IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 22 novembre 2019, 20:19

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 12:28 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
E tu da cosa la misuri? Dal fatto che uno è iscritto alla sezione A?

Vuoi che ti presento un paio di colleghi sezione A (triplice settore) e vediamo se ti fidi a farti fare la casuccia da loro.


mimi77 ha scritto:
Non hai capito il tono della mia risposta.... la professionalità la misuri solo dal fatto di pagare la tassa di iscrizione? :o


NHLPP ha scritto:
Cosa m******a c'entra...

Ma:
Chi tutela la professione (tua e mia)?
Chi ti/mi tutela?
Se ti pare poco.

mimi77 ha scritto:
Ah...quello che conta per essere ingegneri è pagare la tassa di iscrizione... solo questo? :roll:



NHLPP ha scritto:
1° declinazione:

Io pago la tassa di iscrizione al 100%
Tu paghi la tassa di iscrizione al 100%
Egli paghi la tassa di iscrizione al 100%

afazio ha scritto:
ngl ha scritto:
Siamo tutti contenti he vi siate presentati e conosciuti
ma mi chiedo ... perchè non andate a fare le presentazioni in un altro post?
questo ha per titolo
Cita:
Ingegneri iunior/senior


Ed infatti. Lui e' uno iunior. Io no, tu si, egli no e cosi via dicendo.
Non mi par d'essere stato escluso.


Ultima modifica di NHLPP il giovedì 14 settembre 2006, 12:34, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 12:33 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
Scrivi una proposta di legge per il tuo referente politico (on.Mastella). Vista la sua lungimiranza, magari ti ascolta.

afazio ha scritto:
NHLPP ha scritto:
1° declinazione:

Io pago la tassa di iscrizione al 100%
Tu paghi la tassa di iscrizione al 100%
Egli paghi la tassa di iscrizione al 100%



Cancellati dall'ordine cui sono iscritti TU ed EGLI ed iscriviti ad un ordine separato che raggruppi IO e tutti i NO.
Mi pare piu' logico. Ti faran pagare di meno.


ciao


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 14:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 7 settembre 2006, 17:00
Messaggi: 253
Località: padova
Mi metti in bocca parole che non ho detto??? Ho forse parlato di sezione A o B?Il tuo era un discorso unicamente ancorato al fatto di pagare o meno l'iscrizione... :?











NHLPP ha scritto:
E tu da cosa la misuri? Dal fatto che uno è iscritto alla sezione A?

Vuoi che ti presento un paio di colleghi sezione A (triplice settore) e vediamo se ti fidi a farti fare la casuccia da loro.


mimi77 ha scritto:
Non hai capito il tono della mia risposta.... la professionalità la misuri solo dal fatto di pagare la tassa di iscrizione? :o


NHLPP ha scritto:
Cosa m******a c'entra...

Ma:
Chi tutela la professione (tua e mia)?
Chi ti/mi tutela?
Se ti pare poco.

mimi77 ha scritto:
Ah...quello che conta per essere ingegneri è pagare la tassa di iscrizione... solo questo? :roll:



NHLPP ha scritto:
1° declinazione:

Io pago la tassa di iscrizione al 100%
Tu paghi la tassa di iscrizione al 100%
Egli paghi la tassa di iscrizione al 100%

afazio ha scritto:
ngl ha scritto:
Siamo tutti contenti he vi siate presentati e conosciuti
ma mi chiedo ... perchè non andate a fare le presentazioni in un altro post?
questo ha per titolo
Cita:
Ingegneri iunior/senior


Ed infatti. Lui e' uno iunior. Io no, tu si, egli no e cosi via dicendo.
Non mi par d'essere stato escluso.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 15:26 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
No, certo.

mimi77 ha scritto:
Mi metti in bocca parole che non ho detto??? Ho forse parlato di sezione A o B?Il tuo era un discorso unicamente ancorato al fatto di pagare o meno l'iscrizione... :?











NHLPP ha scritto:
E tu da cosa la misuri? Dal fatto che uno è iscritto alla sezione A?

Vuoi che ti presento un paio di colleghi sezione A (triplice settore) e vediamo se ti fidi a farti fare la casuccia da loro.


mimi77 ha scritto:
Non hai capito il tono della mia risposta.... la professionalità la misuri solo dal fatto di pagare la tassa di iscrizione? :o


NHLPP ha scritto:
Cosa m******a c'entra...

Ma:
Chi tutela la professione (tua e mia)?
Chi ti/mi tutela?
Se ti pare poco.

mimi77 ha scritto:
Ah...quello che conta per essere ingegneri è pagare la tassa di iscrizione... solo questo? :roll:



NHLPP ha scritto:
1° declinazione:

Io pago la tassa di iscrizione al 100%
Tu paghi la tassa di iscrizione al 100%
Egli paghi la tassa di iscrizione al 100%

afazio ha scritto:
ngl ha scritto:
Siamo tutti contenti he vi siate presentati e conosciuti
ma mi chiedo ... perchè non andate a fare le presentazioni in un altro post?
questo ha per titolo
Cita:
Ingegneri iunior/senior


Ed infatti. Lui e' uno iunior. Io no, tu si, egli no e cosi via dicendo.
Non mi par d'essere stato escluso.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 16:01 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 settembre 2006, 14:43
Messaggi: 29
A economia e commercio lo hanno compreso (leggasi quanto riportato in calce), noi che stiamo attendendo?


Ritorno al vecchio ordinamento. Lo Jacono: "Laureati in 4 anni"
"Il Senato dà quest'opportunità ed Economia l'accoglie"

Il preside: "Non mi sono tirato indietro dal comunicare la possibilità del passaggio ai miei ragazzi: se pensano di ottenere benefici, devono provarci". Conseguendo il titolo triennale, gli studenti non possono iscriversi al cosiddetto Albo di serie A, quello dei dottori commercialisti, come possono fare i laureati specialisti o quelli "tradizionali"

"Se è il Senato accademico a dare questa possibilità agli studenti, non vedo perché devo essere io a rifiutarmi". Con queste parole il preside della facoltà di Economia, Salvatore Lo Jacono, ha delineato il suo punto di vista. "Se i ragazzi della mia Facoltà - chiarisce - pensano di ottenere benefici dal ritorno al vecchio statuto, devono provarci".
E confessa di avere avuto qualche dubbio anche lui: "Io stesso - spiega - mi sono reso conto che c'era qualcosa che non andava. Alle prime lauree triennali ho proclamato i ragazzi dottori, ma quando sono arrivati i certificati - continua - mi sono accorto che non lo erano".
Conseguendo la laurea triennale, in effetti, i ragazzi non possono iscriversi al cosiddetto Albo di serie A, quello dei dottori commercialisti, come possono fare i laureati di secondo livello, o i colleghi della laurea tradizionale. In alternativa, possono accedere all'Albo dei ragionieri commercialisti, chiamato di serie B.
"Sono venuti in massa a lamentarsi - continua Lo Jacono - e, per essere sincero, neanche io inizialmente ho saputo rispondere alle loro domande. Credevo ci potesse essere un errore di stampa, ma dopo essermi informato con gli uffici competenti ho appurato che non si trattava di uno sbaglio", con la laurea di primo livello gli studenti non possono essere definiti dottori.
Appena saputo della delibera del Senato accademico, il preside, che è anche presidente del corso di laurea quadriennale in Economia, ha riunito il consiglio e ha comunicato ai rappresentanti degli studenti la possibilità di tornare al vecchio ordinamento.
"Prima il termine di scadenza per la presentazione delle domande - racconta Lo Jacono - era stato fissato per il 31 maggio. Poi al Senato si sono resi conto che serviva più tempo e hanno slittato tale termine al 30 settembre". Quasi tutti gli studenti che hanno saputo dell'ordinanza hanno cercato di raccimolare i documenti utili prima della scadenza.
Tra i ragazzi la motivazione sembra essere sempre la stessa: "Chi cambia la strada vecchia per la nuova sempre guai si ritrova". E il guaio più grande, a detta dei laureandi, sembra essere il numero di anni da passare tra le mura dell'edificio 13, in viale delle Scienze.
La laurea tradizionale in Economia, infatti, prevedeva un ciclo unico di quattro anni. Con la riforma, e la varie divisioni tra lauree di primo e secondo livello, gli anni da frequentare sono diventati cinque e anche gli esami da sostenere sono aumentati. "Con la laurea di primo livello non posso fare niente - racconta Fabiola Amato, studentessa di Economia - Che il titolo fosse inferiore rispetto a quello della laurea tradizionale lo sapevo, ma sono stata ingannata da false speranze". In effetti, all'epoca della riforma tutti i ragazzi erano stati invogliati dall'Ateneo a effettuare il passaggio ma a distanza di anni, alcuni studenti si sono pentiti di avere abbandonato "la vecchia cara laurea tradizionale", come la definisce Fabiola. "Dopo avere conseguito il primo titolo, che difficilmente si consegue in tre anni, dato l'elevato numero di materie - spiega - sono lo stesso obbligata a iscrivermi alla laurea di secondo livello. Perdo un anno, se tutto va bene, e frequento materie in più".
Nella stessa situazione di Fabiola ci sono molti altri ragazzi. "Quasi tutti i colleghi che hanno fatto il passaggio con me, hanno presentato la domanda per tornare al vecchio ordinamento. Aspettiamo tutti - conclude - che ci diano una risposta".
Intanto il preside Lo Jacono, ha consigliato agli studenti che hanno presentato la domanda per il passaggio, di continuare a seguire le lezioni ancora attive. "Ho suggerito - conclude Lo Jacono - di dare esami, dove è possibile. Non mi sono tirato indietro dal comunicare l'opportunità ai miei studenti e non mi tiro indietro neanche dal dargli buoni consigli".
Annalisa Spinoso


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Celebrazione autoreferenziale.
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 16:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 11 luglio 2003, 13:56
Messaggi: 1138
Località: Roma
NHLPP ha scritto:
Si faccia firmare un ponte da un informatico (appena laureato ed iscritto all'Ordine). E poi sia lei a guidare il camion per il collaudo.


L'anno scorso mi sono rotto un braccio. Un amico, che credevo ingegnere, ha voluto firmarmi il gesso...poi ho scoperto che era triennale informatico. Poteva firmare o ha fatto un abuso? Per fortuna non è successo nulla al mio braccio.


NHLPP ha scritto:
PS: il codice deontologico vale anche per i membri Redazione.


Sta parola ti è piaciuta eh? da quando l'hai scoperta non la molli più

_________________
passare per i****a agli occhi di un I*******E è voluttà da finissimo buongustaio.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Celebrazione autoreferenziale.
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 16:06 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
Bello, va a firmare i tuoi progetti milinari! O hai tempo da perdere con gente come me che ha tempo da perdere?

Dai, bello, va

Carlo Lommi ha scritto:
NHLPP ha scritto:
Si faccia firmare un ponte da un informatico (appena laureato ed iscritto all'Ordine). E poi sia lei a guidare il camion per il collaudo.


L'anno scorso mi sono rotto un braccio. Un amico, che credevo ingegnere, ha voluto firmarmi il gesso...poi ho scoperto che era triennale informatico. Poteva firmare o ha fatto un abuso? Per fortuna non è successo nulla al mio braccio.


NHLPP ha scritto:
PS: il codice deontologico vale anche per i membri Redazione.


Sta parola ti è piaciuta eh? da quando l'hai scoperta non la molli più


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Celebrazione autoreferenziale.
MessaggioInviato: giovedì 14 settembre 2006, 19:43 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 settembre 2006, 14:43
Messaggi: 29
NHLPP ha scritto:
un infermiere studia 3 anni


Ció é esatto: a chi volesse intrapprendere la professione infermieristica é ora richiesto il possesso di un titolo di studio parauniversitario di durata triennale e, tuttavia, non per questo gli infermieri pretendono il ricorso truffaldino al titolo di medico junior

NHLPP ha scritto:
un medico facciamo un 10
Evidente? Mi pare!


Ció é inesatto: le ricordo, infatti, che la durata legale del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia é pari ad anni sei, concludendosi con l'esame di Laurea ed il conseguente rilascio del titolo di Dottore in Medicina e Chirurgia. Il superamento del relativo esame di stato dá poi diritto al titolo professionale di Medico.
Il possesso del titolo di studio di Dottore in Medicina e Chirurgia coniugato al superamento di un opportuno esame d'ammissione costituiscono inoltre prerequisito irrinunciabile all'accesso alle Scuole di Specializzazione le quali, per ogni specifico settore disciplinare previsto dalla legge, rilasciano il corrispondente Diploma (e non laurea) di Specializzazione. La durata del corso degli studi per ogni singola scuola di specializzazione è variabile, essendo definito nell’ordinamento didattico della Scuola medesima.

Come vede é mostrata, una volta di piú, l'inconsistenza di ragionamento critico e l'incapacitá di approfondimento caratterizzanti l'approccio formativo di voi triennali !


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 15 settembre 2006, 9:17 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 23 novembre 2005, 15:56
Messaggi: 827
Riassumendo:
AMBITO MEDICO:
raffreddore-> tuo medico
tumore->tuo medico ->oncologo
abbasamento vista -> tuo medico oculista
difficoltà nella minzione -> tuo medico ->andrologo
...


AMBITO INGEGNERISTICO:
progetto edile -> Ing Sarti
progetto eletrico -> Ing Sarti
VIA -> Ing Sarti
Certificazioni ISO -> Ing Sarti
Progetto di una Discarica ->Ing Sarti
Progetto di una raffineria -> Ing Sarti
Progetto di una imbarcazione da riporto -> Ing Sarti
Progetto di una diga -> Ing Sarti
....

Cita:
Come vede é mostrata, una volta di piú, l'ottusità del ragionamento critico e la capacitá di approfondimento caratterizzanti l'approccio formativo di voi quinquennali!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Celebrazione autoreferenziale.
MessaggioInviato: venerdì 15 settembre 2006, 10:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 24 gennaio 2006, 18:36
Messaggi: 217
sarti ha scritto:
Come vede é mostrata, una volta di piú, l'inconsistenza di ragionamento critico e l'incapacitá di approfondimento caratterizzanti l'approccio formativo di voi triennali !


:nono:

:vomito:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010