IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 13 dicembre 2019, 15:03

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 13 settembre 2019, 18:24 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 12 febbraio 2010, 12:20
Messaggi: 1293
Ti è andata di cuxo perchè ho aperto questa discussione per caso e ho visto il messaggio diretto proprio a me.
gio1990 ha scritto:
per il calcolo della massa sismica, nel pannello mass source del sap2000 ; bisogna inserire G1+G2+0.3 Qk, o solo from element

dipende da come hai inserito i carichi in SAP.
"from element" fa riferimento alla combinazione nativa DEAD di SAP.
Se, come fanno in molti e come implicitamente ti porta a fare SAP, hai utilizzato DEAD solo per i pesi propri degli elementi strutturali, allora devi selezionare "da elementi, masse aggiunte e carichi" (ricordo il nome solo in italiano) ed inserire la combinazione G2+0.3Qk (perchè il G1 sta già dentro gli elementi attraverso DEAD e il programma te lo pesca automaticamente).
Altrimenti, se DEAD lo hai utilizzato in qualche altra maniera (tipo hai messo il modificatore delle masse a 0 ad alcuni elementi e poi hai dato il peso proprio come carico esterno, oppure non hai definito correttamente i pesi specifici dei materiali ) allora devi innanzitutto fare ordine nel modello (in modo che dentro DEAD non ci sia proprio nulla) e poi inserire la combinazione in forma estesa comprendendo anche G1.

Consiglio: quando ho questo tipo di dubbi faccio un telaietto in SAP, me lo risolvo a mano e vedo se i conti tornano provando le millemila funzioni che ci sono nel SAP.
Si scoprono tante tante belle stupidaggini che quotidianamente si fanno, dando per scontate cose che in realtà col FEM non vanno affatto come pensiamo (tipo come funziona la trasmissione dei carichi in funzione della presenza/assenza dei vincoli di bordo di aree con mesh tra loro non congruenti, tanto per citare un esempio che mi fece sfiorare l'arresto cardiaco qualche anno fa...).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 13 settembre 2019, 21:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 4 aprile 2017, 12:50
Messaggi: 160
Grazie Frank80, quello che intendo e’ La massa sismica nelle analisi dinamiche non lineari..
Mi spiego meglio, ho visto molti che applicano in mass source solo il peso proprio degli elementi, e poi caricano la struttura utilizzando la funzione rampa con G1,G2 etc... il problema che in mass source non dovrebbero essere inseriti anche i carichi G1,G2,Psiqk... come avviene per le analisi modali?


Inoltre utilizzando spettri artificiali, quindi ne ho 7 uguali nella direzione x ed y, bisogna applicarli prima nella direzione x e poi nella direzione y, in modo separato? Cosa diversa con quelli naturali.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 17 settembre 2019, 15:18 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 12 febbraio 2010, 12:20
Messaggi: 1293
Forse dico una bestialità, ma mass source non sono mica sicuro che entra in gioco nelle analisi TH...anzi secondo me non c'entra proprio niente.
Il concetto in fondo è questo: la TH è una storia temporale in cui si applica una accelerazione a ciò che è all'interno del modello nel momento in cui si lancia l'analisi.
Quindi se tu fai, nell'ordine:
- RAMP con DEAD
- RAMP con G1 aggiuntivi
- RAMP con G2 aggiuntivi
- RAMP con Q aggiuntivi
ciascuno con i propri coefficienti di combinazione, e ricordandoti di specificare (da qualche parte, non ricordo dove) che ogni RAMP non parte dallo stato iniziale di tensione 0 ma dall'ultimo step della RAMP precedente,
e poi fai TH (sempre dall'ultimo step della RAMP precedente) la TH va ad "eccitare" quello che trova nel modello senza passare per mass source.

gio1990 ha scritto:
Inoltre utilizzando spettri artificiali, quindi ne ho 7 uguali nella direzione x ed y, bisogna applicarli prima nella direzione x e poi nella direzione y, in modo separato? Cosa diversa con quelli naturali.

Questione controversa (in realtà per me chiarissima...per altri meno, ma ognuno vive delle proprie convinzioni).
Di certo/certissimo non puoi fare le analisi x e y separatamente e poi fare la combinazione 100/30 perchè in campo non lineare non vale il principio di sovrapposizione degli effetti. Devi combinare gli input, non puoi combinare gli output.
Per questo ti direi di applicare contemporaneamente coppie x/y di accelerogrammi.
Solo che con gli artificiali ti ritrovi in perfetta fase i picchi di accelerazioni in x e in y che è un assurdo (fortunatamente non può esistere un terremoto che conteporaneamente mi va a sollecitare con il proprio valore massimo secondo due direzioni ortogonali un elemento strutturale).
Non ho mai capito se di questo la norma non si cura perchè non se n'è accorta o perchè non ci se ne deve curare.

La risposta è sempre quella di prima: fai delle piccole prove (dopo aver calibrato per bene il tuo modellino, diciamo un telaietto...) e vedi che differenze ci sono a combinare gli input, a combinare gli output (che non si può fare ma ti può servire come utile paragone per capire di quanto si sbaglierebbe a farlo), ad applicare lo stesso accelerogramma in direzione x/y contemporaneamente, a sfasarli temporaneamente per esempio di 0,1 sec, ad applicare contemporaneamente un accelerogramma in x e uno diverso in y, etc. etc. etc.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010