IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 5 giugno 2020, 17:46

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 21 maggio 2020, 18:31 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 31 ottobre 2013, 11:50
Messaggi: 17
Buonasera, vi scrivo nella speranza di ottenere chiarimenti circa l'interpretazione delle norme e della circolare esplicativa pubblicata dall'agenzia delle entrate, relativamente al "bonus facciate" attualmente in vigore.

La suddetta circolare esplicativa afferma che qualora, in occasione degli interventi di pulitura o tinteggiatura della facciata, si intervenga sull'intonaco in misura superiore al 10%, diventerà obbligatorio rispettare i requisiti di trasmittanza termica, finalizzati al risparmio energetico, che consentirebbero di accedere - per tale tipologia di lavori - ad un diverso bonus (cd. "eco-bonus").

Da quanto sopra dovrebbe derivare l'ovvia conseguenza che, nel caso in cui, nel corso dei lavori di pulitura e tinteggiatura della faccia, si debba intervenire su superfici di intonaco inferiori al 10% non sarà obbligatorio preoccuparsi degli obblighi di efficienza energetica.

Resta tuttavia un dubbio che non riesco a chiarire.

Se intervengo sull'intonaco in misura inferiore al 10% (ipotizziamo 8%), saranno detraibili anche se spese sostenute per il rifacimento di quell'8% di intonaco?
Oppure quella spesa non sarà oggetto di alcuna detrazione?

Avrei ipotizzato che anche le spese per quell'8% fossero detraibili, ma ci ha pensato l'agenzia delle entrate a mettermi in crisi, laddove, nella suddetta circolare esplicativa, asserisce che la detrazione spetta per gli interventi:
- di sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata
- su balconi, ornamenti o fregi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura
- sulle strutture opache della facciata influenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio.


In forza della suddetta indicazione, sembrerebbe dunque che NON si possa accedere alle suddette detrazioni per gli interventi sull'intonaco che interessino meno del 10%.

Al contempo, tuttavia, la stessa circolare precisa che superando il 10%, con riguardo agli interventi sull'intonaco, si dovrà applicare l'eco-bonus e non il bonus facciate.

Se tale interpretazione fosse corretta, si dovrà giungere alla conclusione che in qualsiasi caso , sia sopra e sia sotto il 10%, le spese sostenute per il riferimento dell'intonaco non potranno essere detratte mediante bonus facciate (salvo raggiungere certi requisiti e rientrare in bonus di altra natura).

E' corretto?

Grazie del supporto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 22 maggio 2020, 15:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19431
Località: Ferrara
Allora per quanto ne so, il Bonus facciate al 90% è relativo agli interventi sulle facciate degli edifici dei centri abitati (zone A-B), sia ininfluenti che influenti dal punto di vista energetico. Per interventi non influenti non occorre fare alcuna pratica ENEA e la detrazione è al 90%.
Nel caso di interventi influenti (quindi se superi il 10% dell'intonaco) devi fare la pratica ENEA (ecobonus). Infatti l'ecobonus comprende anche il bonus facciate, relativamente a superfici di intonaco >10%, l'unica differenza rispetto al caso delle altre tipologie classiche di riqualificazioni energetiche è che nel caso di edifici in zona A o B si detrae al 90% anzichè al 65%.
C'è un'apparente sovrapposizione con altre percentuali di detrazione, sugli edifici condominiali, ossia il 70% o l'85% a seconda che si superi o meno il 25% della superficie disperdente, ma quelli riguardano l'intero involucro, e non solo le facciate, quindi per come la intendo io, se fai un cappotto sulle pareti verticali in zona A o B questo va sempre al 90% come bonus facciata (se ha i requisiti di trasmittanza), a prescindere che coinvolga più o meno del 25% dell'involucro. Saranno casomai le coperture o gli infissi che andranno al 50% o 70% o 85% a seconda dei casi. La pratica ENEA da fare è sempre quella dell'ecobonus, sarà poi specificato all'interno la tipologia di intervento.

Il rifacimento di intonaco inferiore al 10% è invece di fatto un intervento di finitura, che quindi è ricompreso assieme agli interventi sulle facciate. Vedi le prime righe del vademecum ENEA (che cita il testo esatto dell'articolo di legge):

"spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B"

Cioè dice "INCLUSI" quelli di sola pittura, non dice "SOLO" quelli di sola pittura.... per tanto ci rientrano tranquillamente gli intonaci a maggior ragione (salvo che non superino il 10%)

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 30 maggio 2020, 10:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 17 marzo 2007, 22:43
Messaggi: 3354
Località: brescia
..fermo il fatto che, ora, con il nuovo DM, se isoli e raggiungi il salto di 2 classi, va tutto al 110

_________________
Art.1 : L'Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro. ..degli altri.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 2 giugno 2020, 9:24 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 29 maggio 2020, 20:10
Messaggi: 14
Salve, potreste gentilmente postate o linkare il sito dove scaricare la circolare dell'AdE citata? Altresì il superbonus al 110% (ecobonus e sismabonus) sono già operativi non si attendono i decreti attuativi tecnici da emanare entro luglio 2020? Per il bonus facciate, con detrazione al 90%, oltre a richiedere la visibilità dei prospetti da via pubblica, implica che gli stessi facciano parte di palazzi e/o edifici ubicati nella zona "A" (forse anche zona "B"). Potreste gentilmente spiegare meglio la classificazione della/e detta/e zone? È in base al D.M.n.1444 del 1968? Urbanisticamente, in una città tipo, vi rientrano tutti i palazzi in condominio se zone "A' e "B' ???


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it