IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 18 marzo 2019, 19:31

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: martedì 4 settembre 2018, 8:24 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 14 febbraio 2011, 18:19
Messaggi: 16
Salve
sto rifacendo la copertura di un Condominio con inserimento di una nuova coibentazione.
Devo di conseguenza preparare la pratica all'ENEA.
Gli APE devono essere riferiti a tutto lo stabile o ai soli appartamenti di ultimo piano?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: martedì 4 settembre 2018, 9:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19021
Località: Ferrara
domande47 ha scritto:
Salve
sto rifacendo la copertura di un Condominio con inserimento di una nuova coibentazione.
Devo di conseguenza preparare la pratica all'ENEA.
Gli APE devono essere riferiti a tutto lo stabile o ai soli appartamenti di ultimo piano?

Ai fini della pratica ENEA a mio avviso l'APE va riferito a tutto l'edificio, in quanto tutti sostengono le spese e usufruiscono della detrazione (a meno che per accordi tra condomini non si sia deciso diversamente)
Riguardo al discorso APE, in effetti si dovrebbe fare un APE per ogni unità, anche se poi sulla pratica ENEA secondo me vanno inseriti i risultati del calcolo complessivo, visto che è possibile inserire un solo set di dati e comunque è un intervento condominiale.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: martedì 27 novembre 2018, 12:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 5 gennaio 2009, 16:25
Messaggi: 317
Località: Pisa
Anche secondo me, Boba, la pratica/dichiarazione ENEA va riferita a tutto l'edificio, ovvero riportando i dati di un APE ipotetico complessivo, anche se di fatto, ufficialmente, non avrà senso poi presentare alla fine dei lavori un'APE unico (intendo in Comune ed in Regione) ma i singoli APE di ogni unità immobiliare.

Io ho un caso analogo, in cui tra l'altro gli impianti sono termo-autonomi; i committenti potrebbero portare in detrazione al 70% in quanto intervento di isolamento su parte comune di edificio condominiale; inserendo i dati sul sito spuntando inizialmente "condominio", nel proseguo mi chiede il numero di unità immobiliari oggetto d'intervento e soprattutto la superficie d'inervento e la superficie disperdente complessiva dell'edificio, in modo da calcolare in automatico il rapporto tra le 2 e verificare che sia > 25% (requisito per avere accesso a detrazioni).
Ritengo quindi che se si dovesse inserire una pratica per ogni unità immobiliare, tale rapporto sarebbe diverso per ogni unità e non verificabile.....ragion per cui va inserita una pratica sola in base ai dati di un'APE "globale".

Attendo vs. considerazioni,a nche in base ad esperienze vostre o a domande fatte ad ENEA.
Grazie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: martedì 27 novembre 2018, 13:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19021
Località: Ferrara
A mio avviso ci troviamo di fronte a un limbo normativo.
Questa cosa l'avevo già affrontata (perchè interventi del genere hanno sempre richiesto l'obbligo di APE, anche se prima non si dovevano inserire i dati negli allegati ENEA, ma l'obbligo di APE per intervento di coibentazione copertura c'è sempre stato).
Allora, da un lato un intervento condominiale richiede "obbligo di APE" e da quest'anno anche l'inserimento dei "dati APE" nella pratica ENEA, ed essendo intervento condominiale i dati APE da inserire devono essere per forza riferiti a tutti l'edificio, e non a singole unità (c'è un solo "allegato" da compilare, e non uno per ogni unità).
Peccato che quando si fa un APE, in caso di edificio composto da più unità l'APE deve obbligatoriamente essere riferito alla singola unità.
Quindi abbiamo da un lato un "obbligo" (dato dai decreti per le detrazioni fiscali) che ci impone di calcolare un APE condominiale, e dall'altra un "obbligo" (dato dalle leggi sulla certificazione energetica) che ci impone di fare solo APE riferiti a singole unità immobiliari. 2 obblighi in contrasto tra loro.
Ora, se faccio un intervento condominiale io potrei fregarmene e dire: OK faccio il calcolo di tutto il condominio e inserisco i dati nella pratica ENEA. Benissimo: mettiamo che dopo un paio di anni scatta un controllo, l'AdE, o chi per lei, vuole verificare gli allegati ENEA e tutta la documentazione (tra cui l'APE, obbligatorio per interventi sull'involucro): cosa gli presenta il beneficiario? Un APE condominiale? che valore ha visto che non è riferito alle singole unità? Ma, per assurdo, se anche io avessi fatto APE per singole unità, al controllore gli do un malloppo con 50 APE, dove per altro in nessuno di essi ci saranno gli stessi dati inseriti sulla pratica ENEA, quindi potrebbe benissimo dire che non va bene....
A ciò si unisce l'ulteriore complicazione in quelle regioni che hanno una propria normativa (vedi Emilia Romagna, Lombardia, ecc...), dove è per altro materialmente impossibile inserire un APE "condominiale" nel sistema, quindi non lo potrei materialmente emettere in via ufficiale, se anche volessi fare un APE condominiale questo resterebbe una bozza priva di qualsiasi ufficialità (quindi se scatta un controllo è carta straccia).

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: martedì 27 novembre 2018, 13:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19021
Località: Ferrara
feva79 ha scritto:
i committenti potrebbero portare in detrazione al 70% in quanto intervento di isolamento su parte comune di edificio condominiale; inserendo i dati sul sito spuntando inizialmente "condominio", nel proseguo mi chiede il numero di unità immobiliari oggetto d'intervento e soprattutto la superficie d'inervento e la superficie disperdente complessiva dell'edificio, in modo da calcolare in automatico il rapporto tra le 2 e verificare che sia > 25% (requisito per avere accesso a detrazioni).
Ritengo quindi che se si dovesse inserire una pratica per ogni unità immobiliare, tale rapporto sarebbe diverso per ogni unità e non verificabile.....ragion per cui va inserita una pratica sola in base ai dati di un'APE "globale".


In merito a questo punto: chiaramente la detrazione del 70%, in quanto riferita appunto alle parti comuni di edifici condominiali, devono a maggior ragione essere inseriti come una pratica unica riferita a tutto l'dificio: se facessi una pratica per ogni unità non potresti usufruire di questo tipo di detrazione, a prescindere dal fatto che ti verifichi o meno il 25% della superficie.
Mettiamo un caso limite di edificio composto da 2 unità in cui viene rifatto il tetto: teoricamente non puoi fare 2 pratiche separate, anche se per assurdo l'unità che sta all'ultimo piano rientrasse da sola nel 25% di superficie: al limite potrebbe detrarsi il tetto al 65% da sola, ma non sarebbe più un intervento condominiale.
C'è inoltre da dire che dal punto di vista fiscale, se fai una pratica per ogni unità dovresti avere fatturazioni separate per ogni unità, essendo ogni pratica intestata a un beneficiario diverso e non al "condominio" (mentre solitamente questo tipo di interventi sono fatturati al condominio come persona giuridica).

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: martedì 4 dicembre 2018, 16:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19021
Località: Ferrara
Riuppo questo argomento perchè ho fatto il quesito a ENEA e mi hanno risposto:

QUESITO:

Salve, in caso di intervento di coibentazione dell'involucro su un edificio composto da più unità (condominio), negli allegati ENEA vanno inseriti i "dati APE", e vi è obbligo di APE per questo tipo di interventi.

Tuttavia, in base alle leggi sulla certificazione energetica, sia nazionali che regionali (per le regioni con una propria normazione al riguardo), un APE deve essere sempre riferito alla "singola unità immobiliare", per tanto non può essere emesso un APE relativo a un edificio condominiale nel suo complesso (ad esempio, in Emilia Romagna non è proprio possibile inserirlo sul portale della certificazione energetica, essendo espressamente vietato), per tanto, sebbene sia possibile fare un calcolo riferito all'intero edificio (al fine di inserire correttamente i dati nell'allegato ENEA), alla fine tale APE sarebbe un documento privo di qualsiasi valore legale.

Per tanto i miei quesiti sono:


1) In caso di intervento su parti comuni di edifici composti da più unità, l'APE (documento obbligatorio da conservare a cura del beneficiario) deve essere riferito all'edificio nel suo complesso? Ma in tal caso si tratterebbe di un documento che non può essere emesso, o sarebbe comunque privo di valore, quindi in caso di controllo potrebbe essere motivo di contestazione da parte dell'AdE? E del resto se anche venissero emessi singoli APE per ciascuna unità, questi non sarebbero coerenti con i dati inseriti nel portale che sono invece riferiti a tutto il condominio, potrebbe anche questo essere motivo di contestazione?

2) Essendo obbligatorio l'APE, da conservare a cura del beneficiario ciò implica necessariamente l'obbligo di produrre un APE per ogni unità? Se quindi si avesse un intervento di coibentazione del tetto di un condominio da 100 unità, visto che l'APE deve essere riferito alla singola unità, si dovrebbero obbligatoriamente fare 100 APE? Oppure solo gli APE relativi alle unità dell'ultimo piano, direttamente coinvolte nell'intervento sulla copertura? Oppure un singolo APE condominiale privo di qualsiasi valore legale?

Grazie


RISPOSTA ENEA:

Buongiorno

Dalla normativa attuativa alle detrazioni fiscali si evince che occorre produrre gli APE per tutte le unità immobiliari che concorrono alla spesa e che intendono ottenere la detrazione fiscale del 65%, mentre l'APE sull'intero edificio è richiesto per la verifica della qualità delle prestazioni energetiche estive ed invernali per accedere al 75% di detrazione fiscale. Occorre tener presente che l'APE su tutto l'edificio può essere utile per compilare l'allegato da inviare all'ENEA. i dati da Inserire nella scheda descrittiva dell'intervento possono essere ricavati da quelli presenti nell'APE dei singoli appartamenti, calcolando gli indici di prestazione energetica dell’intero edificio facendo il rapporto tra la somma, estesa a tutte le unità immobiliari, dei fabbisogni energetici e la superficie utile climatizzata complessiva.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: giovedì 6 dicembre 2018, 13:19 
Non connesso

Iscritto il: martedì 17 luglio 2007, 11:41
Messaggi: 127
Buongiorno, leggo ora la risposta dell'Enea al quesito posto da Boba74 all'Enea e la trovo a dir poco disarmante in quanto priva di argomentazioni. Spero davvero che abbiano interpretato il quesito come attinente alle detrazioni del 70%-75% per le parti condominiali e non al 65% per le parti condominiali.
Due anni fa ho fatto un preventivo per un condominio di 26 unità immobiliari per la pratica Enea e prima di sottoporlo all'assemblea di condominio ho sentito sia l'Enea sia la Regione Liguria per l'Ape. L'Enea è stata molto vaga e non ha preso una posizione sull'obbligo degli APE per ogni unità immobiliare dicendomi di leggere bene la normativa; la Regione Liguria per bocca di ARE mi ha confermato che non si possono inviare APE dell'intero condominio e che era assurdo fare 26 APE per la detrazione di un tetto condominiale a cui effettivamente erano solo 2 le unità immobiliari a cui aveva un certo senso fare gli APE (quelle dell'ultimo piano). Per cui ho stilato un preventivo in cui redigo la pratica Enea (Allegato A e Allegato E) sulla base di un APE condominiale non ufficiale che ho redatto per mezzo di un software e ovviamente asseverazione dell'intervento.
Ora leggo questa risposta che secondo me rappresenta un disincentivo al risparmio energetico in quanto:
-il preventivo della ditta per i lavori con isolante necessario alla detrazione 65% era di circa 100.000 euro contro un preventivo di 90.000 per gli stessi lavori ma con un isolante che era sufficiente per la sola detrazione al 50% in ristrutturazione edilizia.
-il mio preventivo è stato di circa 1.500 euro per la pratica Enea così come sopra descritta.

A conti fatti quindi per ottenere una maggiora detrazione di circa 15.000 euro (cioè il 65% anziché il 50% su 100000 euro) in 10 anni il condominio ha speso 11.500 euro in più subito ( già così dubito della convenienza finanziaria dell'operazione); se avessimo dovuto aggiungere i costi di 26 APE facendo una media di 200 euro a unità immobiliare si sarebbe speso subito 16.700 contro un risparmio di 15.000 euro in 10 anni con tutti i rischi annessi e connessi legati alla capienza fiscale di ciascun detraente.
Ditemi voi se in questa maniera la pratica burocratica per ottenere gli incentivi al 65% non è un disincentivo a isolare di più...
Io spero ancora che verrà chiarito che in caso di detrazione di tetto condominiale al 65% sia sufficiente l'Allegato A redatto sulla base di un Ape condominiale anche non trasmesso in regione, perché altrimenti nessuno farà mai più detrazioni al 65% per tetti condominiali o sostituzioni di impianto termico o cappotto dove le unità immobiliare sono 20, 30 o anche 50 o più. In tutti questi casi i costi degli APE si mangerebbero il vantaggio fiscale del 65% rispetto al 50%.

Ora provvederò ad avvisare l'amministratore del condominio della risposta dell'Enea (è la prima volta che leggo questa presa di posizione dell'Enea per una detrazione 65% di questo tipo) e valuterò se chiedere un ulteriore importo per redigere i 26 APE subito (dubito che il condominio accetterà) oppure se rischiare di non avere gli APE redatti per ciascuna unità immobiliare e produrli solo in caso di effettiva richiesta da parte dell'Agenzia delle Entate (in effetti l'Ape è un documento solo da conservare) quando verranno eventualmente chiamati per i controlli sperando che un APE datato anche successivamente all'invio della pratica Enea sia considerato valido e non passibile di sanzione.

Chi ha delle idee o dei suggerimenti si faccia avanti.

Grazie

Saluti


Ultima modifica di Effeemmebike il venerdì 7 dicembre 2018, 11:29, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: giovedì 6 dicembre 2018, 15:36 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 21 luglio 2014, 10:28
Messaggi: 687
Premessa, io parlo per quanto riguarda gli interventi in Lombardia secondo le norme regionali lombarde ...


Secondo la norma regionale lombarda, ogni volta che ci vuole la legge 10, alla chiusura lavori bisogna allegare l'APE.
L'APE in questione è relativo alla singola unità immobiliare.


Per cui, facendo l'esempio di un intervento su parti condominiali, che quindi richiede una pratica Enea Condominiale (e non un invio per ciascun condomino)

Legge 10 per quello che è, a seconda del tipo di intervento.
Un Ape per ciascun appartamento per la chiusura lavori fatto secondo la norma regionale lombarda (obbligatorio per la chiusura lavori e non per la detrazione), un Ape "fittizio" condominiale, fatto secondo la norma nazionale e non registrato, per la pratica ENEA.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 10:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19021
Località: Ferrara
diego3675 ha scritto:
Premessa, io parlo per quanto riguarda gli interventi in Lombardia secondo le norme regionali lombarde ...


Secondo la norma regionale lombarda, ogni volta che ci vuole la legge 10, alla chiusura lavori bisogna allegare l'APE.
L'APE in questione è relativo alla singola unità immobiliare.


Per cui, facendo l'esempio di un intervento su parti condominiali, che quindi richiede una pratica Enea Condominiale (e non un invio per ciascun condomino)

Legge 10 per quello che è, a seconda del tipo di intervento.
Un Ape per ciascun appartamento per la chiusura lavori fatto secondo la norma regionale lombarda (obbligatorio per la chiusura lavori e non per la detrazione), un Ape "fittizio" condominiale, fatto secondo la norma nazionale e non registrato, per la pratica ENEA.

OK, quindi mi confermi anche tu che in caso di intervento condominiale (ad esempio tetto), alla fine vi è comunque l'obbligo di fare APE per le singole unità? E in tal caso: tutte o solo quelle che modificano la prestazione energetica?
Faccio questa domanda in quanto ho proprio un caso di condominio dove a suo tempo avevo fatto tutti gli APE (quindi tutte le unità sono già dotate di APE) e ora vanno a rifare il tetto condominiale: A livello di "aggiornamento" delle prestazioni energetiche, se risulta che solo le unità dell'ultimo piano modificano in modo apprezzabile la prestazione energetica, in teoria l'APE andrebbe aggiornato solo per loro, e in caso di eventuali controlli le altre unità hanno comunque il loro APE ancora valido. 8)

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Coibentazione Tetto Condominio
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 15:20 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 21 luglio 2014, 10:28
Messaggi: 687
Per la chiusura dei lavori in comune (quindi non per motivi legati alle detrazioni) devi presentare l'APE per tutte le unità immobiliari interessate dalla Legge 10. Quindi dipende da come hai strutturato la legge 10...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010