IngForum il forum di Ingegneri.info
Visita le sezioni:

Oggi è sabato 20 ottobre 2018, 12:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 25 gennaio 2018, 9:44 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 29 agosto 2011, 16:45
Messaggi: 219
Buongiorno.
Esiste una deroga alla larghezza minima di passaggio dei corridoi secondo la normativa sulle barriere architettoniche?
è possibile avere un corridoio di 85 cm?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 25 gennaio 2018, 18:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 36995
credo certamente se si ricade nel caso di edifici unifamiliari essendo in tal caso previsto il solo requisito dell'adattabilità, o ad es. nei casi di ristrutturazione; per gli altri casi vedi l'art. 7 del dpr 236/1986, tenendo presente che la norma è spiccatamente prestazionale, conta quindi principalmente l'obiettivo rispetto alla singola prescrizione;

la norma prevede una larghezza minima di 100 cm dei corridoi e 75 dei passaggi delle porte (in quest'ultimo caso però il passaggio è puntuale e non per una certa lunghezza come nei corridoi);

guardavo delle indicazioni antropometriche in un libro che ho, per cui la situazione peggiore è per una persona con deambulatore che ha una larghezza proprio di circa 85 cm (mentre una sedia a ruote ha larghezza di circa 70 cm, per cui anche 85 cm andrebbero bene)

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 25 gennaio 2018, 21:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 6881
Località: Atene (Greece)
stamani vedevo che l'ingombro delle carrozzine è arrivato a 62 cm.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 25 gennaio 2018, 23:36 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 giugno 2015, 18:02
Messaggi: 311
Cita:
Esiste una deroga alla larghezza minima di passaggio dei corridoi secondo la normativa sulle barriere architettoniche? è possibile avere un corridoio di 85 cm?

Le richieste di deroga si presentano al Sindaco.
Cita:
... per gli altri casi vedi l'art. 7 del dpr 236/1986, tenendo presente che la norma è spiccatamente prestazionale, conta quindi principalmente l'obiettivo rispetto alla singola prescrizione ...

Il requisito sui percorsi orizzontali è prescrittivo (art. 8 ). Sono prestazionali i requisiti dell'art. 9.
Cita:
... stamani vedevo che l'ingombro delle carrozzine è arrivato a 62 cm.

E quindi? Mi auguro la vostra sia banalmente informazione di mercato e dettata da assente esperienza nell'affrontare umanamente una barriera. :cry:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 26 gennaio 2018, 8:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 6881
Località: Atene (Greece)
per quanto mi riguarda, non ti preoccupare.
sogni qualvolta mi capita il problema, lo affronto molto umanamente.
finora non mi sono ritrovato con corridoi sotto i 90.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 26 gennaio 2018, 8:40 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 29 agosto 2011, 16:45
Messaggi: 219
lbasa ha scritto:
E quindi? Mi auguro la vostra sia banalmente informazione di mercato e dettata da assente esperienza nell'affrontare umanamente una barriera. :cry:

credo sia opportuno capire se progettualmente sia possibile cercare soluzioni adeguate, ma che consentano, sulle costruzioni esistenti e nei centri storici in particolare, di utilizzare immobili sorti in epoca i cui questa sensibilità non era matura. Diversamente avremmo tanti immobili che pur avendo una possibile vocazione di utilizzo (ad esempio come ristoranti) sarebbero destinati all'abbandono.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 6 febbraio 2018, 14:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 6881
Località: Atene (Greece)
credo sia opportuno capire se progettualmente sia possibile

sì, è possibile, possibilissimo.

la storia che segue non è per nulla ot.
il costruito non va mai visto come la nuova progettazione.

venerdì pomeriggio mi trovavo alla posta.
in questa posta la larghezza della cabina di ingresso l'ho vista sempre ampia, mentre quella di uscita no.
è arrivato un uomo giovane di colore in carrozzina, e dopo pochi minuti l'ho visto agevolmente, senza alcun problema, varcare la cabina d'uscita.
ebbene, pensando a questo post, siccome dovevo ritornarci il sabato mattina, ho deciso di ritornarci appresso il metro.
la luce netta del telaio metallico fisso è 70, ma poiché ci sono le guarnizioni di gomma quasi rigida, è a queste che bisogna riferirsi.
in definitiva, considerando il fine corsa delle ante metalliche mobili (si fermavano prima del telaio fisso) e tolti i tre o quattro cm delle gomme,
la luce netta escluse le gonne è 63.

di imbecilli i materia di abbattimento barriere architettoniche da alcuni mesi ne vedo due laureati all'opera, ma, tolti i veri imbecilli che vedo all'opera dove sono,
se qualcuno pensa che alle poste sono pure degli imbecilli circa queste problematiche, si sbaglia.

(è ovvio, ma preciso che la misura ridotta dell'anta di uscita di quella posta è conseguenza di trovarsi spazi già costruiti)

quindi?

quel corridoio largo 85 cm può funzionare benissimo, chiedendo deroga motivata. (da conservarsi per la richiesta di agibilità).

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 6 febbraio 2018, 16:52 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 giugno 2015, 18:02
Messaggi: 311
Cita:
... di imbecilli i materia di abbattimento barriere architettoniche da alcuni mesi ne vedo due laureati all'opera, ma, tolti i veri imbecilli che vedo all'opera dove sono,
se qualcuno pensa che alle poste sono pure degli imbecilli circa queste problematiche, si sbaglia.
(è ovvio, ma preciso che la misura ridotta dell'anta di uscita di quella posta è conseguenza di trovarsi spazi già costruiti)
quindi?
quel corridoio largo 85 cm può funzionare benissimo, chiedendo deroga motivata. (da conservarsi per la richiesta di agibilità).

Ho partecipato a questa discussione con un intervento rispondendo a frasi mirate, e con riferimenti precisi.
Se il rimando agli imbecilli mi riguarda: ne prendo atto; non cambio una virgola del mio intervento precedente.
Se non mi riguarda: leggo e basta.

Più interessante il giudizio sulla situazione delle Poste Italiane.
1]: nella tua descrizione del varco porta (non corridoio): esiste per caso a fianco un pulsante di chiamata per disabili? E' presente sempre a fianco autonoma porta d'uscita di sicurezza (come è ad esempio il caso di tutte le banche che hanno bussola operativa ingresso uscita di riconoscimento)?
2]: la tua conclusione sugli imbecilli alle poste è in ogni caso sbagliata:
https://www.disabili.com/mobilita-auto/ ... -disabile-
http://leuca.lecceprima.it/bellanova-in ... stale.html


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: mercoledì 7 febbraio 2018, 9:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 6881
Località: Atene (Greece)
la mia indicazione circa "due imbecilli" non riguarda affatto le poste, ma due soggetti laureati (arch. e ing.) che vengono pagati profumatamente e che dicono che stanno abbattendo barriere architettoniche, ma che non conoscono neanche il fatto che esiste il decreto. in pratica stanno mettendo sotto sopra degli spazi in base alle loro fantasie. creando barriere, anziché abbatterle.

per quanto chiedi circa quelle poste, quando mi ci recherò di nuovo, vedrò com'è quello che chiedi.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 16 febbraio 2018, 18:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 6881
Località: Atene (Greece)
anche se sono passati diversi giorni, riprendo le domande:

1]: nella tua descrizione del varco porta (non corridoio): esiste per caso a fianco un pulsante di chiamata per disabili? E' presente sempre a fianco autonoma porta d'uscita di sicurezza (come è ad esempio il caso di tutte le banche che hanno bussola operativa ingresso uscita di riconoscimento)?

in effetti ho visto entrare il disabile e "un attimo dopo" l'ho visto fuori. questo per dire che l'ho visto transitare dalla porta di ingresso larga, ma non l'ho visto transitare dalla porta di uscita stretta; l'ho visto subito dopo appena dopo questa porta (quando è entrato mi sono messo fuori ad aspettare il turno).

detto ciò, in quella posta (e anche in un altra che ho rivisto apposta e che ha la porta di uscita stretta), esistono le porte di emergenza larghe, ma non vengono usate per fare uscire i disabili.

in pratica i disabili li fanno uscire dalla porta di entrata, comandando a richiesta le ante dall'interno.
non ci sono campanelli di chiamata all'esterno delle ante di queste porte; i campanelli sono all'interno del vano.

oltre alla larghezza della porta è necessario che gli spazi dopo le ante scorrevoli siano adeguati come da decreto, altrimenti la carrozzina non può ruotare. nella posta di cui dicevo giorni fa, subito dopo le ante scorrevoli, bisogna svoltare e la larghezza non è vicina a quella del decreto, è "stretta". se si esce dalle ante di ingresso la carrozzina non ha problemi di allontanarsi.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  




Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010