IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=6&t=49487
Pagina 1 di 7

Autore:  mib3 [ mercoledì 8 febbraio 2012, 14:14 ]
Oggetto del messaggio:  Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

sospendetelo dall'ordine dei giornalisti finchè io mib3 maurizio ing. B. (3 numero minimo di caratteri necessario ma non sufficiente al momento dell'iscrizione a ingegneri.info) non trovo uno straccio di lavoro retribuito

p.s. sono anni che sono laureato, in ingegneria meccanica a Padova, con tesi semi sperimentale su una tecnologia di sinterizzazione unica al mondo, e sembra pure che io abbia l'interdizione all'accesso al mondo del lavoro oltre che al mondo della topa*

è carnevale o no ??? :lol:

* è la pura e desolante verità.

Autore:  val23 [ mercoledì 8 febbraio 2012, 15:56 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

Diaco mi sta un po' antipatico (si dà troppo l'aria del perfettino e del sotuttoio)

Mib, prova a fare un po' di promozione alla tua attività presso potenziali committenti, un po' di relazioni sociali con colleghi mostrandoti sicuro del fatto tuo e di quel che sai (insomma, fai un po' il puttano ingegneristico) e forse qualche commessa la raccatti.

Autore:  mib3 [ mercoledì 8 febbraio 2012, 16:56 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

val23 ha scritto:
Diaco mi sta un po' antipatico (si dà troppo l'aria del perfettino e del sotuttoio)

Mib, prova a fare un po' di promozione alla tua attività presso potenziali committenti, un po' di relazioni sociali con colleghi mostrandoti sicuro del fatto tuo e di quel che sai (insomma, fai un po' il puttano ingegneristico) e forse qualche commessa la raccatti.


insomma fare come diaco?, antipatico? un po si perche bravo : riesce a far passare gli osteggiati per raccomandati e i raccomandati per osteggiati.

PENSA . che mi hanno mandato a chiedere lavoro al sindaco del mio paese quando il comune non è dotato nemmeno di ufficio per l'impiego e ovviamente passare per raccomandato

:lol: :lol: :lol:

Autore:  marcello2 [ giovedì 9 febbraio 2012, 23:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

mib3 ha scritto:
p.s. sono anni che sono laureato, in ingegneria meccanica a Padova, con tesi semi sperimentale su una tecnologia di sinterizzazione unica al mondo, e sembra pure che io abbia l'interdizione all'accesso al mondo del lavoro oltre che al mondo della topa*



Mib, a volte penso di risponderti, perché un po' m'immedesimo nelle tue parole. Ma poi mi sembra di farti la morale e rinuncio.
La vita non è stata molto generosa con me. In compenso è stata abbastanza generosa di colpi.
Ma questa frase la potrebbe scrivere chiunque, per il semplice fatto che le cose belle e felici si dimenticano presto, mentre quelle dolorose si tengono sempre a mente. E' questione di percezione delle cose.

Ma la percezione delle cose cambia a seconda dell'umore. Se questo è buono vedi tutto meglio, vedi più forti i tuoi mezzi e più piccoli gli ostacoli. E qui si, ti faccio un po' di morale, perché ne so qualcosa: è meglio se cerchi di tener alto per quanto possibile il tuo umore. Così diventa tutto più facile.
'A sor Mib, te volèmo gajardo!!!

Autore:  mib3 [ venerdì 10 febbraio 2012, 2:31 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

marcello2 ha scritto:
mib3 ha scritto:
p.s. sono anni che sono laureato, in ingegneria meccanica a Padova, con tesi semi sperimentale su una tecnologia di sinterizzazione unica al mondo, e sembra pure che io abbia l'interdizione all'accesso al mondo del lavoro oltre che al mondo della topa*



Mib, a volte penso di risponderti, perché un po' m'immedesimo nelle tue parole. Ma poi mi sembra di farti la morale e rinuncio.
La vita non è stata molto generosa con me. In compenso è stata abbastanza generosa di colpi.
Ma questa frase la potrebbe scrivere chiunque, per il semplice fatto che le cose belle e felici si dimenticano presto, mentre quelle dolorose si tengono sempre a mente. E' questione di percezione delle cose.

Ma la percezione delle cose cambia a seconda dell'umore. Se questo è buono vedi tutto meglio, vedi più forti i tuoi mezzi e più piccoli gli ostacoli. E qui si, ti faccio un po' di morale, perché ne so qualcosa: è meglio se cerchi di tener alto per quanto possibile il tuo umore. Così diventa tutto più facile.
'A sor Mib, te volèmo gajardo!!!


non sono un picchiatore ma è l'immobilismo che talvolta mi deprime.

sarà lo stile, il livello culturale, le nozioni storico/politiche, quel non so che di rivoluzionario moderato ma mi ricordi Marco Pannella, se questo continua ad essere lo stile che vi accomuna è difficile stare tristi, visti anche gli scenari politici che si apriranno sulla questione carceri.

P.S. per onestà intellettuale confesso che NON sono anti "questurini".

Autore:  marcello2 [ venerdì 10 febbraio 2012, 20:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

Cosa sarà, tu dici?

Beh, lo dico a te, riferendomi a me: è meglio in linea generale non elaborare troppo. E' meglio non essere troppo problematici. Perché costano fatica morale e scaricano le batterie.
E' meglio in linea generale fare che non speculare.

Il motto che posso dire in proposito è : mani occupate e mente libera.

Autore:  mib3 [ sabato 11 febbraio 2012, 0:57 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

marcello2 ha scritto:

Il motto che posso dire in proposito è : mani occupate e mente libera.


riproponi un concetto pluridecennale quasi secolare elaborato dal il giusti tant'è che da gran goliarda quale era sosteneva :

"l'ingegno umano partorì cose stupende quando ebbe per mano meno libri e più faccende"

leggeremo senza libertà il libro di diaco, e se non piace, lo useremo come spessore per qualche applicazione.

Autore:  marcello2 [ sabato 11 febbraio 2012, 1:45 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

Le obiezioni perfezionano i discorsi. Bene.

Tempo fa mi chiesi: cosa facciamo? Come possiamo definire il lavoro?

Noi trasformiamo. Qualunque sia il tipo di opera cui attendiamo, noi trasformiamo.
Tu fai l'ing e trasformi certe materie, più o meno grezze in altre cose.
Un cantante trasforma il fiato in onde sonore.
Un mimo come quegli artisti di strada che si comportano come statue, trasformano il proprio corpo.
Il filosofo prende dei pensieri e li trasforma in altri pensieri e idee inediti.

Il pensiero arrovellato produce altri pensieri arrovellati, che fanno infiniti rovelli, il cui unico prodotto è il malessere.
E' pur sempre una trasformazione. Ma è questo lo scopo?

Autore:  pasquale [ sabato 11 febbraio 2012, 1:57 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

x Marcello
:clap:

anche io mi chiedo spesso se è solo un problema di entropia :azz:

Autore:  roberto il grande [ sabato 11 febbraio 2012, 11:13 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pier luigi diaco (pigi) e le ingiustizie

ciao
leggendo queste righe mi vien in mente un amico, che condivideva, suo malgrado, una morosa con un ragazzo camionista. Un giorno, triste e sconsolato, mi confida che lei l'ha lasciato.
- Ma ti pare che una possa lasciare un tipo che sa di lettere,che ha un portamento gentile, ed è simpatico come me, per un tipo, un po' buzzurro, che fa il camionista ? .
- Certo che lo so il perchè.
ma anche voi suppongo.
ciao

Pagina 1 di 7 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/