IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 17 agosto 2019, 13:04

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 16:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 22 gennaio 2015, 11:56
Messaggi: 23
Buongiorno a tutti

So che l'argomento è già stato trattato ma non trovo risposte al mio caso particolare, e la confusione nella mia testa aumenta.

Situazione: Fabbricati residenziali A e B esistenti, antistanti l'uno rispetto all'altro, posti a 10 mt di distanza reciproca. Il fabbricato A presenta sulla parete antistante B delle finestre ed un balcone da 1,5 mt (e per il prgc non fa distanza).

Problema: il proprietario di A vuole prolungare di un metro il balcone.

Questo andrebbe in conflitto con il PRGC che impone i 5 mt dai confini e i 10 mt dagli edifici, ma questo mi preoccupa fino ad un certo punto perché c'è la possibilità di inserire una deroga nella convenzione urbanistica (trattasi di sue in essere).

Prima domanda: va in conflitto anche col DM 1444/1968 che impone i 10 mt tra pareti finestrate e pareti di edifici antistanti? Ovvero: dovrò considerare il nuovo filo balcone come una parete vera e propria?

In ogni caso tra i proprietari di A e B si dovrà stipulare una scrittura privata che permetta l'avvicinamento, ma..

Seconda domanda: nella scrittura possono derogarsi a vicenda la distanza dei 10 mt?

Terza domanda: di conseguenza, tale intervento è in qualche modo realizzabile o non prefigura una violazione del DM non derogabile?


Spero che a qualcuno sia capitata una situazione simile, ringrazio chiunque possa chiarirmi le idee.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 16:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 37944
secondo me il PRG prevale su tutto, è come una legge mentre un dm è una norma secondaria;
d'altra parte è approvato dal Ministero LL.PP. (ora mi pare abbia un altro nome, ma sempre lo stesso è) quindi se fosse in contrasto con il dm del 1968 la colpa sarebbe del ministero non certo del cittadino

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 12:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 15 ottobre 2009, 16:30
Messaggi: 176
Il DM68 ha però carattere nazionale, per cui le norme sottostanti possono essere solo piu restrittive e in questi termini.
Il tuo caso comunque è relativo a balconi e non a pareti finestrate o comunque fronteggianti.
senza conoscere il PRGC della tua zona, dovrebbero valere le norme di CC, per cui derogabili in caso di accordo tra le parti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010