IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 18 marzo 2019, 20:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 17:28 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 37538
nell'esempio che fai (anche se è la stessa cosa del teorema di Varignon), il metodo però è di eliminare una parte di struttura (in questo caso la mensola) sostituendo ad essa le azioni che esplica sulla rimanente parte della struttura

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 22:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7034
Località: Atene (Greece)
sviluppo in serie di Mclaurin mi sapresti indicare dove posso rixercarlo?

una volta eravamo senza web,
per vederseli subito tutti, non solo quelli di Mclaurin, per non perdere tempo a rivedersi gli appunti sbobinati del grande professore di analisi II, una volta si doveva far ricorso ad un bel manuale di matematica.
io avevo preso quello della collana Shaum.

oggi c'è il web, ma il libro cartaceo a portata di mano rimane il top

https://www.youmath.it/lezioni/analisi- ... ntari.html

basta in google digitare "sviluppi in serie di McLaurin" e sei servito.

gli sviluppi in serie sono serviti e servono ancora oggi, per determinare con più o con meno approssimazione il valore di una funzione in un determinato punto (gli sviluppi hanno infiniti termini, quindi ad un certo numero di termini ci si deve fermare).
fanno parte del "metodi matematici per l'ingegneria", e non solo per l'ingegneria.

ricordo benissimo di aver fatto applicazioni di dinamica utilizzando gli sviluppi in serie.
l'arresto dello sviluppo a un certo termine piuttosto che ad un altro fa cogliere il grado di approssimazione che si può raggiungere circa il valore del taglio o del momento o dello spostamento.

la facenda dei termini da tenere in conto è molto più evidente ed importante in dinamica che in SdC (SdC=statica delle strutture).

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: sabato 8 dicembre 2018, 0:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 26 aprile 2018, 17:56
Messaggi: 52
Diciamo che teoricamente mi sarebbe chiaro lo sviluppo di Mclaurin. Il problema è che non so come si arriva alla deduzione delle rotazioni e spostamenti. Soprattutto per quanto riguarda le condizioni ai limiti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010