IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è mercoledì 20 novembre 2019, 11:43

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 107 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 3 luglio 2008, 17:14 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 novembre 2006, 16:52
Messaggi: 825
infatti. se possibile ci metterei il sonoro. Più attuale di così...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 4 luglio 2008, 11:03 
Non connesso

Iscritto il: sabato 17 giugno 2006, 17:38
Messaggi: 14
anche i delegati inarcassa costituirebbeuna delle caste da eliminare (non fisicamente)

se su tutti i pagamenti che fa l'amministrazione pubblica ai professionisti fossero soggettio al contriuto soggettivo del 10%, di questo aumento non ce ne sarebbe stato bisogno.

I lavori pubbliuci a chi non paga il 10% di contributo soggettivo alla cassa Ingegnegeri o altre casse professionali non deve essere proprio dato. a meno che non versino ugualmente tali contribuzioni anche se non ne avranno beneficio.

Poi dicono trasparenza proporzionalità parità di tratamento etc nell'affidare gli incarichi.

per me c'è un malcostume delle varie casse diffuse che non ha limiti.

Si prendono solo prebende priviulegi e cose varie per farci danno. Altroi che fannulloni di brunetta, almeno non facessero niente che subiamo meno danno.

Io non mi sento rappresentatoa nessun livelklo....è solo una lotta per arricvare a godere dei privilegi di casta a scapito della platea dei cittadini...dei professionisti nel nostro caso.

Per boiocottare e cercare di sensibilizzare bisognerebbe organizzare una grossa manifestazione a roma,,,con sacchi a pelo e provviste per almeno q0 giorni) boivacare sui marciapiedi adiacenti la cassa e chiedere la defenestrazione della casta perc incompatibilità con gli interessi comuni, l'obbligo che su tutti i lavori pubblici va pagato iil 10% di contribusione alla cassa di previdenza etc etc etc.. dichiarando guerra aperta al sistemna delle caste. Sistemata la cassa di previdenza poi i cittadinio capiranno che potrà essere replicata dappertutto...con benefici effetti per la collettività in generale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 4 luglio 2008, 18:43 
Non connesso

Iscritto il: domenica 24 febbraio 2008, 10:47
Messaggi: 49
azing ha scritto:
anche i delegati inarcassa costituirebbeuna delle caste da eliminare (non fisicamente)

se su tutti i pagamenti che fa l'amministrazione pubblica ai professionisti fossero soggettio al contriuto soggettivo del 10%, di questo aumento non ce ne sarebbe stato bisogno.

I lavori pubbliuci a chi non paga il 10% di contributo soggettivo alla cassa Ingegnegeri o altre casse professionali non deve essere proprio dato. a meno che non versino ugualmente tali contribuzioni anche se non ne avranno beneficio.

Poi dicono trasparenza proporzionalità parità di tratamento etc nell'affidare gli incarichi.

per me c'è un malcostume delle varie casse diffuse che non ha limiti.

è la copia di un post inviato in un'altra sezione
Secondo me avete ragione un pò tutti, anche chi vuole ritirarsi da ogni segno di protesta.
Ci sono delegati e delegati, sarebbe interessante sapere se c'è stato il tentativo di far mancare il numero legale al fine di far invalidare la votazione, magari capire con quale maggioranaza è stato approvato il documento.
Il precedente aumento contributivo è avvenuto nel 1996 sulla base di un bilancio attuariale, sarebbe serio che qualcuno lo pubblicasse per vedere se le previsioni in esso contenute si sono effettivamente verificate, per quanto ne so io no. NOTA, in parole davvero molto povere il bilancio attuariale è una sorta di previsione a medio-lunga scadenza, l'analisi si basa sulla matematica attuariale o delle assicurazioni e cmq sulle probabilità che accadano certi eventi, se qualcuno vuol correggere questo concetto lo acceterei volentieri, servirebbe sicuramente alla discussione, ritengo che anche stavolta sono stati utlizzati i bilanci attuariali.
Su un'altra sezione condivido le argomentazioni di azing, forse ci stiamo disperdendo tra le varie sezioni scegliamone una e portiamola avanti, personalmente il titolo INARCASSA - LA GRANDE MERETRICE nn mi piace.
un saluto a tutti

Proporrei di continuare la discussione in questa sezione.

Si prendono solo prebende priviulegi e cose varie per farci danno. Altroi che fannulloni di brunetta, almeno non facessero niente che subiamo meno danno.

Io non mi sento rappresentatoa nessun livelklo....è solo una lotta per arricvare a godere dei privilegi di casta a scapito della platea dei cittadini...dei professionisti nel nostro caso.

Per boiocottare e cercare di sensibilizzare bisognerebbe organizzare una grossa manifestazione a roma,,,con sacchi a pelo e provviste per almeno q0 giorni) boivacare sui marciapiedi adiacenti la cassa e chiedere la defenestrazione della casta perc incompatibilità con gli interessi comuni, l'obbligo che su tutti i lavori pubblici va pagato iil 10% di contribusione alla cassa di previdenza etc etc etc.. dichiarando guerra aperta al sistemna delle caste. Sistemata la cassa di previdenza poi i cittadinio capiranno che potrà essere replicata dappertutto...con benefici effetti per la collettività in generale.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 5 luglio 2008, 7:47 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 settembre 2007, 17:00
Messaggi: 990
Località: Pordenone
bafio ha scritto:
antonio.colonnello ha scritto:
Giusto perché siamo ingegneri quantifichiamo:

+5% dei contributi = -8% circa reddito netto (considerando le detrazioni IRPEF) = 1 mese di "stipendio".

Nel 2012, se TUTTI non alzano gli onorari del 10-12%, ci troveremo a lavorare per 11 mensisilità !

E la pensione non aumenta perché l'art. 25 dello statuto InArCassa non è stato modificato ed è rimasto: Pensione = 2% * Reddito medio ultimi 20 anni * Numero anni contr. = 60-70% ultimo reddito se va bene.

Ci saranno anche gli ingegneri con le barche, ma credo che la maggioranza, dei giovani in modo particolare, campi con fatica di questi tempi.

Saluti indignati
Antonio Colonnello

Le pensioni non aumenteranno perchè tutte le previsioni indicano che aumenterà il loro numero e quelli che pagano ora hanno diritto di ritrovarsele quando sarà il loro momento.
Se il contributo passa dal 10 al 15 è scocciante ma almeno è interamente detraibile dalle tasse, quindi è come se passasse al 12,5.
E sinceramente, romani per romani, preferisco ancora quelli di inarcassa che quelli di qualsiasi governo.
Nel senso che preferisco pagare per la pensione che per le tasse.
Fermo restando che vanno tenuti d'occhio anche quelli di inarcassa.
Sempre diffidare dei politici e di quelli di inarcassa.


Può anche darsi che sia una scelta necessaria per garantire il pagamento di un minimo di pensione, ma quello che fa arrabbiare è che InArCassa non ha fatto alcuna divulgazione seria della questione, né ha pensato di consultare gli iscritti. Sembra una cosa fatta di nascosto, alle porte delle ferie in modo che non se ne discuta per qualche tempo e ci si ritrovi a settembre con le cose fatte e oramai immutabili (immutabili forse lo sono già). Nel sito di InArCassa, tanto per fare un esempio, c'è l'ultima news del 3 luglio (quindi posteriore alla modifica dello statuto) e nessuna news precedente riguardo gli aumenti. Non è ammissibile che tengano questo atteggiamento, perché, traducendo in italiano non-volgare la battuta del buon Ricucci-furbetto-del-quartierino: "stanno facendo scelte di cui altri pagano le conseguenze".
Con la Commissione Giovani Ingegneri del mio ordine ci stiamo attivando e giovedì prossimo avremo un incontro con il delegato provinciale di InArCassa, nonché Presidente dell'Ordine, per discutere anche della questione contributi. Se avrò notizie interessanti riferirò anche qui nel forum.

Saluti
Antonio Colonnello


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 5 luglio 2008, 8:41 
Non connesso

Iscritto il: domenica 24 febbraio 2008, 10:47
Messaggi: 49
Mi sembra molto importante questo incontro con il delegato, se puoi chiedi :
1. se c'è stato il tentativo di far mancare il numero legale al fine di far invalidare la votazione, magari capire con quale maggioranza è stato approvato il documento, i delegati sono circa 230, ognuno ha un peso diverso secondo il numero degli iscritti, cmq è importante sapere fisicamente quanti hanno votato a favore;
2. il precedente aumento contributivo è avvenuto nel 1996 sulla base di un bilancio attuariale, sarebbe serio che qualcuno lo pubblicasse per vedere se le previsioni in esso contenute si sono effettivamente verificate, per quanto ne so io no.
NOTA, in parole davvero molto povere il bilancio attuariale è una sorta di previsione a medio-lunga scadenza, l'analisi si basa sulla matematica attuariale o delle assicurazioni e cmq sulle probabilità che accadano certi eventi, se qualcuno vuol correggere questo concetto lo accetterei volentieri, servirebbe sicuramente alla discussione, ritengo che anche stavolta sono stati utlizzati i bilanci attuariali.
Le riunioni con i delegati sono molto importanti, sembra che a breve (entro questo mese?) probabilmente faranno un'altra riunione per approvare altri aumenti contributivi, sic!!!
Ciao Antonio (PD) facci sapere, un saluto a tutti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 5 luglio 2008, 11:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
non per difendere inarcassa, che credo sia del tutto indifendibile, ma mi fa un po' ridere che qualcuno parli di "immutabile" per una cosa che entra in vigore tra quattro anni (e due rinnovi di consigli inarcassa, se non sbaglio...).
anche il collega che calcola le tasse soltanto sull'aumento (per cui riduce della metà soltanto quello) mi fa un po' ridere: se passa dal 10 al 15, ma si paga la metà per via delle tasse, sarà come se passasse dal 5 al 7,5, non certo dal 10 al 12,5, no?
l'inesistente trasparenza di inarcassa invece non mi fa ridere.
ma nemmeno mi stupisce particolarmente.

con bafio sarei d'accordo se pagassimo per la nostra pensione; ma siccome paghiamo per la pensione altrui, mentre invece con le tasse almeno qualcosa fanno anche per noi...

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 5 luglio 2008, 15:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
bafio ha scritto:
non capisco perchè dici che paghiamo per la pensione altrui.
Se ti riferisci alla mia ormai prossima pensione, posso dire che in 31 anni me la sono quasi già pagata tutta.


errore.
in 31 anni (e nei prossimi che ti mancano) tu hai pagato la pensione di chi la sta già prendendo.
poi ci andrai, e toccherà a quelli come me pagare la tua. cosa credi, che c'è un fondo a tuo nome, dove finiscono i tuoi versamenti, tra le proprietà di inarcassa, vincolato alla tua persona e non spendibile senza il tuo consenso? certo che no. tu hai pagato la pensione di chi c'è già, io pagherò la tua.
quando ci andrò io (tra 30 anni almeno, presumibilmente assai di più, anzi probabilmente mai) toccherà a coloro che ancora non sono nati pagare la mia.

di fatto, quando andrai in pensione beneficerai di un "momento demografico" che prevede che per ogni pensionato ci siano una dozzina di iscritti paganti (infatti avrai pensione retributiva, e del valore che ha).
quando andrò in pensione io (ammesso che esista ancora, cosa che non credo affatto) il rapporto sarà circa 1:1, come è adesso per l'inps.

ciò significa che avrò versato contributi della stessa entità che tu hai pagato per la pensione di chi è più vecchio di te (anzi superiori, appunto), serviti per pagare la pensione TUA (non tua di persona, di quelli della tua generazione ovviamente), salvo poi ritrovarmi con una pensione drasticamente decurtata rispetto a quest'ultima (perchè inevitabilmente così sarà quando sarà il mio turno), quando non proprio nulla del tutto.

in pratica, ogni generazione di pensionati preleva dalle generazioni successive (di coloro che gli pagano la pensione lavorando) una quota crescente di ricchezza, via via che la vita media si allunga sempre più (grazie a progressi della tecnica pagati sempre dalle tasse di chi sta lavorando, non certo di chi sta in pensione: cornuti e mazziati, insomma), via via che il sistema aumenta il suo squilibrio perchè non vengono toccati neanche in minima parte diritti acquisiti che lo rendono incapace di autosostenersi.
quando lo squilibrio raggiunge quote non più sostenibili, si riducono i diritti FUTURI di chi continua a pagare la pensione altrui (eek?! aaagh!?! groaar!!), e cioè non ha ancora beneficiato di NULLA, invece di riequilibrare almeno in minima parte i diritti di chi sta godendo di TROPPI diritti (e che siano troppi è evidente, lapalissiano, incontestabile, visto che il sistema non regge).

e dovrei essere contento di questo sistema? solo per il fatto che chi verrà dopo di me starà ancora peggio? no, grazie, ben miserabile consolazione, tutt'altro che giustizia.
a 'sto punto preferisco le tasse, appunto, che almeno vengono usate per far strade e ponti che servono anche a me che lavoro, e non solo a chi va in villeggiatura.

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 5 luglio 2008, 16:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 9 gennaio 2007, 22:41
Messaggi: 124
Ronin ha scritto:
bafio ha scritto:
non capisco perchè dici che paghiamo per la pensione altrui.
Se ti riferisci alla mia ormai prossima pensione, posso dire che in 31 anni me la sono quasi già pagata tutta.


errore.
in 31 anni (e nei prossimi che ti mancano) tu hai pagato la pensione di chi la sta già prendendo.
poi ci andrai, e toccherà a quelli come me pagare la tua. cosa credi, che c'è un fondo a tuo nome, dove finiscono i tuoi versamenti, tra le proprietà di inarcassa, vincolato alla tua persona e non spendibile senza il tuo consenso? certo che no. tu hai pagato la pensione di chi c'è già, io pagherò la tua.
quando ci andrò io (tra 30 anni almeno, presumibilmente assai di più, anzi probabilmente mai) toccherà a coloro che ancora non sono nati pagare la mia.

di fatto, quando andrai in pensione beneficerai di un "momento demografico" che prevede che per ogni pensionato ci siano una dozzina di iscritti paganti (infatti avrai pensione retributiva, e del valore che ha).
quando andrò in pensione io (ammesso che esista ancora, cosa che non credo affatto) il rapporto sarà circa 1:1, come è adesso per l'inps.

ciò significa che avrò versato contributi della stessa entità che tu hai pagato per la pensione di chi è più vecchio di te (anzi superiori, appunto), serviti per pagare la pensione TUA (non tua di persona, di quelli della tua generazione ovviamente), salvo poi ritrovarmi con una pensione drasticamente decurtata rispetto a quest'ultima (perchè inevitabilmente così sarà quando sarà il mio turno), quando non proprio nulla del tutto.

in pratica, ogni generazione di pensionati preleva dalle generazioni successive (di coloro che gli pagano la pensione lavorando) una quota crescente di ricchezza, via via che la vita media si allunga sempre più (grazie a progressi della tecnica pagati sempre dalle tasse di chi sta lavorando, non certo di chi sta in pensione: cornuti e mazziati, insomma), via via che il sistema aumenta il suo squilibrio perchè non vengono toccati neanche in minima parte diritti acquisiti che lo rendono incapace di autosostenersi.
quando lo squilibrio raggiunge quote non più sostenibili, si riducono i diritti FUTURI di chi continua a pagare la pensione altrui (eek?! aaagh!?! groaar!!), e cioè non ha ancora beneficiato di NULLA, invece di riequilibrare almeno in minima parte i diritti di chi sta godendo di TROPPI diritti (e che siano troppi è evidente, lapalissiano, incontestabile, visto che il sistema non regge).

e dovrei essere contento di questo sistema? solo per il fatto che chi verrà dopo di me starà ancora peggio? no, grazie, ben miserabile consolazione, tutt'altro che giustizia.
a 'sto punto preferisco le tasse, appunto, che almeno vengono usate per far strade e ponti che servono anche a me che lavoro, e non solo a chi va in villeggiatura.


Concordo con il ninja, tra l'altro, con le premesse dei nostri tempi non so quanti nuovi nati ci saranno per pagare le pensioni future, è il caso di dire che a conti fatti il piano pensionistico potrebbe essere del tutto diverso, in quanto quando sarà il turno del ninja gli si comprerà 10 biglietti della lotteria, con tanti auguri di buona fortuna 8)

_________________
Il marinaio spiegò le vele al vento ma.....il vento nn capì!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 6 luglio 2008, 13:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
demagogia, se permetti.
anche con le tasse decidiamo noi, attraverso i nostri delegati, fino a che si andrà ancora a votare ogni tot anni.
ed esattamente come per i delegati di inarcassa, una volta delegati fanno quel che gli pare.

e cmq vedo che la soluzione è sempre chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto, e gli altri si arrangino.

e anche sul fatto che sui contributi pensionistici non ci mangi sopra proprio nessuno, francamente, c'ho i miei dubbi...

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 6 luglio 2008, 20:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
da come lo dici sembra che le tasse le paghino solo gli ingegneri :lol:
(per tacere della beata ingenuità dei contributi che servono solo alle pensioni, e non anche a tenere in piedi l'elefantiaca e totalmente inutile struttura di inarcassa, a partire da quel fogliaccio che osano chiamare rivista, per dirne una... :clap: )

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 107 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010