IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 20 settembre 2019, 13:50

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 105 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Credete che un NO (5 anni) sia davvero un "non ing." rispetto ad un VO (5 anni)?
Sondaggio concluso il lunedì 20 novembre 2006, 12:21
SI 61%  61%  [ 17 ]
NO 39%  39%  [ 11 ]
Voti totali : 28
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2006, 15:53 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 9 novembre 2006, 22:58
Messaggi: 2
mimi77 ha scritto:
Secondo me non è questo il problema.
Il problema è con i triennali che si sentono pari ad un ingegnere VO...e allora la specialistica a cosa serve?


Ciao mimi77, come puoi notare dai primi risultati, il problema è proprio quello che temevo..... Il laureato VO è un pozzo di scienza e il laureato NO, di qualsiasi livello, è un brocco!

Mi sento un "I*******E" visto che gli anni di studio necessari alla laurea quinquennale non sono diminuiti...... (vedrete tra qualche anno quando si accumuleranno i fuori corso) e gli esami sono quasi raddoppiati...... (i programmi saranno anche più corti, ma le prove sono sempre almeno due per esame).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2006, 16:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
Roger ha scritto:
Mi sento un "I*******E"


diciamo che per evitare questa sensazione, basterebbe accorgersi, sfogliando l'elenco dei thread, che la questione delle differenze è stata affrontata innumerevoli volte (e anche che la domanda posta in questo modo pare fatta apposta per seminar zizzania: non sarà che la differenza, invece che tra NNO-NO-VO-VVO, sta proprio nel sapersi comportare decentemente, con i colleghi e con i committenti?)

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2006, 21:35 
Non connesso

Iscritto il: martedì 31 ottobre 2006, 22:42
Messaggi: 252
Comunque i VO che seguono insieme ai triennali non hanno lo stesso programma...seguono con i NO le parti comuni...ma poi il resto se lo fanno da soli...perlomeno da me è cosi.

Con il VO c'era questa situazione:

Prima di fare Scienza delle Costruzioni avevi fatto:

Analisi I
analisiII
GeometriaI
geometria II
fisicaI
FisicaII
Meccanica Razionale

ed altre che variano da facoltà a facoltà.

Passare al VO quegli esami significa conoscere molte cose rapportato all'estensione dei programmi

Non venitemi a dire che i programmi sono ugualmente lunghi tra NO e VO
Ovvio che 3+2 farà più o meno quel programma....ma non è ugaule farlo in una volta un esame o farlo due volte a distanza magari di 4 anni....


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2006, 23:24 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 19 luglio 2006, 17:32
Messaggi: 203
pasolini ha scritto:
Comunque i VO che seguono insieme ai triennali non hanno lo stesso programma...seguono con i NO le parti comuni...ma poi il resto se lo fanno da soli...perlomeno da me è cosi.

Con il VO c'era questa situazione:

Prima di fare Scienza delle Costruzioni avevi fatto:

Analisi I
analisiII
GeometriaI
geometria II
fisicaI
FisicaII
Meccanica Razionale

ed altre che variano da facoltà a facoltà.

Passare al VO quegli esami significa conoscere molte cose rapportato all'estensione dei programmi

Non venitemi a dire che i programmi sono ugualmente lunghi tra NO e VO
Ovvio che 3+2 farà più o meno quel programma....ma non è ugaule farlo in una volta un esame o farlo due volte a distanza magari di 4 anni....


Con il nuovo ordinamento c'è questa situazione:

Prima di fare Scienza delle Costruzioni devi aver fatto:

Analisi I e II (unico esame)
Geometria I e II (unico esame)
fisica I e II (unico esame)
Meccanica Razionale

Ti faccio presente che facciamo solo qualche dimostrazione in meno ma facciamo questi esami in poco più di un semestre... se volete vi riporto il percorso di un triennale qui a Bari

PS: quando ho iniziato io non erano i VO che seguono assieme ai triennali ma viceversa...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2006, 0:15 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2005, 14:23
Messaggi: 295
Devilman ha scritto:
pasolini ha scritto:
Comunque i VO che seguono insieme ai triennali non hanno lo stesso programma...seguono con i NO le parti comuni...ma poi il resto se lo fanno da soli...perlomeno da me è cosi.

Con il VO c'era questa situazione:

Prima di fare Scienza delle Costruzioni avevi fatto:

Analisi I
analisiII
GeometriaI
geometria II
fisicaI
FisicaII
Meccanica Razionale

ed altre che variano da facoltà a facoltà.

Passare al VO quegli esami significa conoscere molte cose rapportato all'estensione dei programmi

Non venitemi a dire che i programmi sono ugualmente lunghi tra NO e VO
Ovvio che 3+2 farà più o meno quel programma....ma non è ugaule farlo in una volta un esame o farlo due volte a distanza magari di 4 anni....


Con il nuovo ordinamento c'è questa situazione:

Prima di fare Scienza delle Costruzioni devi aver fatto:

Analisi I e II (unico esame)
Geometria I e II (unico esame)
fisica I e II (unico esame)
Meccanica Razionale

Ti faccio presente che facciamo solo qualche dimostrazione in meno ma facciamo questi esami in poco più di un semestre... se volete vi riporto il percorso di un triennale qui a Bari

PS: quando ho iniziato io non erano i VO che seguono assieme ai triennali ma viceversa...


Generazione di fenomeni.....
Questo spiega anche come mai, agli esami di scienza delle costruzioni, a parità di iscritti potevi vedere nei risultati del NO dei rating di promossi superiori dell'80% e dei voti migliori del 60%. Ovviamente, ciò spiega anche come mai il mio conoscente e coetaneo, realmente molto indietro con il VO e con una media piuttosto bassa si sia ritrovato ad accelerare nettamente e a conseguire voti sopra il 27 a tamburo battente una volta passato al NO senza peraltro aver mai cambiato metodologia e ritmo di studio..... evidentemente l'influsso benefico di queste menti superiori lo aveva influenzato positivamente.
Inutile domandarsi se migliore o peggiore; trattasi, comunque, di qualcosa di diverso. Tra qualche anno, gli ingegneri del VO non esisteranno più, nel bene o nel male. Credo che per certi tipi di lavoro saranno rimpianti, mentre per altri saranno egregiamente se non meglio rimpiazzati da ingegneri del NO. Quello che è sicuro è che con la riforma si è perso anche un pezzo di storia e un percorso formativo per ingegneri che aveva molti pregi ed il solo svantaggio di essere troppo selettivo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2006, 0:40 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:45
Messaggi: 5
Località: Roma
Non avendo scritto molti messaggi su questo forum, per prima cosa mi presento. Sto studiando a La Sapienza a Roma, laurea specialistica in ingegneria aeronautica, sto dando gli ultimi esami prima di buttarmi a capofitto nella tesi.

Ho letto tutte le opinioni che avete scritto su VO e NO, ma secondo me avete perso un dettaglio fondamentale.

Il grande vantaggio dei laureati VO è secondo me il TEMPO. Il VO permetteva di seguire i corsi durante il semestre e poi di dare l'esame in appelli che potevano essere anche molto ravvicinati tra loro. L'indubbio vantaggio è che questo sistema permette (sempre a mio avviso) di assimilare meglio i concetti e soprattutto di stressarsi di meno per dare l'esame.
Nel mio corso di laurea i corsi adesso sono organizzati in TRIMESTRI. Il trimestre scorso ho seguito 4 corsi di cui 2 con laboratori, sono stata all'università dalle 8 di mattina alle 8 di sera, al mattino in laboratorio e il pomeriggio a lezione, a volte senza nemmeno pranzare visto che i professori non si curano di finire in orario per rispettare almeno la mezz'ora di pausa pranzo (per questo mi dispiace molto leggere di chi dice che i NO non fanno niente durante la giornata!) Comunque a parte i ritmi stressanti durante il trimestre, a fine corso è disponibile un solo appello per dare l'esame, altrimenti se ne parla a settembre. Con ritmi così pressanti è difficile assimilare bene i concetti. Per questo trovo anche utile spacchettare un esame in 2 parti, in questo modo c'è l'occasione di rivedere molti concetti a distanza di tempo assimilandoli anche meglio.

Morale della favola: non ha senso confrontare due modelli di università così diversi, si possono valutare solo le singole PERSONE.

Scusatemi se nell'argomentare sono stata un po' confusa, spero che il messaggio di fondo sia comprensibile :D Ciao

_________________
LE FONDAMENTA:
" Basta che inclini la forza che con un fuscello reggo il mondo "
" Completezza ? Tutto ciò che viene prima ci deve stà!! "


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2006, 11:19 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 11:56
Messaggi: 14
Non seguo più cosi giornalmente questo forum...anche perchè mi sono stancato di leggere continuamente thread sulla compitizione NO vs VO...intendo lo stesso dire la mia idea...

NO : è cmq un percorso sicuramente molto impegnativo (io penso ancora che sia molto più difficoltoso Ingnegneria piuttosto che altre facoltà per via del sistema e della preparazione decisamente più ampia...ah beh...non dimentichiamo anche le sedi..perchè non credo che il mio amico e compagno di corso di LECCE sia venuto qui a MILANO perche voleva visitarsi San Babila e Duomo ).

Credo che dipenda molto dall'individuo ma la complessità dei VO non è pienamente contemplata dai NO...(io sono NO)...però non sputateci addosso...tanti VO rimangono e resteranno incompetenti...tanti NO sono in gamba...altri un po meno...altri incompetenti...




VO : non pensiate che la nuova laurea triennale sia una passeggiata...parlo per me: io non penso che i 5 anni siano uguali ai 3...altrimenti perchè lasciare al mondo la specialistica?? se esiste, un motivo ci sarà...eccome se c'è il motivo!!!! con i 3+2 la preparzione si completa...e l'ing è pienamente formato...

In conlcusione...

1)VO non sputate sui NO

2)NO 3 non pensiate di essere ne come i 3+2 NO e ne come i 5 VO

3)VO rosicate di meno...e basta menarsela perchè per passare un esame si è studiato per 7 mesi...cosa credi...che oggi non capiti più una situazione del genere??


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2006, 11:46 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
E chi lo pensa? Io faccio tutto quello che non è complesso

TU occupati delle cose complesse, e che quindi io non so fare, limpido, no?


m.fumba ha scritto:
In conlcusione...

1)VO non sputate sui NO

2)NO 3 non pensiate di essere ne come i 3+2 NO e ne come i 5 VO
3)VO rosicate di meno...e basta menarsela perchè per passare un esame si è studiato per 7 mesi...cosa credi...che oggi non capiti più una situazione del genere??


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2006, 13:08 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2005, 14:23
Messaggi: 295
NHLPP ha scritto:
E chi lo pensa? Io faccio tutto quello che non è complesso

TU occupati delle cose complesse, e che quindi io non so fare, limpido, no?




Mah.. diciamo che tu dovresti occuparti delle "cose" standardizzate e lasciare le "cose" non standardizzate a chi ha i titoli per farle, poichè qualche tuo collega potrebbe anche pensare di saper fare ciò che non è realmente in grado di fare come dovrebbe essere fatto. Dopodichè, lui deciderà di cosa occuparsi, ossia di "cose" più o meno standardizzate all'interno del suo settore di appartenenza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2006, 13:40 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:45
Messaggi: 5
Località: Roma
@afazio:il mio intervento non intendeva focalizzare l'attenzione sul tempo che si impiega a dare gli esami (cosa piuttosto soggettiva), ma sulla differenza di ritmi tra VO e NO, il quale non dà modo alle persone di assimilare bene i concetti. Forse mi sono espressa più chiaramente adesso con una frase che ieri sera con un discorso :D In più con l'intervento di ieri mi sentivo solo di dire che ci sono NO che studiano molto e che hanno una preparazione (universitaria ovviamente, mi riferisco sempre a confronti tra STUDENTI) molto valida nonostante l'organizzazione degli studi.

_________________
LE FONDAMENTA:
" Basta che inclini la forza che con un fuscello reggo il mondo "
" Completezza ? Tutto ciò che viene prima ci deve stà!! "


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 105 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010