IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è domenica 15 dicembre 2019, 7:38

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 5 dicembre 2018, 22:48 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2011, 10:59
Messaggi: 334
In un condominio di 40 u.i. sei appartamenti risultavano staccati dall'impianto condominiale centralizzato da più di dieci anni e contribuivano al consumo del combustibile per il riscaldamento in ragione del 12% in base ad una percentuale stabilita illo tempore pro bono pacis con delibera assembleare che riconosceva in capo a costoro detta quota per conduzione termica da parte delle altre unità immobiliari finitime riscaldate (cd. furto di energia termica).

Ora nell'anno 2017 sono state collocate nel Condominio le valvole termostatiche con i contabilizzatori del calore posti su ogni piastra radiante (impianto condominiale centralizzato a colonne). Ovviamente le sei unità immobiliari staccate non hanno i detti dispositivi.
Vorrei sapere, se nel calcolo dei consumi indiretti, i Condomini delle sei unità immobiliari staccati (anni prima della collocazione delle valvole termostatiche) devono continuare a pagare qualcosa o no? Nulla dovrebbe essere cambiato a mio avviso essendo sempre interclusi (sopra, sotto e lateralmente) da condomini con impianti termici attivati e, quindi, da superfici e/o pareti riscaldate.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 6 dicembre 2018, 11:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2007, 14:39
Messaggi: 19282
Località: Ferrara
Questione spinosa....
Se ne è già parlato, senza a mio avviso avere una risposta certa.
Per legge, almeno in teoria chi si distacca dovrebbe continuare a pagare solo le spese di manutenzione straordinaria dell'impianto centralizzato (in quanto parte comune), tuttavia ci sono sentenze che partono dal presupposto: visto che chi si distacca non deve recare aggravio di costi agli altri condomini, se ne dovrebbe dedurre che l'unico modo per evitare tale aggravio sugli altri è quello di continuare a pagare i consumi "involontari", per tanto una volta fatto il calcolo delle ripartizioni basato sulla UNI 10200, i distaccati verrebbero comunque inseriti nel calcolo dei millesimi di riscaldamento e anche se non hanno ripartitori (quindi avranno consumi volontari=0) avranno in ogni caso la loro quota di consumi involontari, non più calcolata in percentuale, ma appunto sulla base dei millesimi termici.

Questa cosa però non è scritta nero su bianco su nessuna legge, per tanto in teoria i condomini distaccati potrebbero anche essere esclusi dal conteggio dei millesimi, continuando a pagare solo le spese strettamente legate alla manutenzione della centrale termica e dell'impianto centralizzato, ma non i consumi (volontari o involontari che siano).
Ad esempio io finora mi sono sempre trovato a che fare con condomini in cui chi si era distaccato (anni fa) non ha mai partecipato ad alcuna spesa di consumo (ovviamente in accordo con il condominio), e quindi in tal caso i distaccati li escludo proprio da qualsiasi calcolo, ma in effetti nei casi in cui i distacchi sono recenti, o addirittura attuali, in certi casi viene stabilito che chi si distacca partecipa comunque ai millesimi termici (sempre in accordo con il condominio). La questione insomma non è puramente tecnica, dipende dalla situazione condominiale attuale e pregressa, e soprattutto dall'eventualità o meno che gli altri condomini possano avere da ridire sul fatto che i distaccati non debbano pagare alcunchè...

Ritengo che nel tuo caso, siccome è prassi che i distaccati abbiano finora pagato una percentuale forfettaria dei consumi involontari, continuino a farlo semplicemente aggiornando la loro quota sulla base del calcolo della 10200 (quindi avranno i loro nuovi millesimi termici su cui pagheranno come tutti i consumi involontari a fronte di consumi volontari nulli). Questa soluzione non dovrebbe scontentare nessuno, almeno in teoria. Forse i distaccati potrebbero venire a pagare più di prima perchè in genere i consumi involontari incidono per circa un 20% sui consumi totali (a livello di tutto il condominio), quindi quel 12% che pagano attualmente potrebbe aumentare...

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010