IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è mercoledì 13 novembre 2019, 6:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 105 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 ... 11  Prossimo

Credete che un NO (5 anni) sia davvero un "non ing." rispetto ad un VO (5 anni)?
Sondaggio concluso il lunedì 20 novembre 2006, 12:21
SI 61%  61%  [ 17 ]
NO 39%  39%  [ 11 ]
Voti totali : 28
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 novembre 2006, 18:28 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
La prima generazione fonda
La seconda mantiene
La terza rovina

Bravo!

emilio de bono ha scritto:
NHLPP ha scritto:
Sul fatto che hai problemi di conprendonio non avevo dubbi.

Ma di cosa si occupa la tua ditta? Ma la hai fondata tu?

Cordiali saluti

emilio de bono ha scritto:
NHLPP ha scritto:
Ahhh, ok, ok. Ce n'era un altro che diceva ste cose...come si chiamava? Ah, si! Benito Mussolini! Brutta fine purtroppo...

emilio de bono ha scritto:

A me servono operai che sgobbino sulla loro microattivitá e siano pienamente consapevoli che altro non sarebbero in grado di fare.


Non intelligo alcun nesso tra il tuo intervento e quanto da me precedentemente scritto.


Immobili e la fondó il nonno nei lontani anni '50. Quindi non solo son figlio di papá, son anche, bensí, nipote di nonno (ovverosia figlio di figlio di papá).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 novembre 2006, 18:32 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 ottobre 2006, 20:27
Messaggi: 260
NHLPP ha scritto:
La prima generazione fonda
La seconda mantiene
La terza rovina

Bravo!

emilio de bono ha scritto:
NHLPP ha scritto:
Sul fatto che hai problemi di conprendonio non avevo dubbi.

Ma di cosa si occupa la tua ditta? Ma la hai fondata tu?

Cordiali saluti

emilio de bono ha scritto:
NHLPP ha scritto:
Ahhh, ok, ok. Ce n'era un altro che diceva ste cose...come si chiamava? Ah, si! Benito Mussolini! Brutta fine purtroppo...

emilio de bono ha scritto:

A me servono operai che sgobbino sulla loro microattivitá e siano pienamente consapevoli che altro non sarebbero in grado di fare.


Non intelligo alcun nesso tra il tuo intervento e quanto da me precedentemente scritto.


Immobili e la fondó il nonno nei lontani anni '50. Quindi non solo son figlio di papá, son anche, bensí, nipote di nonno (ovverosia figlio di figlio di papá).



Seee, addavení peppone!

E con la presa per il c***o del novo ordinamento, il problema del costo del lavoro é risolto anche per la generazione futura.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 novembre 2006, 21:34 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 9 dicembre 2005, 14:23
Messaggi: 295
A giusta riprova del fatto che il triennale non ha tutti gli strumenti per valutare esattamente le difficoltà insite in quanto sta facendo, c'è la tua valutazione degli esempi che ho riportato. I miei commenti in rosso seguono

NHLPP ha scritto:
ele_76 ha scritto:
NHLPP ha scritto:
Tu cosa fai di non-standard? Mi porti qualche esempio?



Ti è sufficiente un calcolo struttuale di un edificio con struttura in CA e considerevoli irregolarità in pianta?
Bene

Può presentare qualche difficoltà, anche quando l'edificio rientra in quello che è da considerarsi standard. Le irregolarità in pianta, solitamente derivano da un architettonico pensato male, e, disgraziatamente, capita molto spesso in pratica.....

O in aternativa una soprelevazione di un edificio esistente quando è cambiata la classificazione sismica del territorio?
benino

Questo è decisamente più difficile del primo, perchè le strutture dell'edificio esistente devono essere adeguate alle nuove normative, ed è molto difficile farlo (anche a livello di progetto) quando sono state pensate escludendo l'ipotesi del sisma: occorre spesso fare delle scelte difficili, ed è una situazione certamente non comune.
O piuttosto ti può interessare il dimensionamento dei coltelli di un trituratore per rottami?
malino

Beh, si forse non sarà il massimo, ma visto che il trituratore poteva triturare un "pacco" di automobile schiacciata, che era esemplare unico, e che uno coltello in acciaio per cesoie costava quanto guadagno di stipendio da dipendente....
O ancora il sistema oscillante di un banco prova sospensioni monoassiale?
benino

Solo perchè trattasi di un banco prova sospensioni? Alla fine trattasi di un lavoro abbastanza semplice per un ingegnere meccanico... mica si trattava di progettare la sospensione.

O il progetto di prevenzione incendi di un ascensore su piano inclinato per l'asservimento di un impianto in caverna con dislivello di 350 m?
male

Il tuo "male" è proprio sintomatico; questo è stato (ed è, perchè non abbiamo ancora finito), uno dei lavori meno "standard" con i quali mi sono cimentato finora. Non esiste una normativa antincendio specifica applicabile al caso in esame. L'intero impianto è stato realizzato circa 60 anni fa (con la sensibilità tipica di quele periodo verso la sicurezza antincendio e la salute dei lavoratori....). Il solo dislivello è di 300m, il che implica che la corsa dell'ascensore (su piano inclinato...) è maggiore di quella di un grattacielo delle Petronas Tower, e così il vano corsa da proteggere.

Ti devo fare ancora qualche altro esempio di cose non standard?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2006, 16:24 
Non connesso

Iscritto il: martedì 14 novembre 2006, 16:42
Messaggi: 11
L'ingegneria italiana é morta e sepolta, i templi del sapere tecnico ridotti a bordelli, i suoi sacerdoti sopraffatti da orde di ignobili ignoranti che ne profanano la memoria.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2006, 16:38 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 23 novembre 2005, 15:56
Messaggi: 827
Carlo Maria Prati ha scritto:
L'ingegneria italiana é morta e sepolta, i templi del sapere tecnico ridotti a bordelli, i suoi sacerdoti sopraffatti da orde di ignobili ignoranti che ne profanano la memoria.


Riposi in pace, amen!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2006, 16:43 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
Requiem in terra

ngl ha scritto:
Carlo Maria Prati ha scritto:
L'ingegneria italiana é morta e sepolta, i templi del sapere tecnico ridotti a bordelli, i suoi sacerdoti sopraffatti da orde di ignobili ignoranti che ne profanano la memoria.


Riposi in pace, amen!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2006, 17:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 24 gennaio 2006, 18:36
Messaggi: 217
Carlo Maria Prati ha scritto:
L'ingegneria italiana é morta e sepolta, i templi del sapere tecnico ridotti a bordelli, i suoi sacerdoti sopraffatti da orde di ignobili ignoranti che ne profanano la memoria.


Che esagerato !!! :?

Il corso di laurea quinquennale NO in ingegneria rimane sempre un ottimo strumento per preparare bravi professionisti, che, se abili e volenterosi, potranno sicuramente far valere le loro capacità.

Comunque l'ingegneria italiana, almeno quella civile, è morta contemporaneamente alle 1917 vittime del Vajont.

_________________
Un buco non è qualcosa, è niente.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2006, 18:01 
Non connesso

Iscritto il: martedì 14 novembre 2006, 16:42
Messaggi: 11
robix ha scritto:
Carlo Maria Prati ha scritto:
L'ingegneria italiana é morta e sepolta, i templi del sapere tecnico ridotti a bordelli, i suoi sacerdoti sopraffatti da orde di ignobili ignoranti che ne profanano la memoria.


Che esagerato !!! :?

Il corso di laurea quinquennale NO in ingegneria rimane sempre un ottimo strumento per preparare bravi professionisti, che, se abili e volenterosi, potranno sicuramente far valere le loro capacità.

Comunque l'ingegneria italiana, almeno quella civile, è morta contemporaneamente alle 1917 vittime del Vajont.


Non mi sembra che la diga abbia in alcun modo ceduto, anzi!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2006, 18:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 luglio 2003, 16:55
Messaggi: 566
Località: Prov. Milano
robix ha scritto:
Carlo Maria Prati ha scritto:
L'ingegneria italiana é morta e sepolta, i templi del sapere tecnico ridotti a bordelli, i suoi sacerdoti sopraffatti da orde di ignobili ignoranti che ne profanano la memoria.


Che esagerato !!! :?

Il corso di laurea quinquennale NO in ingegneria rimane sempre un ottimo strumento per preparare bravi professionisti, che, se abili e volenterosi, potranno sicuramente far valere le loro capacità.

Comunque l'ingegneria italiana, almeno quella civile, è morta contemporaneamente alle 1917 vittime del Vajont.


Ma la cazzata non la fecero i geologi?

_________________
A pensà mal se fà maa,
ma se sbaglia mai


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2006, 18:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 luglio 2003, 16:55
Messaggi: 566
Località: Prov. Milano
NHLPP ha scritto:
Ahhh, ok, ok. Ce n'era un altro che diceva ste cose...come si chiamava? Ah, si! Benito Mussolini! Brutta fine purtroppo...

emilio de bono ha scritto:

A me servono operai che sgobbino sulla loro microattivitá e siano pienamente consapevoli che altro non sarebbero in grado di fare.


Perchè infine scrivi "purtroppo"? Ma a te non stavan sulle palle i nostalgici?

Secondo me, il tuo unico neurone da celenterato-IT, ha definitivamente fatto comparire il noto messaggio "Fatal Error".....

_________________
A pensà mal se fà maa,
ma se sbaglia mai


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 105 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010