IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 18 marzo 2019, 19:34

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 1 dicembre 2018, 8:57 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 luglio 2016, 16:36
Messaggi: 22
Sto cercando un immobile da demolire e ricsotruire per avere le detrazioni fiscali.

Immagine

Gli edifici A, B, C, E sono aderenti tra di loro come nello schema.
A è attaccato per un lato a C e B, sugli altri lati confina (è attaccato) da una parte ad una stradina comunale sterrata, all'altro, alla stradina di accesso alla corte e all'edificio E, e all'interno della corte distanza dall'edificio E per meno di 10 metri.

A me interessa intervenire sull'edificio A. L'idea sarebbe quello di demolirlo e ricostruirlo con stesso volume ma diversa sagoma (nel disegno non ho messo nel lato sud una parte larga 2 metri che sporge, sarebbe un bagno, mi piacerebbe eliminarlo ed allargare leggermente l'intera parete a sud.
L'edificio A è di circa 70 mq per 2 piani.

Ipotesi 1) demolizione e ricostruzione con stesso volume e identica sagoma, lasciando la parte che sporge identica ad ora --> si può demolire completamente e ricostruire successivamente, mantenendo la stessa posizione di prima.
Ipotesi 2) demolizione e ricostruzione con stesso volume ma con sagoma diversa --> non si può demolire completamente perché bisognerebbe rispettare le norme sulle distanze che valgono per le nuove costruzioni (10 e 5 mt, che non ci sono essendo tutto attaccato).
L'alternativa sarebbe il cosiddetto "cuci e scuci" per non demolire completamente all'inizio, oppure la scrittura di un accordo tra privati con i vicini e il comune per il mantenimento delle distanze attuali.
Stessa cosa per la modifica della sagoma, dovrei prendere accordi con il comune perché non c'è la distanza mnima di 5 metri rispetto alla stradina comunale.

Vi torna il ragionamento?
grazie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 1 dicembre 2018, 19:38 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 15 giugno 2015, 13:18
Messaggi: 51
Ciao, Ci sono alcune recenti sentenze su interventi simili, ora non le ho sottomano.

1) sicuramente si

2)
sulle distanze so che non esiste accordo che tenga se violi il cc, l unica deroga e la questione di ricostruzione su tessuto consolidato ( ovvero ci sia stato sopra il fabbricato),

(anche io ho un caso simile e in comune mi dicono rispetti la sagoma e ti allarghi dove rispettii 10/5m , anche se qui ho il dubbio se l interpretazione di sagoma debba essere rigorosamente rispettata su tutti i fili fissi o solo su quelli esistenti a distanza inferiore da legge.)

Nelle ultime sentenze ricordo che la questione di nuova costruzione era in fuzione di dove avviene, ovvero tessuto co solidato o meno, quindi non capisco il perche del cuci scuci..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 1 dicembre 2018, 19:47 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 luglio 2016, 16:36
Messaggi: 22
Il perché del cuci e scuci, così mi hanno detto in Comune, è dovuto al fatto che se demolisci completamente, "perdi" il vantaggio della posizione iniziale, e valgono le norme delle distanze come se fosse un edificio nuovo. In questo caso sarebbe quindi impossibile farlo perché non ci sono le distanze minime.
Con lo cuci e scuci, lasci sempre in piedi una parte di muro per cui puoi mantenere la posizione di prima.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 10 dicembre 2018, 16:10 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 dicembre 2018, 10:49
Messaggi: 3
Non riesco a vedere l'immagine.
Comunque, se il tuo intervento di d&r è inquadrabile come "ristrutturazione edilizia", in particolare mantenendo stesso volume e ubicazione, l'ultima versione del TUE (art. 3, comma 1, lettera d). non prevede più il mantenimento della sagoma, previsto solo per quegli immobili sottoposti a vincolo. In tal caso è possibile anche derogare dalle distanze minime disciplinate dal c.c..
Sull'argomento ci sono recenti sentenze e saggi interpretativi recuperabili in rete.

Diverso è se il tuo intervento ricade nella tipologia di "nuova costruzione" (art. 3, comma 1, lettera e). In tal caso la ricostruzione sarebbe soggetta alle distanze minime del c.c..


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 10 dicembre 2018, 18:44 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 luglio 2016, 16:36
Messaggi: 22
strano che non riesci a vedere l'immagine.

hai ragione per quello che scrivi, ma se demolisci e ricostruisci con stessa sagoma. (e volume ovvio) in questo caso puoi ricostruirlo esattamente dove era prima, anche nel NON rispetto delle norme sulle distanze che regolamentano i nuovi edifici.

se invece demolisci e ricostruisci con sagoma diversa, e magari anche posizione sul sedime, allora devi adeguarti alla normativa sulle distanze come se fosse una nuova costruzione

vedi sentenza del consiglio di stato a questo link:

http://www.casaportale.com/public/uploa ... 0-pdf1.pdf

nel caso descritto sopra, l'edificio è attaccato alla strada e ai vicini per cui se demolisci, non hai più lo spazio per spostarlo, da qui il cuci e scuci...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010