IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 17 agosto 2019, 23:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: mercoledì 26 ottobre 2011, 9:42 
Non connesso

Iscritto il: martedì 18 marzo 2008, 20:11
Messaggi: 1025
Non ho detto, o almeno non intendevo dire, che non vada verificata.....intendevo dire che deve essere verificata non per "supplire" alla rigidezza della quota parte di muratura asportata, ma per essere sufficientemente rigida da poter avere una "parete" allo stato finale che abbia taglio ultimo e spostamento ultimo superiori alla "parete" dello stato iniziale ed una rigidezza "complessiva" che non vari più di tanto (in Toscana +o- 15%).

Ciao


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: mercoledì 26 ottobre 2011, 10:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19192
Località: Ferrara
g.iaria ha scritto:
sdn73 ha scritto:
Sono daccordo con Boba. Secondo me non ha molto senso la verifica della semplice cerchiatura in se'. L'obiettivo non è quello di "sostituire" il pannello di muratura "asportato" ma di fare la verifica della parete nel suo complesso ante e post intervento. Tanto è vero che in programmi come ACM, mi ricordo che si può deselezionare la verifica della rigidezza della cerchiatura in se' proprio perchè non è così rilevante.


Non so su che basi affermi che la cerchiatura non vada verificata.
Inutile o poco rilevante che sia, dopo tutto è sempre un sistema strutturale in c.a. e come tale va dimensionato e verificato, almeno questa è la mia opinione, poi ognuno è libero di fare le sue scelte.
In ogni caso la procedura prima da me esposta la adottai a suo tempo riprendendola da un testo sulla muratura, circa gli interventi sulle murature esistenti in zona sismica, se non ricordo male dovrebbe trovarsi sintetizzato anche sul prontuario della Le Monnier.
Ad ogni buon conto resto dell'idea che la verifica della cerchiatura vada eseguita, così come la verifica di rigidezza della parete dopo l'intervento come richiesto al §C.8.4.3.

Ma infatti sdn73 non intendeva la verifica "della cerchiatura" (è ovvio che va fatta, è pur sempre un elemento strutturale nuovo, soggetto a carichi e i cui elementi vanno dimensionati e verificati) bensì la verifica della "rigidezza della cerchiatura", perchè se questa è inserita nella muratura è la rigidezza complessiva della parete che deve essere "verificata" (o meglio, non deve subire sensibili variazioni rispetto alla situazione precedente). Il fatto di confrontare la rigidezza della cerchiatura con la rigidezza della sola parte di parete eliminata è una verifica superflua, perchè l'inserimento di una cerchiatura, pur avendo questa la stessa rigidezza della parte eliminata, non è muratura, e perciò non la sostituisce completamente e la sua rigidezza una volta "sommata" a quella della muratura residua non ripristina lo stesso valore iniziale, perchè quest'ultima viene drasticamente ridotta. A seconda dei casi (posizione dell'apertura, dimensioni dell'apertura rispetto a quelle totali della parete, ecc...) può succedere che il portale dia un contributo maggiore o minore alla rigidezza complessiva rispetto a quanto calcolato sulla base della sola muratura asportata (che invece non dipende da ciò che sta fuori).

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: mercoledì 26 ottobre 2011, 17:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 26 febbraio 2008, 16:01
Messaggi: 1180
boba74 ha scritto:
Il fatto di confrontare la rigidezza della cerchiatura con la rigidezza della sola parte di parete eliminata è una verifica superflua, ...

g.iaria ha scritto:
Per il dimensionamento e verifica delle cerchiature di solito io procedo così:
1) calcolo rigidezza della muratura da asportare, tenendo anche conto del fatto se ci sono orizzontamenti rigidi o flessibili
2) dimensionando la cerchiatura in modo da avere un comportamento shear type (rigidezza architrave >> rigidezza piedritti) la rigidezza della cerchiatura sostitutiva è 12*E*(J1+J2)/h^3
3) imponendo che la rigidezza della cerchiatura sia maggiore/uguale della rigidezza della muratura asportata è possibile dimensionare i piedritti
4) verifica del telaio della cerchiatura caricato sull'acrhitrave da un carico distribuito q e dall'azione sismica orizzontale a quota architrave da calcolare come aliquota dell'azione sismica di piano in base all'effettiva rigidezza della cerchiatura e dalla disposizione nel piano considerato degli altri pannelli murari.

Se rileggi i punti 2 e 3 del mio primo intervento, vedrai scritto che il confronto tra la rigidezza della muratura asportata con quella della cerchiatura serve solo a dimensionare i piedritti della cerchiatura stessa.
Ribadisco per la seconda ed ultima volta che la procedura in 4 punti da me indicata serve per il dimensionamento e verifica della sola cerchiatura. Non certo per la verifica della rigidezza della parete post intervento, da verificarsi invece secondo quanto richiesto al §C.8.4.3 in termini di rigidezza, resistenza e spostamento.

_________________
Un bravo scienziato è una persona con delle idee originali.
Un bravo ingegnere è una persona che fa un progetto che funziona con il minor numero possibile di idee originali.

Freeman Dyson


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: mercoledì 26 ottobre 2011, 17:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19192
Località: Ferrara
g.iaria ha scritto:
Se rileggi i punti 2 e 3 del mio primo intervento, vedrai scritto che il confronto tra la rigidezza della muratura asportata con quella della cerchiatura serve solo a dimensionare i piedritti della cerchiatura stessa.

Beh, dipende...
perchè nel dimensionamento dei piedritti io potrei anche scegliere piedritti con rigidezza inferiore a quelli della muratura asportata, purchè questo mi ripristini la rigidezza complessiva.... o al contrario, potrei dover scegliere piedritti con rigidezza ancora maggiore, se non sono sufficienti....
Per questo dicevo che secondo me è una veifica superflua nel momento in cui poi devo per forza fare anche la verifica della parete....

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: giovedì 27 ottobre 2011, 9:08 
Non connesso

Iscritto il: martedì 18 marzo 2008, 20:11
Messaggi: 1025
Per g.iaria
Trovo superfluo "ribadire per la seconda e ultima volta"...........
Dagli interventi sin qui letti è indubbia la tua competenza come ingegnere sui vari argomenti trattati dal forum, ciò non toglie che si possa essere in disaccordo su alcuni temi...per i quali le norme varie non sono poi così chiare. Daltronde sul tema "cerchiature" non c'è un'unica linea di condotta neanche in campo accademico.
Personalmente mi trovo daccordo con Boba ovvero penso che la funzione dei piedritti, dalla quale scaturisce il loro dimensionamento, sia quella di essere sufficientemente resistenti in modo da "migliorare" le prestazioni della parete nel suo complesso, e cono rigidezza tale da non comportare un radicale cambiamento della rigidezza della parete nel suo complesso.
Poi tutto è discutibile. Anzi personalmente spero che la questione venga risolta una volta per tutte e venga data una interpretazione univoca sulle metodologie di calcolo. Anche se la vedo dura, perchè la "cerchiatura" è, e resta, un escamotage per giustificare un "FINTO" miglioramento. Su questo almeno spero saremo daccordo.....nessun telaio messo a confinamento di un buco fatto in una muratura portante renderà tale muratura migliore di com'era prima......

Ciao a tutti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: giovedì 3 novembre 2011, 11:28 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 2 dicembre 2009, 13:49
Messaggi: 1355
Ho trovato questo interessante documento (in Power Point) della commissione strutture dell'Ordine di Bologna:
www.ordingbo.it/commissione_strutture/I ... .03.11.ppt
Saluti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: lunedì 7 novembre 2011, 16:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19192
Località: Ferrara
ESCOdalBAR ha scritto:
Ho trovato questo interessante documento (in Power Point) della commissione strutture dell'Ordine di Bologna:
http://www.ordingbo.it/commissione_stru ... .03.11.ppt
Saluti.

Grazie! 8)

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: mercoledì 9 novembre 2011, 12:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19192
Località: Ferrara
Domanda:
Siccome il valore del taglio ultimo di un maschio murario dipende dal carico agente sulla muratura, ed è tanto maggiore quanto maggiore è tale carico, che combinazione devo considerare per i carichi?
Perchè siccome in tal caso una maggiorazione dei carichi va a favore di sicurezza, immagino che non vada bene considerare un coefficiente 1,3 per i permanenti e 1,5 per gli accidentali. Devo considerare 1 e 1? Oppure addirittura 1 e 0?
:roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: mercoledì 9 novembre 2011, 12:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 37944
sull'argomento, segnalo questi programmi gratuiti
Cerchiature in acciaio 2.1
Cerchiatura in c.a.
Modifica aperture muratura
http://www.interstudio.net:8080/AreaUtenti/

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Modifica aperture nella muratura
MessaggioInviato: giovedì 10 novembre 2011, 15:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19192
Località: Ferrara
boba74 ha scritto:
Domanda:
Siccome il valore del taglio ultimo di un maschio murario dipende dal carico agente sulla muratura, ed è tanto maggiore quanto maggiore è tale carico, che combinazione devo considerare per i carichi?
Perchè siccome in tal caso una maggiorazione dei carichi va a favore di sicurezza, immagino che non vada bene considerare un coefficiente 1,3 per i permanenti e 1,5 per gli accidentali. Devo considerare 1 e 1? Oppure addirittura 1 e 0?
:roll:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010