IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 15 dicembre 2019, 15:52

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: CALCOLO PONTE MIDAS GEN
MessaggioInviato: mercoledì 2 marzo 2016, 17:25 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 17:05
Messaggi: 3
Ciao a tutti.
Mi sono laureata da poco e ho iniziato ad usare il software di calcolo MIDAS GEN.
Devo fare la modellazione, il calcolo e le verifiche di un ponte. Mi trovo però in forte difficoltà, sia per la mia pochissima esperienza, sia per incertezze nell'ambito della modellazione.

Il ponte in questione è in acciaio con soletta collaborante in c.a.
Ho modellato travi e traversi creando le sezioni in acciaio presenti nell'elenco dei profili e la soletta usando una sezione rettangolare in cls. Successivamente, per creare una connessione fra le parti, ho inserito dei nodi in corrispondenza della soletta e li ho collegati alle travi principali tramite dei link rigidi. E' una soluzione plausibile?
Inoltre i traversi sulla sbalzo (quelli in corrispondenza del marciapiede, per intenderci) voglio che siano allineati ala con ala con le travi principali. Per cui ho creato un offset, lasciando la posizione del nodo invariata. Questo però equivale ad avere dei bracci rigidi. Può creare dei problemi? C'è un altro modo per modellare una situazione del genere?

Per quanto riguarda i vincoli, l'impalcato è appoggiato.. per cui ho bloccato le traslazioni in y e z, lasciando libera quella in x per tenere conto delle dilatazioni dell'acciaio. E' corretto secondo voi?

Per i carichi, ho seguito le indicazioni delle NTC 08, creando degli static load case. Ma, a parte il peso proprio G1 assegnato come self weight, non so come tenere conto di G2. G3, Q ed eventuali distorsioni... Consigli?? Devo definire un floor load???

Per applicare vento e sisma, devo definire i piani (story)? Ma ha senso nel caso di un ponte?

Per i carichi variabili da traffico, c'è il comando moving load.. Ma come si usa?? Mi chiede di definire delle linee di traffico e di dare un'eventuale eccentricità. Ma in base a cosa faccio queste scelte??
Una volta definiti e assegnati tali carichi, che analisi devo lanciare?? Semplicemente un'analisi statica o devo prima generare il moving load?

Le spalle mi consigliate di calcolare in un altro modello note le sollecitazioni agli appoggi? E la soletta?

Infine, mi hanno detto che midas gen non verifica le sezioni miste. E' vero? :azz:
Qualora dovessi fare le verifiche a meno, avete qualche dritta?

Grazie a tutti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: CALCOLO PONTE MIDAS GEN
MessaggioInviato: mercoledì 2 marzo 2016, 18:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38257
insomma alla fine è meglio fare il calcolo a mano :mrgreen:

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: CALCOLO PONTE MIDAS GEN
MessaggioInviato: martedì 8 marzo 2016, 16:31 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 8 ottobre 2015, 11:51
Messaggi: 4
Ciao,
quello che ti posso consigliare è di evitare la modellazione che hai descritto in quanto non riusciresti ad avere immediatamente le caratteristiche di sollecitazioni che ti servono per le verifiche (Momento e Taglio nella trave composta). Modellando infatti la trave mista come soletta + trave il momento che ti aspetteresti nella sezione composta lo leggerai come una tensoflessione nella trave e una pressoflessione nella soletta e per le verifiche dovresti sommare opportunamente i due contributi (se prendi in considerazione il momento della sola trave sottostimi di molto l'effettivo momento sollecitante).
Al di là delle tecniche di input di Midas, ti consiglio di modellare il ponte come graticcio di travi equivalente.
Per le verifiche, noto il momento sulla trave mista, è necessario procedere alla classificazione della sezione. Di solito i ponti stradali, per motivi economici, hanno sezioni di classe 3 e 4, pertanto il metodo da utilizzare per la verifica è quello elastico (metodo n).
Dipende dal tipo di verifica che stai facendo ma attenzione che se la sezione ricade nelle classi che ti ho indicato è necessario considerare le effettive fasi costruttive e gli effetti del ritiro (vedi NTC 2008 § 4.3.2.2).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010