia equivale invece come detto già da qualcuno ad una "perdita di tempo". Se non è qualificato e competente un PhD, chi sarà quello competente? Il manager col diploma acquistato al discount?


Mah, scrivi facendo finta di non capire.

Un PhD è un ruolo tecnico e specifico che deve proporsi per ruoli di questo tipo, e ha competenze non paragonabili a quelle di un manager che si occupa di tutt'altro: un manager che gestisce un team di PhD è chiaramente pagato più del singolo specialista, a maggior ragione l'ultimo arrivato, indipendentemente dal suo titolo di studio. E' una questione di responsabilità.
E' come dire che il CEO di una multinazionale deve guadagnare meno dell'ultimo arrivato, magari uno specialista in computer vision, perchè il CEO non sa una mazza di computer vision... E' un discorso immaturo.

Detto questo, io lavoro in un ambiente in cui si fa ricerca e sono circondato da PhD e laureati. Onestamente, tutti questi superpoteri non li vedo... il PhD è forte nell'argomento specifico su cui ha fatto il dottorato, e ci mancherebbe, ma a parte questo fa castronerie anche lui.

Nessuno viene assunto come dirigente, il PhD si spera abbia una marcia in più per diventarlo prima, se la tanto osannata "scrematura" ha funzionato, ma entra come impiegato e come tale ha stipendi da impiegato (che non sono quelli di un operaio, se n'è parlato tante volte).
Anche all'estero, un conto è fare ricerca, ma se ti ricicli nell'industria entri comunque come junior. Abbi pazienza e fatti la gavetta come tutti, se sei in gamba come dici troverai la tua strada, che sia qui o all'estero. Se poi il problema è l'ambiente tossico di dove lavori ora, cambia aria, non pensare che sia ovunque tutto uguale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 14:47 
Non connesso

Iscritto il: domenica 13 gennaio 2019, 18:57
Messaggi: 19
whiter4bbit ha scritto:
uptheirons86 ha scritto:
Il PhD è EQF level 8, all'estero. Ovvero il massimo dei massimi in quanto a titoli. Evidentemente un motivo ci sarà . In Itaglia equivale invece come detto già da qualcuno ad una "perdita di tempo". Se non è qualificato e competente un PhD, chi sarà quello competente? Il manager col diploma acquistato al discount?


Mah, scrivi facendo finta di non capire.

Un PhD è un ruolo tecnico e specifico che deve proporsi per ruoli di questo tipo, e ha competenze non paragonabili a quelle di un manager che si occupa di tutt'altro: un manager che gestisce un team di PhD è chiaramente pagato più del singolo specialista, a maggior ragione l'ultimo arrivato, indipendentemente dal suo titolo di studio. E' una questione di responsabilità.
E' come dire che il CEO di una multinazionale deve guadagnare meno dell'ultimo arrivato, magari uno specialista in computer vision, perchè il CEO non sa una mazza di computer vision... E' un discorso immaturo.

Detto questo, io lavoro in un ambiente in cui si fa ricerca e sono circondato da PhD e laureati. Onestamente, tutti questi superpoteri non li vedo... il PhD è forte nell'argomento specifico su cui ha fatto il dottorato, e ci mancherebbe, ma a parte questo fa castronerie anche lui.

Nessuno viene assunto come dirigente, il PhD si spera abbia una marcia in più per diventarlo prima, se la tanto osannata "scrematura" ha funzionato, ma entra come impiegato e come tale ha stipendi da impiegato (che non sono quelli di un operaio, se n'è parlato tante volte).
Anche all'estero, un conto è fare ricerca, ma se ti ricicli nell'industria entri comunque come junior. Abbi pazienza e fatti la gavetta come tutti, se sei in gamba come dici troverai la tua strada, che sia qui o all'estero. Se poi il problema è l'ambiente tossico di dove lavori ora, cambia aria, non pensare che sia ovunque tutto uguale.


Certo è comico come il giovane laureato con certificazioni e titoli post laurea di oggi e possibilmente con esperienza in azienda (come il sottoscritto) debba "continuare a fare gavetta" e accumulare competenze e certificazioni (e rimanere umile) per avere la possibilità di essere assunto da una azienda e percepire uno stipendio umiliante (nel migliore dei casi), mentre il diplomato (un buon 80% lo compra il diploma, perchè anche a studiare le basi non ce la fa, non ce la fa proprio) che è entrato nel fantastico job italian world da non titolato ma grazie ad opportune conoscenze, campi ormai di rendita grazie alla sua seniority. L'italia è un paese alla deriva, il paese dei paradossi, il paese del "non importa quanto studi ma chi conosci", il paese che da l'opportunità all'ignorante superficiale e che taglia lo studioso perchè sovraqualificato o perchè tanto "la laurea e i titoli sono carta straccia".


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 15:34 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1572
uptheirons86 ha scritto:
whiter4bbit ha scritto:
uptheirons86 ha scritto:
Il PhD è EQF level 8, all'estero. Ovvero il massimo dei massimi in quanto a titoli. Evidentemente un motivo ci sarà . In Itaglia equivale invece come detto già da qualcuno ad una "perdita di tempo". Se non è qualificato e competente un PhD, chi sarà quello competente? Il manager col diploma acquistato al discount?


Mah, scrivi facendo finta di non capire.

Un PhD è un ruolo tecnico e specifico che deve proporsi per ruoli di questo tipo, e ha competenze non paragonabili a quelle di un manager che si occupa di tutt'altro: un manager che gestisce un team di PhD è chiaramente pagato più del singolo specialista, a maggior ragione l'ultimo arrivato, indipendentemente dal suo titolo di studio. E' una questione di responsabilità.
E' come dire che il CEO di una multinazionale deve guadagnare meno dell'ultimo arrivato, magari uno specialista in computer vision, perchè il CEO non sa una mazza di computer vision... E' un discorso immaturo.

Detto questo, io lavoro in un ambiente in cui si fa ricerca e sono circondato da PhD e laureati. Onestamente, tutti questi superpoteri non li vedo... il PhD è forte nell'argomento specifico su cui ha fatto il dottorato, e ci mancherebbe, ma a parte questo fa castronerie anche lui.

Nessuno viene assunto come dirigente, il PhD si spera abbia una marcia in più per diventarlo prima, se la tanto osannata "scrematura" ha funzionato, ma entra come impiegato e come tale ha stipendi da impiegato (che non sono quelli di un operaio, se n'è parlato tante volte).
Anche all'estero, un conto è fare ricerca, ma se ti ricicli nell'industria entri comunque come junior. Abbi pazienza e fatti la gavetta come tutti, se sei in gamba come dici troverai la tua strada, che sia qui o all'estero. Se poi il problema è l'ambiente tossico di dove lavori ora, cambia aria, non pensare che sia ovunque tutto uguale.


Certo è comico come il giovane laureato con certificazioni e titoli post laurea di oggi e possibilmente con esperienza in azienda (come il sottoscritto) debba "continuare a fare gavetta" e accumulare competenze e certificazioni (e rimanere umile) per avere la possibilità di essere assunto da una azienda e percepire uno stipendio umiliante (nel migliore dei casi), mentre il diplomato (un buon 80% lo compra il diploma, perchè anche a studiare le basi non ce la fa, non ce la fa proprio) che è entrato nel fantastico job italian world da non titolato ma grazie ad opportune conoscenze, campi ormai di rendita grazie alla sua seniority. L'italia è un paese alla deriva, il paese dei paradossi, il paese del "non importa quanto studi ma chi conosci", il paese che da l'opportunità all'ignorante superficiale e che taglia lo studioso perchè sovraqualificato o perchè tanto "la laurea e i titoli sono carta straccia".

Non è esattamente così in tutti i campi e in tutte le realtà lavorative.
Forse devi cambiare azienda. Io ho colleghi e ho avuto colleghi con il solo diploma che comunque si dimostravano all'altezza del ruolo che ricoprivano.Così come ho conosciuto laureati che, a mio parere, professionalmente non valgono granchè. Poi ammetto anche io che avere le giuste conoscenze aiuti, ma che tutti i non laureati siano degli incapaci non è assolutamente vero , Non puoi giudicare da un singolo caso tutta la situazione italiana. Capisco il rammarico e la frustrazione, ma cerca di valutare in modo obiettivo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 15:38 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1572
[quote="uptheirons86"l fantastico job italian world .[/quote]
e comunque si dovrebbe dire Italian world job...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 16:46 
Non connesso

Iscritto il: domenica 13 gennaio 2019, 18:57
Messaggi: 19
tippgirl ha scritto:
[quote="uptheirons86"l fantastico job italian world .

e comunque si dovrebbe dire Italian world job...[/quote]

Giusto, però forse un manager italiota di oggi grazie a questo errore mi darebbe subito un posto di lavoro con retribuzione >2K


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Stipendi Ingegneri in "Itaglia"
MessaggioInviato: martedì 15 gennaio 2019, 18:40 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 4 aprile 2012, 14:15
Messaggi: 1572
uptheirons86 ha scritto:
tippgirl ha scritto:
[quote="uptheirons86"l fantastico job italian world .

e comunque si dovrebbe dire Italian world job...


Giusto, però forse un manager italiota di oggi grazie a questo errore mi darebbe subito un posto di lavoro con retribuzione >2K[/quote]
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
2k annui o mensili :wink:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 82 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010