IngForum il forum di Ingegneri.info
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /home/prod.ingegneri.info/public_html/wp-content/themes/teknoring/tk-posts/taxonomy.php on line 210: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given
Visita le sezioni:

Oggi è lunedì 20 agosto 2018, 23:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: martedì 2 gennaio 2018, 22:56 
Non connesso

Iscritto il: sabato 9 gennaio 2016, 18:15
Messaggi: 10
Buonasera,
avrei una domanda relativa al calcolo del carico limite per una fondazione su trave rovescia.
Supponiamo che sulla trave rovescia scaricano sia dei pilastri che dei setti: avrò quindi delle azioni sulla fondazione che variano al variare della coordinata (intesa quella che descrive la trave rovescia nella sua lunghezza).
Sappiamo però che le formule per il calcolo del carico limite hanno bisogno di un valore del taglio, un valore dello sforzo assiale ed un valore del momento; dal momento che in questo caso variano, come si procede? Si calcola un carico limite differente a seconda della coordinata?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: mercoledì 3 gennaio 2018, 0:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 36612
in prima approssimazione si ipotizza la trave flessionalmente rigida, quindi i vari tipi di elementi che ci scaricano non fanno differenza

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: mercoledì 3 gennaio 2018, 11:26 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 13:17
Messaggi: 1151
billie93 ha scritto:
Buonasera,
avrei una domanda relativa al calcolo del carico limite per una fondazione su trave rovescia.
Supponiamo che sulla trave rovescia scaricano sia dei pilastri che dei setti: avrò quindi delle azioni sulla fondazione che variano al variare della coordinata (intesa quella che descrive la trave rovescia nella sua lunghezza).
Sappiamo però che le formule per il calcolo del carico limite hanno bisogno di un valore del taglio, un valore dello sforzo assiale ed un valore del momento; dal momento che in questo caso variano, come si procede? Si calcola un carico limite differente a seconda della coordinata?


Purtroppo le uniche formule di verifica degli eurocodici e delle NTC si riferiscono a plinti flessionalmente rigidi cosa che nel caso delle travi rovesce non è in genere vero.
Idem per le platee flessibili.
Ritengo che un criterio conservativo di verifica sia il confronto del carico limite (per impronta nastriforme) e riferito all'unità di superficie (cioè in Mpa) con la pressione di combinazione nei vari punti di contatto lungo la trave.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: mercoledì 3 gennaio 2018, 23:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 36612
per fortuna il carico limite è quasi una astrazione teorica (tra l'altro in quasi tutte le teorie c'è l'ipotesi di comportamento rigido-plastico del terreno, per cui anche la fondazione diventa rigida) ,
i veri problemi sono i cedimenti, causa di molti danni e contenziosi

di carico limite ci saranno stati al massimo una decina di casi nel secolo scorso, uno famoso quello dei silos di Trascona in Canada di farina "manitoba" (, offtopic , che è appiccicosa e va bene solo per le paste da lievitare, ne ho fatto esperienza, da non usare per fare la pasta fresca)

Immagine

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: giovedì 4 gennaio 2018, 0:05 
Non connesso

Iscritto il: sabato 9 gennaio 2016, 18:15
Messaggi: 10
NORMATIVO ha scritto:
billie93 ha scritto:
Buonasera,
avrei una domanda relativa al calcolo del carico limite per una fondazione su trave rovescia.
Supponiamo che sulla trave rovescia scaricano sia dei pilastri che dei setti: avrò quindi delle azioni sulla fondazione che variano al variare della coordinata (intesa quella che descrive la trave rovescia nella sua lunghezza).
Sappiamo però che le formule per il calcolo del carico limite hanno bisogno di un valore del taglio, un valore dello sforzo assiale ed un valore del momento; dal momento che in questo caso variano, come si procede? Si calcola un carico limite differente a seconda della coordinata?


Purtroppo le uniche formule di verifica degli eurocodici e delle NTC si riferiscono a plinti flessionalmente rigidi cosa che nel caso delle travi rovesce non è in genere vero.
Idem per le platee flessibili.
Ritengo che un criterio conservativo di verifica sia il confronto del carico limite (per impronta nastriforme) e riferito all'unità di superficie (cioè in Mpa) con la pressione di combinazione nei vari punti di contatto lungo la trave.


Ma il mio problema è che quelle formule sono appunto state pensate per impronte nastriformi, su cui agiscono N,M e V per metro lineare. Quello che mi chiedo è, essendo in realtà N,M e V variabili sulla lunghezza della trave, dovrei calcolare un carico limite diverso per ogni valore della coordinata della trave che ne descrive la lunghezza? Perchè se si vuole fare un calcolo manuale mi sembra una cosa abbastanza lunghetta. E al contempo individuare la combinazione di N,M e V più sfavorevole non mi sembra banale, dal momento che sono 3 parametri che variano. Voi come agireste?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: giovedì 4 gennaio 2018, 0:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 36612
direi che gli EC sono stati fatti con i paraocchi, forse pensando ai soldi boh sono malpensante ma a volte "incarro", perché sarebbero bastate solo 10 pagine invece delle migliaia di cui sono composti,
gli ingegneri vanno rispettati non trattati come stracci

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: giovedì 4 gennaio 2018, 4:32 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 13:17
Messaggi: 1151
billie93 ha scritto:
NORMATIVO ha scritto:
billie93 ha scritto:
Buonasera,
avrei una domanda relativa al calcolo del carico limite per una fondazione su trave rovescia.
Supponiamo che sulla trave rovescia scaricano sia dei pilastri che dei setti: avrò quindi delle azioni sulla fondazione che variano al variare della coordinata (intesa quella che descrive la trave rovescia nella sua lunghezza).
Sappiamo però che le formule per il calcolo del carico limite hanno bisogno di un valore del taglio, un valore dello sforzo assiale ed un valore del momento; dal momento che in questo caso variano, come si procede? Si calcola un carico limite differente a seconda della coordinata?


Purtroppo le uniche formule di verifica degli eurocodici e delle NTC si riferiscono a plinti flessionalmente rigidi cosa che nel caso delle travi rovesce non è in genere vero.
Idem per le platee flessibili.
Ritengo che un criterio conservativo di verifica sia il confronto del carico limite (per impronta nastriforme) e riferito all'unità di superficie (cioè in Mpa) con la pressione di combinazione nei vari punti di contatto lungo la trave.


Ma il mio problema è che quelle formule sono appunto state pensate per impronte nastriformi, su cui agiscono N,M e V per metro lineare. Quello che mi chiedo è, essendo in realtà N,M e V variabili sulla lunghezza della trave, dovrei calcolare un carico limite diverso per ogni valore della coordinata della trave che ne descrive la lunghezza? Perchè se si vuole fare un calcolo manuale mi sembra una cosa abbastanza lunghetta. E al contempo individuare la combinazione di N,M e V più sfavorevole non mi sembra banale, dal momento che sono 3 parametri che variano. Voi come agireste?


La capacità portante calcolata con le solite formule trinomie (Hansen etc) è espressa in Mpa se la confronti direttamente con l pressione puntuale sul terreno (che implicitamente tiene conto del momento flettente e del taglio trasmesso dalla sovrastruttura) non hai bisogno di calcolare il carico limite che come hai ben capito non è definibile per una trave rovescia elastica e deformabile (o una platea superficiale elastica).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: venerdì 5 gennaio 2018, 0:25 
Non connesso

Iscritto il: sabato 9 gennaio 2016, 18:15
Messaggi: 10
NORMATIVO ha scritto:
billie93 ha scritto:
NORMATIVO ha scritto:

Purtroppo le uniche formule di verifica degli eurocodici e delle NTC si riferiscono a plinti flessionalmente rigidi cosa che nel caso delle travi rovesce non è in genere vero.
Idem per le platee flessibili.
Ritengo che un criterio conservativo di verifica sia il confronto del carico limite (per impronta nastriforme) e riferito all'unità di superficie (cioè in Mpa) con la pressione di combinazione nei vari punti di contatto lungo la trave.


Ma il mio problema è che quelle formule sono appunto state pensate per impronte nastriformi, su cui agiscono N,M e V per metro lineare. Quello che mi chiedo è, essendo in realtà N,M e V variabili sulla lunghezza della trave, dovrei calcolare un carico limite diverso per ogni valore della coordinata della trave che ne descrive la lunghezza? Perchè se si vuole fare un calcolo manuale mi sembra una cosa abbastanza lunghetta. E al contempo individuare la combinazione di N,M e V più sfavorevole non mi sembra banale, dal momento che sono 3 parametri che variano. Voi come agireste?


La capacità portante calcolata con le solite formule trinomie (Hansen etc) è espressa in Mpa se la confronti direttamente con l pressione puntuale sul terreno (che implicitamente tiene conto del momento flettente e del taglio trasmesso dalla sovrastruttura) non hai bisogno di calcolare il carico limite che come hai ben capito non è definibile per una trave rovescia elastica e deformabile (o una platea superficiale elastica).


ma questo mi è ben chiaro. Dico però che la capacità portante calcolata con le solite formule trinomie (Hansen etc) dipende dalle caratteristiche di sollecitazione. Quindi come la calcolo, anche espressa in MPA, se le caratteristiche di sollecitazione variano sulla lunghezza della trave? Ne calcolo un certo numero di valori diversi sulla lunghezza? Spero di aver espresso chiaramente il mio dubbio


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: venerdì 5 gennaio 2018, 1:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 36612
qui postai dei diagrammi presi da Cestelli Guidi su studi precedenti di Schultze (era componente di una delle prime "commissioni" di esperti per la torre di Pisa, insieme a Skempton, Viggiani e altri)
viewtopic.php?f=2&t=58059

per il carico limite però la fondazione va considerata rigida (come per il terreno) a meno di non fare analisi sofisticate di fondazione flessibile e terreno elastico-ecc., quindi il carico va distribuito uniformemente (N, M e T),

lo so è una semplificazione della realtà, ma l'hanno fatta grandi scienziati nel passato, e ripeto, il carico limite spesso è solo una fantasia

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Carico limite trave rovescia
MessaggioInviato: venerdì 5 gennaio 2018, 12:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 13:17
Messaggi: 1151
@bilie93

Nel calcolo del carico limite non va considerato il momento ed il taglio in quanto è la pressione (di confronto) sul terreno che ne tiene già conto. Hai un carico limite (per solo carichi verticali) per ogni larghezza di trave rovescia.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: young1 e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010