IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 16 settembre 2019, 9:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: lunedì 27 agosto 2018, 10:07 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2012, 17:05
Messaggi: 67
Buongiorno ragazzi
Devo valutare la legittimità urbanistica e la commerciabilità di un immobile (una villetta a schiera) per il quale ho rilevato che mancano la relazione a struttura ultimata e conseguentemente il collaudo statico.
Ora appurato che la legittimità urbanistica sicuramente non c'è in quanto manca il collaudo. Sapreste indicarmi il riferimento della norma che ne precluda anche la commerciabilità?
Grazie a tutti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: lunedì 27 agosto 2018, 10:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7133
Località: Atene (Greece)
Ora appurato che la legittimità urbanistica sicuramente non c'è in quanto manca il collaudo.

prego,
indicare norma che appura.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: lunedì 27 agosto 2018, 14:36 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2012, 17:05
Messaggi: 67
DPR 380/2001 - Art. 67 comma 1 - "Tutte le costruzioni di cui all'articolo 53, comma 1, la cui sicurezza possa comunque interessare la pubblica incolumità devono essere sottoposte a collaudo statico, fatto salvo quanto previsto dal comma 8 bis".

Mi sbaglio?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: lunedì 27 agosto 2018, 15:29 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2012, 17:05
Messaggi: 67
Al comma 7 dello stesso articolo è riportato che:

Il collaudatore redige, sotto la propria responsabilità, il certificato di collaudo in tre copie che invia al competente ufficio tecnico regionale e al committente, dandone contestuale comunicazione allo sportello unico. Il deposito del certificato di collaudo statico equivale al certificato di rispondenza dell’opera alle norme tecniche per le costruzioni previsto dall’articolo 62.

Dunque una copia del collaudo statico va presentata anche allo sportello unico del comune. In assenza di tale passaggio l'immobile può comunque essere in regola dal punto di vista urbanistico?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: lunedì 27 agosto 2018, 16:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38025
secondo me dal punto di vista urbanistico è a posto;
occorre però fare la sanatoria ex GC;
se non sbaglio però per la commerciabilità dovrebbe avere l'agibilità e quindi tutte e due le cose

la confusione delle norme è però tale che ci si può solo perdere la ragione

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: lunedì 27 agosto 2018, 19:22 
Non connesso

Iscritto il: martedì 8 gennaio 2008, 20:58
Messaggi: 1644
Località: Chieti
Certo che urbanisticamente è a posto, se il problema è tutto qui.
Non c'è nemmeno bisogno di sanare, se non c'è il collaudo bisognerà cercare di farlo.
Inoltre ai fini della vendibilità dell'immobile l'agibilità, a rigore, non è richiesta per legge.
E' vero che uno può rifiutarsi di acquistare, ma la cosa va messa bene in chiaro in sede di preliminare: il venditore informa l'acquirente sullo stato dell'agibilità. Se all'acquirente sta bene, si può stipulare l'atto

_________________
Valutatore Immobiliare Certificato UNI 11558/2014 - Livello Avanzato
La situazione è grave ma non seria (E. Flaiano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: lunedì 27 agosto 2018, 19:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7133
Località: Atene (Greece)
ma il post doveva ruotare sulla norma che appura,

salvatorebennardo ha scritto:
Ora appurato che la legittimità urbanistica sicuramente non c'è in quanto manca il collaudo.

prego,
indicare norma che appura.


mi ripeto:

prego,
indicare norma che appura.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: martedì 28 agosto 2018, 0:08 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2012, 17:05
Messaggi: 67
Dunque l'immobile (anno di costruzione 2001) è in regola dal punto di vista urbanistico e potrebbe esserlo anche per quanto riguarda la commerciabilità, purchè in atto venga dichiarato che l'assenza dell'agibilità è causata dall'assenza del collaudo statico (...e prima ancora della relazione a struttura ultimata, cosa che avevo scordato di specificare).
In tal modo colui che acquista è al corrente della reale situazione dell'immobile e dunque non potrebbe rivalersi in futuro su colui che vende.
Pensavo che il comma 7 dell'art. 67 del DPR 380/2001 sancisse la non regolarità dal punto di vista urbanistico in quanto dispone che allo sportello unico dovesse essere comunicato l'avvenuto collaudo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: martedì 28 agosto 2018, 7:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7133
Località: Atene (Greece)
purchè in atto venga dichiarato che l'assenza dell'agibilità è causata dall'assenza del collaudo statico[/i]

che ci sia sempre l'impulso di essere anche notaio è una costante.

lascia che sia il notaio, che sa quello che fa, a decidere cosa deve scrivere nei suoi rogiti. parte venditrice ha solo il dovere (obbligo) di comunicare ogni cosa, sia al notaio, sia all'acquirente.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Commerciabilità di un immobile
MessaggioInviato: mercoledì 29 agosto 2018, 14:08 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2008, 7:34
Messaggi: 499
salvatorebennardo ha scritto:
purchè in atto venga dichiarato co[/i]
e.


Son d'accordo, ho visto anche un atto di compravendita nel quale è stato venduto un immobile che presentava delle irregolaritù urbanistiche che venivano appunto citate nell'atto e di cui le parti dichiaravano di esserne a conoscenza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010