IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 24 giugno 2019, 22:00

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 16:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 21 aprile 2010, 18:07
Messaggi: 68
Buongiorno a tutti,

come da oggetto vorrei porvi un quesito tecnico relativo alla verifica di una tramezzatura.

Il "problema" nasce dalla volontà del committente di installare una parete attrezzata su una tramezzatura realizzata in conci di tufo squadrati dello spessore di 10 cm per un'altezza di interpiano di 310 cm.

La suddetta parete attrezzata, completamente sospesa e fissata alla parete, è realizzata con 11 moduli (di peso variabile da ca. 18 a ca. 24 kg l'uno) per un ingombro complessivo di ca. 3 metri in lunghezza e ca. 2,30 metri in altezza, un aggetto di 35 cm ed un peso complessivo di ca. 210 kg (vuota).

La tramezzatura oggetto di verifica, in realtà, fa parte di un muro di confine, separante l'appartamento del committente da quello del vicino, così composto:

1. intonaco lato committente: s = 1,5 cm
2. muratura lato committente come precedentemente descritta: t = 10 cm;
3. intercapedine: t = 5 cm;
4. muratura lato vicino (identica a quella di cui sopra): t = 10 cm;
5. intonaco lato vicino: s = ???

Le due murature sono completamente scollegate ed indipendenti tra loro.

Il dubbio amletico è il seguente: la tramezzatura sarà in grado di sopportare il peso della parete attrezzata a pieno carico? Probabilmente sarò paranoico, ma ho paura che una tramezzatura in tufo da 10 cm per un'altezza di 310 cm possa andare incontro a fenomeni di instabilità e possa collassare.

Avevo pensato di effettuare la verifica semplificata a presso flessione prevista dalle NTC18 al § 4.5.6.2, ma il coefficiente phi è tabellato fino ad un valore della snellezza pari a 20, mentre nel mio caso risulterebbe pari a 31 e non sono ammesse estrapolazioni. Dovrei fare riferimento all'Eurocodice 6?

Per ovviare al problema, sto prendendo in considerazione la possibilità di realizzare una controparete in calcestruzzo cellulare dello spessore di almeno 15 cm, eventualmente collegata in qualche modo alla parete esistente in tufo (anche se ho qualche dubbio sull'accoppiamento di materiali differenti).

Cosa ne pensate?

_________________
"Il «restauro» non è tale se non conserva, e non conserva se non assicura" (A. Giuffrè)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 19 marzo 2019, 2:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 37747
non è possibile collegare questa parete attrezzata solo ai solai inferiore e superiore ?

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 21 marzo 2019, 18:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 21 aprile 2010, 18:07
Messaggi: 68
Ho provato ad effettuare la verifica a pressoflessione prendendo spunto da EC6.

Ho considerato una fascia di 30 cm di muratura nella quale ricadono 3 pensili delle seguenti dimensioni:

- P1 = 30 x 96 cm (W1 = 18 kg);
- P2 = 30 x 32 cm (W2 = 6 kg);
- P3 = 30 x 96 cm (W3 = 18 kg).

Ho ipotizzato che ciascun pensile possa portare un carico al max pari al proprio peso. Dopodiché ho considerato i vari schemi di carico per massimizzare le sollecitazioni (P1 e P3 a pieno carico ed P2 vuoto, ecc.), utilizzando i coeff. da normativa (1,3; 1,5; 0,0).

Ho calcolato il momento flettente dato dall'i-esimo pensile: Mi = (Wi,tot x ei) dove ei è l'eccentricità di Wi dall'asse della parete.
Ho poi calcolato le forze laterali (di trazione e compressione) agenti alle estremità dell'i-esimo pensile: Ti = Ci = Mi/hi dove hi è l'altezza del pensile.

Ottenuti i carichi laterali, ho calcolato i relativi momenti flettenti considerando la parete come una trave incernierata alle estremità di lunghezza pari a 3,10 metri.

Ho quindi eseguito la verifica nella j-esima sezione critica: Ned <= Nrd dove:

Ned = Wj = carichi verticali totali agenti nella j-esima sezione della parete (peso parete sovrastante + peso del/i pensile/i);
Nrd = phi x t x fd, dove t è lo spessore della parete, fd la resistenza di calcolo a compressione della parete e phi è un coeff. riduttivo così calcolato:

phi = 1 - 2 x (ej/t)

ej = Mj / Wj + 3,10/450

Operando in questo modo la parete non risulta verificata per qualche schema di carico.

Con la speranza di essere stato sufficientemente chiaro, mi chiedo se sia realmente possibile che una parete in tufo, ancorché dello spessore di 10 cm, non sia in grado di sopportare un carico del genere (peraltro nell'ipotesi che i pensili siano caricati relativamente poco), quando invece gli stessi pensili sono esposti nei negozi su pareti in cartongesso (anche se vuoti).

Possibile che sbagli qualcosa nei calcoli?


pasquale ha scritto:
non è possibile collegare questa parete attrezzata solo ai solai inferiore e superiore ?


In realtà ho anche pensato, visti i deludenti risultati della verifica di cui sopra, di realizzare una struttura autoportante in acciaio collegata ai solai superiore ed inferiore e completamente indipendente dalla muratura... ma da un certo punto di vista mi sembra anche esagerato... :roll:



Giusto per capirci meglio, riporto di seguito lo schema della parete attrezzata da realizzare.



Immagine

_________________
"Il «restauro» non è tale se non conserva, e non conserva se non assicura" (A. Giuffrè)


Ultima modifica di steven stole il giovedì 21 marzo 2019, 18:37, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010