IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 17 settembre 2019, 23:27

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 11 febbraio 2015, 11:23 
Non connesso

Iscritto il: domenica 10 aprile 2005, 11:51
Messaggi: 2431
Dal mio post sono nati tanti interessantissimi spunti (almeno per me) ho così deciso di aprire questo nuovo thread, per avere più visibilità ed eventualmente coinvolgere più persone

Doppio tavolato incrociato

Qual è lo stato della regola d'arte per avere un solaio a falde sufficientemente irrigidito?

esistono molte scuole di pensiero a tal proposito

- chi utilizza spessori identici
- chi utilizza spessori differenti, con il secondo spessore più sottile del primo
- chi incrocia ruotando di 90°
- chi incrocia di 45°

ecc


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 11 febbraio 2015, 13:17 
Non connesso

Iscritto il: martedì 18 marzo 2008, 20:11
Messaggi: 1031
Per quanto concerne la questione degli spessori non c'è una vera e propria regola, che io sappia.
Per quanto mi riguarda non scendo mai sotto i 20 mm se si parla di tavolame e mai sotto i 18 mm se si parla di OSB (in copertura)....poi dipende dal passo dell'orditura su cui si appoggiano.
Incrociare a 90°, se si parla di tavole, solitamente non è possibile, per semplici questioni geometriche. Infatti anche il secondo tavolato deve essere fissato ai sottostanti travetti....e quindi se è messo a 90° rispetto al primo.....alcuni chiodi cadrebbero nel vuoto.
Diverso per le tavole OSB che non presentano questo problema (data la loro larghezza).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 12 febbraio 2015, 9:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 8 ottobre 2009, 17:19
Messaggi: 4767
Ai corsi sul legno cui son ostaato è stato chiarito in modo inequivocabile come Il 2° tavolato vada disposto rigorosamente a 45° rispetto il primo, altrimenti le tavole fanno perno sul chiodo e non ottieni beneficio.

Per le mie personali esperienze poi, avvitare è meglio che chiodare. Guardatevi qualche sito americano di costruzione case.


Consiglio inoltre di controllare l' umidità di legno e perline prima di accettarli in cantiere, se i valori sono molto diversi cominciate a preoccuparvi perchè vuol dire che probabilmente il tetto schioccherà.

Per gli spessori, io non vado mai sotto i 22 mm mi pare .

_________________
In teoria , non c'è differenza fra la teoria e la pratica.
Ma ,in pratica, c'è.


L' ingegnere stampa in scala.
L' architetto stampa fuori scala.
Il geometra non sa se ha stampato in scala o fuori scala.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 12 febbraio 2015, 13:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38026
qui uno studio sulla rigidezza di un tavolato
http://www.enco-journal.com/journal/ej29/favero.html

vedi anche
http://news.interstudio.net/2012/06/03/ ... diagonale/

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 12 febbraio 2015, 17:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38026
un articolo di Piazza e altri
http://www.iitk.ac.in/nicee/wcee/article/14_S11-068.PDF

un'altro, Brignola e altri
http://www.ingware.ch/files/in-plane-st ... -floor.pdf
http://www.nzsee.org.nz/db/Bulletin/Archive/42(3)0204.pdf
stessi autori
http://ir.canterbury.ac.nz/bitstream/10 ... 4T_pp1.pdf

tesi di laurea di Ivan Giongo (molto utile anche l'estesa bibliografia alla fine di ogni capitolo)
http://eprints-phd.biblio.unitn.it/1008 ... Giongo.pdf

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 12 febbraio 2015, 19:32 
Non connesso

Iscritto il: martedì 18 marzo 2008, 20:11
Messaggi: 1031
per treccetto

forse sarà fortuna ma io tutti questi problemi di scricchiolamenti non li ho mai avuti....eppure ormai sono un po' di anni che faccio tetti in legno.

circa il discorso chiodi...se la ditta ha una sparachiodi per chiodi tipo anker (ad aderenza migliorata per intendersi) trovo che sia molto più economico che avvitare....e ti assicuro che per estrarre uno di quei chiodi ben piantato in un travetto ce ne vuole di forza!!!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 13 febbraio 2015, 13:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 8 ottobre 2009, 17:19
Messaggi: 4767
Se passi di qua ti faccio sentire gli Mp3 degli schiocchi , tariamo giusto il volume e poi sentirai il concerto ;)

_________________
In teoria , non c'è differenza fra la teoria e la pratica.
Ma ,in pratica, c'è.


L' ingegnere stampa in scala.
L' architetto stampa fuori scala.
Il geometra non sa se ha stampato in scala o fuori scala.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 13 febbraio 2015, 13:41 
Non connesso

Iscritto il: martedì 18 marzo 2008, 20:11
Messaggi: 1031
non metto minimamente in dubbio quello che dici....solo non capisco il perchè.

Nelle coperture con travi in legno massiccio è normale nei primi periodi sentire degli schianti dovuti all'aprirsi delle lesioni.....nel perlinato però non mi è ancora capitato un fenomeno così marcato....non capisco quindi se è dovuto a differenti metodi di montaggio o cosa....


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010