IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è giovedì 5 dicembre 2019, 17:35

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 29 marzo 2019, 23:58 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 marzo 2010, 15:04
Messaggi: 70
Salve a tutti, come da oggetto sto cercando di capire come operano i diversi software commerciali a livello di definizione dei casi di carico e relative combinazioni.
Ad esempio io utilizzo il Mastersap, che da questo punto di vista mi sembra un po' sotto alla media del mercato software nella sua fascia.

Mi spiego:
C'è una banca con diverse tipologie di carico pre-definite (peso solaio - permanenti - senza distinzione tra G1 e G2, tutte le categorie di accidentali verticali e neve)

I carichi verticali possono essere applicati alle travi tramite "aree di solaio" (che in pratica assegnano una luce di influenza ai carichi che ho indicato sopra, tipo 2kN/mq di accidentale moltiplicato per 3m sulla generica trave)

I carichi di vento e neve, dopo essere stati calcolati a parte con una procedura dedicata, devono essere applicati dall'utente. Per il vento non esistono "solai verticali" quindi i carichi vanno messi o sulle travi o sui pilastri

In sede di combinazione, l'utente carica da una banca i coefficienti parziali per i diversi stati limite (SLU, SLE rara freq qp e sisma). Vengono create in automatico una sola combinazione SLU 1 rara 1 frequente 1 quasi permanente, con tutti i coefficienti massimizzati (non c'è un carico dominante e gli altri che "accompagnano", inoltre i G1 e G2 non sono distinti in automatico). Si possono poi copiare le combinazioni e definirne a mano quante si vuole.

Per il sisma, il software genera in automatico tutte le combinazioni direzionali e di eccentricità delle masse. Il problema e che il modello va copiato 2 volte perchè si può mettere solo uno stato limite sismico per volta: 1 modello per SLV, 1 per SLD, 1 per verifica fondazioni applicando un coefficiente amplificativo allo spettro SLV. Ovviamente poi se si fanno delle modifiche bisogna propagarle negli altri modelli. Inoltre vanno assemblate le stampe di diversi modelli per fare la relazione di calcolo.

Nonostante le ripetute richieste di mettere qualche automatismo per le combinazioni, un oggetto per distribuire i carichi di vento e i pesi delle tamponature e di fare tutte le sismiche nello stesso modello, gli sviluppatori

minimizzano....

Vorrei capire gli altri software cosa fanno. Ad esempio i vari Prosap Sismicad Modest

ringrazio anticipatamente chi vorrà dare il suo contributo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 30 marzo 2019, 1:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38236
a mio parere fanno bene, principalmente perché la normativa, e la conseguente applicazione, ormai solo alla ricerca anche dello più sperduto capro espiatorio ogni volta che succede qualcosa, è diventata una giungla, dove di ingegneria ce n'è davvero ben poca;
per qualunque stupidaggine i burocrati ti chiedono integrazioni perché non hai disegnato il diagramma di qualche sollecitazione (e lo vogliono anche a colori !) , oppure contraddici la circolare perché ad esempio hai fatto la carpenteria in scala 1:60 e non 1:50,
e compagnia bella;
vedi cosa scrivevano Franciosi e Adriani quasi 50 anni fa
viewtopic.php?f=2&t=63890

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 30 marzo 2019, 9:47 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 10 marzo 2010, 15:04
Messaggi: 70
Scusa Pasquale non ho capito bene cosa intendi... Fanno bene a fare una sola combinazione per famiglia con tutti i carichi massimizzati? E il vento o la termica con segno+/-? Credo mettere tutto massimizzato sia una cosa che posso fare io in fase di pre-dimensionamento, ma il software poi dovrebbe consentire un minimo di automatismo nella definizione delle combinazioni e applicare la normativa in modo rigoroso.

Ho guardato un po' il prosap ad esempio e vedo che ci sono solai orizzontali e pannelli verticali, le combinazioni sono automatiche secondo alcune regole di interazione dei casi di carico e si possono poi esportare e modificare in excel.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 12:26 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 5 agosto 2016, 9:34
Messaggi: 945
lamarin ha scritto:
Salve a tutti, come da oggetto sto cercando di capire come operano i diversi software commerciali a livello di definizione dei casi di carico e relative combinazioni
Vorrei capire gli altri software cosa fanno. Ad esempio i vari Prosap Sismicad Modest

ringrazio anticipatamente chi vorrà dare il suo contributo


in simicad si inseriscono le condizioni di carico così come sono indicate nelle norme G1 G1, i vari Q ogni condizione di carico ha i propri coefficienti combinatori che possono essere anche editati, ecc ed è possibile anche indicare le modalità di combinazione ovvero le incompatibilità la contemporaneità ecc ecc

e poi il software le combina secondo la norma scelta e la combinazione

in automatico sono gestisce le differenze di temperatura e il sisma

è ovvio che più condizioni di carico si hanno e maggiori sono le combinazioni per arrivre al punto che sono tyalemnte tante che il software potrebbe non gestirle correttamente (immaginiamo solo al vento lungo le 4 direzioni le differenze di temperatura e magari tutto associato a 4 varibili dfferenti)

i carichi si mettono come si vuole perché sono assegnati attraverso le condizioni di carico definite all'inizio, ovviamente i carchi hannoc aratteristiche ben definite a seconda della tipologia, ma qui andiamo OT


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 26 aprile 2019, 17:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38236
ad esempio non capisco le combinazioni termiche (azioni che semplificando intervengono almeno 2 volte al giorno ogni anno) senza poi correlarle con la fatica

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 12 maggio 2019, 17:27 
Non connesso

Iscritto il: domenica 10 aprile 2005, 11:51
Messaggi: 2440
pasquale ha scritto:
ad esempio non capisco le combinazioni termiche (azioni che semplificando intervengono almeno 2 volte al giorno ogni anno) senza poi correlarle con la fatica


non lo capisci perché siamo ing civili, se fossimo stati ing meccanici lo sapresti

solo una battuta per dire che la "fatica" non fa parte del nostro mondo

(e ci mancherebbe pure aggiungo io)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010