IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 13 dicembre 2019, 2:50

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 28 giugno 2019, 12:52 
Non connesso

Iscritto il: domenica 11 giugno 2017, 22:54
Messaggi: 2
Buongiorno a tutti, sono uno studente e questo è il mio secondo messaggio su questo forum, quindi chiedo scusa in anticipo per ogni errore.

Stiamo effettuando il progetto di un edificio multipiano con una struttura portante interamente a telaio.
Al punto 7.4.4.2.1 della NTC2018 si richiede che "ai fini della progettazione in capacità, per ciascuna direzione e ciascun verso di applicazione delle azioni sismiche, per ogni nodo trave-pilastro (ad eccezione dei nodi in corrispondenza della sommità dei pilastri dell’ultimo orizzontamento), la capacità a flessione complessiva dei pilastri deve essere maggiore della capacità a flessione complessiva delle travi amplificata del coefficiente gamma_Rd".
In altre parole, si richiede che la somma dei momenti resistenti dei pilastri agenti nel nodo sia maggiore di quella dei momenti resistenti nelle travi.

Sebbene per molti di voi sia ovvio, mi chiedevo: i momenti resistenti dei pilastri sono da calcolarsi secondo presso-flessione retta separatamente nelle due direzioni o secondo presso-flessione deviata, in base ai momenti agenti dati dalla combinazione sismica?

Grazie in anticipo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 2 luglio 2019, 0:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38249
se ricordo bene, della opportunità di considerare la flessione retta, ne parla Ghersi nel suo libro Edifici antisismici con struttura intelaiata in c.a., la cui prima edizione è scaricabile gratuitamente dal sito del prof.
http://www.dica.unict.it/users/aghersi/ ... gTesti.htm

poi vedo meglio

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 2 luglio 2019, 15:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 settembre 2009, 20:37
Messaggi: 699
Il controllo della gerarchia trave-colonna è una cosa diversa dalla verifica di resistenza (la prima non implica la seconda).

_________________
ing. Alessandro Dragone
https://it.linkedin.com/in/alessandrodragone
http://ingegneristicamente.blogfree.net/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 17 luglio 2019, 17:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 15 ottobre 2009, 16:30
Messaggi: 210
Il rispetto della gerarchia delle resistenze comporta che il Momento Resistente (Mrd) dei pilastri sia maggiore del Mrd delle travi che convergono nello stesso nodo.
Per cui, sia in direzione X che Y, verificherai che MrdP > MrdT.

Questa verifica non dipende dai momenti o sollecitanti, ma soltanto da quelli resistenti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010