IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 25 febbraio 2020, 6:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 3 ottobre 2005, 17:42 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2003, 15:46
Messaggi: 124
Autore: Arianna

Votiamo solo colleghi con meno di 5 anni di iscrizione

Sono una giovane collega di Torino con soli 3 anni di iscrizione ed è la prima volta che andrò a votare e non vi nasconto che ho molta confusione e questo dibattito, anche se tardivo, potrà essere molto utile a chi come me non conosce e sopratutto non capisce molti dei misteri che aleggiano intorno agli Ordini che personalmente, in base alla mia modesta esperienza, mi appaiono praticamente inutili almeno per come funzionano adesso. Mi rendo però conto che per cambiare delle situazioni che non trovano il nostro gradimento non possiamo solo lamentarci ma per quanto possibile agire di conseguenza. Insomma ho deciso di andare a votare anche in tutti i tre turni, se questo sarà necessario, tanto con il motorino faccio in un attimo e tempo purtroppo ne ho da vendere. Voglio però condividere con voi alcune considerazioni e cercare di capire se il mio comportamento può risultare controproducente. Innanzi tutto vorrei fare una precisazione sul testo della redazione che capeggia il forum, non è vero che ci sono stati solo tre giorni per esprimere le candidature nel mio Ordine le candidature sono state accettate a partire dalla fine di agosto e francamente già si sapeva che presto si sarebbe andato a votare perchè almeno nella nostra provincia l'informazione è stata assicurata da una lista che si contrappone a quella del Consiglio uscente già preparata nel 2004 (insiemexcambiare) che ha fatto un sacco di incontri in tutta la provincia e si è anche organizzata con un sito specifico etc. Quindi almeno dal punto dell'informazione noi a Torino non possiamo lamentarci il problema e che a me sembra che le due liste che si contrappongono siano nella sostanza uguali e questo mi da l'impressione che sia non uno scontro basato sulle idee e sui programmi ma semplicemente sulle poltrone. Questo fatto risulta evidente solo a guardare la composizione delle due liste composte entrambi da persone molto mature e per lo più affermate con un cosidetto "giovane" per ...contorno, figuratevi che addirittura i due Presidenti (l'uscente e lo sfidante) sono nati nello stesso anno cioè nel 1944. A questo punto mi chiedo, riferendomi ad entramni i Presidenti candidati, può un collega di 61 anni con oltre 35 anni di carriera, che alla fine del mandato andrà in pensione, avere i miei stessi problemi di giovane sottooccupata? E poi come fanno ad occuparsi contemporaneamente e bene di tantissime cose? il Presidente attuale è un illustre e attivo Rotariano e quello "sfidante" è da più mandati il delegato Inarcassa e sono entrambi ottimi professionisti. Insomma perchè questa forma di accanimento nel non lasciare spazio ai giovani che con la loro energia e la loro inventiva potrebbero dare un contributo noi indifferente? Alla fine ho trovato la soluzione voterò solo per i colleghi presenti in lista che hanno meno di 5 anni di iscrizione che nel nostro Ordine corrispondono ai colleghi con il numero di iscrizione superiore a 8.000 anche se non raggiungerò, purtroppo, il numero di 15. Qualcuno dirà che così voterò dei colleghi che non conosco e questo è certamente vero ma almeno sarò certa che hanno i miei stessi problemi e che quanto meno sono scevri da preconcetti.
Cordialmente Arianna
P.S. Ovviamente non sono candidata


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 3 dicembre 2006, 23:23 
Non connesso

Iscritto il: sabato 17 giugno 2006, 17:38
Messaggi: 14
lìordine non si occupa di occupazione.

si occupa di tenere gli albi e di curare che si è deontologoicamente corretti.

poi col tempo è invalso l'uso che fanno le terne a richiesta degli enti pubblici....e quì inizia una fase di limitazione dovuta alla politica.

E' vero che l'ente pubblòico chiede le terne ma è altrettanto vero che l'ente pubblico potrebbe desiderare che nelle terne date possa esserci un determinato nome.

E siccome tutto il lavoro pubblico ruotava e fors ruotab sulla discrezionalità ... potrebbe esserci la lotta a chi tiene i contatti con i politici.

Se c'è o meno un tornaconto non lo so...ma la trasparenza e soprattutto il rispetto dei principi costituzionali forse continuanoa d andare alla deriva.

In tutto questo prende piede uno sfacelo. Il politico si chiede, perchè devo chiedere una terna per avere anche un nome da me desiderato? Se l'ordine serve a questo..aboliamo gli ordini.

Allora mettiamoci in condizioni di assumere regole precise e completamente oggettive in modo che non possano essere raccolte richieste o indicazioni discrezionali....e preoccupiamoci che gli ordini conquistini una posizione di controparte al sistemna politico e non di sottassuefazione...se mai ce ne fosse il bisogno.

Io ho incominciato a vedere gli ordini come una sorta di cittadella dove ognuno, a scadenza, vorrebbe diventarne il signorotto di turno...per godere dei priviegi del signorotto.

Probabilmente mi sbaglio..ma questa sensazione diventa sempre più forte.

L'ordine deve limitardi a tenere gli albi e ad assicurare il comportamento deontologioco da parte di tutti.

Tutto il resto gli andrebbe levato dalle mani, se non si assicura prima quella trasparenza oggettiva che solo l'uso di regole completamente oggettive ed automatiche potranno garantire.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 4 dicembre 2006, 9:20 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
Sintetico ed efficace!

"Io ho incominciato a vedere gli ordini come una sorta di cittadella dove ognuno, a scadenza, vorrebbe diventarne il signorotto di turno...per godere dei priviegi del signorotto."

azing ha scritto:
lìordine non si occupa di occupazione.

si occupa di tenere gli albi e di curare che si è deontologoicamente corretti.

poi col tempo è invalso l'uso che fanno le terne a richiesta degli enti pubblici....e quì inizia una fase di limitazione dovuta alla politica.

E' vero che l'ente pubblòico chiede le terne ma è altrettanto vero che l'ente pubblico potrebbe desiderare che nelle terne date possa esserci un determinato nome.

E siccome tutto il lavoro pubblico ruotava e fors ruotab sulla discrezionalità ... potrebbe esserci la lotta a chi tiene i contatti con i politici.

Se c'è o meno un tornaconto non lo so...ma la trasparenza e soprattutto il rispetto dei principi costituzionali forse continuanoa d andare alla deriva.

In tutto questo prende piede uno sfacelo. Il politico si chiede, perchè devo chiedere una terna per avere anche un nome da me desiderato? Se l'ordine serve a questo..aboliamo gli ordini.

Allora mettiamoci in condizioni di assumere regole precise e completamente oggettive in modo che non possano essere raccolte richieste o indicazioni discrezionali....e preoccupiamoci che gli ordini conquistini una posizione di controparte al sistemna politico e non di sottassuefazione...se mai ce ne fosse il bisogno.

Io ho incominciato a vedere gli ordini come una sorta di cittadella dove ognuno, a scadenza, vorrebbe diventarne il signorotto di turno...per godere dei priviegi del signorotto.

Probabilmente mi sbaglio..ma questa sensazione diventa sempre più forte.

L'ordine deve limitardi a tenere gli albi e ad assicurare il comportamento deontologioco da parte di tutti.

Tutto il resto gli andrebbe levato dalle mani, se non si assicura prima quella trasparenza oggettiva che solo l'uso di regole completamente oggettive ed automatiche potranno garantire.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re:
MessaggioInviato: martedì 23 settembre 2008, 12:52 
Non connesso

Iscritto il: domenica 24 febbraio 2008, 10:47
Messaggi: 49
[quote="azing"] L'ordine deve limitardi a tenere gli albi e ad assicurare il comportamento deontologioco da parte di tutti. .[/quote]

In effetti sarebbe questo l'unico compito degli ordini, forse con il nuovo ordinamenti cambierà qualcosa, spero non in peggio. La scelta non deve essere in funzione del numero di anni di iscrizione, serietà e professionalità possono mancare anche ai più giovani, scendiamo nel banale se generalizziamo. ciao a tutti


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: giovedì 25 settembre 2008, 18:00 
Non connesso

Iscritto il: martedì 15 luglio 2008, 9:46
Messaggi: 145
Anche io sono sulla tua prov.
La scorsa volta, che si votava, era partita una serie di telefonate a tutti colleghi x il cambiamento, si vendevano come nuovi ... poi le cene x gli ing. con 30-50 di iscrizione all'ordine non sono state tolte!

Ora 1 problema che era uscito e' che + di metà degli ing. operano fuori dalla città ma l'ordine e' Città-centrico.
Spiegatemi che senso ha fare i corsi di aggiornamento in pieno centro zona pedonale con inizio corsi alle 17.30
ma se per caso io non lavoro in centro e mi devo fare 1 h di viaggio + lotta x il parcheggio + pezzo a piedi significa che mi brucio il pomeriggio, se sono dipendente ... chi se ne frega ma se sono lib.prof. ??

Tenere una sede in zona prestigiosa ma scomoda e costosissima secondo me è una cosa assurda.

Forse perché per lavoro mi muovo molto e quando vedo la sede di aziende in periferia con ampio parcheggio e nelle vicinanze anche tangenziali/autostrade sono felice, io speravo che il "nuovo ordine" spostasse i corsi, come detto nelle lunghe telefonate arrivate, in zone + accessibili!

Ovviamente anche andare a votare in centro x uno che lavora a 50 km di distanza in orari di lavoro sembra un po assurdo!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 16 giugno 2009, 22:17 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2008, 18:24
Messaggi: 1986
[quote="Redazione"]Autore: Arianna

Votiamo solo colleghi con meno di 5 anni di iscrizione

Sono una giovane collega di Torino con soli 3 anni di iscrizione ed è la prima volta che andrò a votare e non vi nasconto che ho molta confusione e questo dibattito, anche se tardivo, potrà essere molto utile a chi come me non conosce e sopratutto non capisce molti dei misteri che aleggiano intorno agli Ordini che personalmente, in base alla mia modesta esperienza, mi appaiono praticamente inutili almeno per come funzionano adesso. Mi rendo però conto che per cambiare delle situazioni che non trovano il nostro gradimento non possiamo solo lamentarci ma per quanto possibile agire di conseguenza. Insomma ho deciso di andare a votare anche in tutti i tre turni, se questo sarà necessario, tanto con il motorino faccio in un attimo e tempo purtroppo ne ho da vendere. Voglio però condividere con voi alcune considerazioni e cercare di capire se il mio comportamento può risultare controproducente. Innanzi tutto vorrei fare una precisazione sul testo della redazione che capeggia il forum, non è vero che ci sono stati solo tre giorni per esprimere le candidature nel mio Ordine le candidature sono state accettate a partire dalla fine di agosto e francamente già si sapeva che presto si sarebbe andato a votare perchè almeno nella nostra provincia l'informazione è stata assicurata da una lista che si contrappone a quella del Consiglio uscente già preparata nel 2004 (insiemexcambiare) che ha fatto un sacco di incontri in tutta la provincia e si è anche organizzata con un sito specifico etc. Quindi almeno dal punto dell'informazione noi a Torino non possiamo lamentarci il problema e che a me sembra che le due liste che si contrappongono siano nella sostanza uguali e questo mi da l'impressione che sia non uno scontro basato sulle idee e sui programmi ma semplicemente sulle poltrone. Questo fatto risulta evidente solo a guardare la composizione delle due liste composte entrambi da persone molto mature e per lo più affermate con un cosidetto "giovane" per ...contorno, figuratevi che addirittura i due Presidenti (l'uscente e lo sfidante) sono nati nello stesso anno cioè nel 1944. A questo punto mi chiedo, riferendomi ad entramni i Presidenti candidati, può un collega di 61 anni con oltre 35 anni di carriera, che alla fine del mandato andrà in pensione, avere i miei stessi problemi di giovane sottooccupata? E poi come fanno ad occuparsi contemporaneamente e bene di tantissime cose? il Presidente attuale è un illustre e attivo Rotariano e quello "sfidante" è da più mandati il delegato Inarcassa e sono entrambi ottimi professionisti. Insomma perchè questa forma di accanimento nel non lasciare spazio ai giovani che con la loro energia e la loro inventiva potrebbero dare un contributo noi indifferente? Alla fine ho trovato la soluzione voterò solo per i colleghi presenti in lista che hanno meno di 5 anni di iscrizione che nel nostro Ordine corrispondono ai colleghi con il numero di iscrizione superiore a 8.000 anche se non raggiungerò, purtroppo, il numero di 15. Qualcuno dirà che così voterò dei colleghi che non conosco e questo è certamente vero ma almeno sarò certa che hanno i miei stessi problemi e che quanto meno sono scevri da preconcetti.
Cordialmente Arianna
P.S. Ovviamente non sono candidata[/quote]

Ciao Arianna, condivido tutto ciò che hai detto. però non ti illudere, le cose non cambieraanno mai. Presiedere un Ordine correttamente è solo un onere in più: sono rarissimi coloro che sono disposti a farlo, è come fare l' amministratore di condominio a turno fra condomini. La maggior parte di coloro che sgomitano per essere eletti lo fa per il proprio tornaconto. Da posizioni di potere riescono ad acquisire privilegi ed incarichi per se e non per gli iscritti. Le terne sono solo un esempio. Gli ordini non sono neanche mai stati capaci di far rispettare i minimi tariffari quando erano obbligatori. Non difendono i loro iscritti in caso di conflitto con uffici pubblici. Sono totalmente assenti per quanto riguarda i diritti della categoria. 29 anni fa appena laureato scrissi una lettera all' ordine per lamentarmi del fatto che non riuscivo a prendere lavori perchè i miei preventivi erano troppo alti: fui messo sul banco degli imputati per scarsa deontologia professionale! E mi feci ridere dietro.Nessuno ti farà mai spazio perchè sei giovane: saranno capaci di soffiarti un lavoro per un tozzo di pane e pi venire a proportelo a metà prezzo perchè non hanno il tempo di farlo.Quindi se non fai parte dele "cordate" con qualche prospettiva, ti do un consiglio : non andare a votare. Ciao


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: lunedì 5 novembre 2012, 17:36 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 17 marzo 2010, 19:00
Messaggi: 286
Ciao a tutti, credo che non andare a votare sia la scelta sicuramente sbagliata. Personalmente ho intenzione di candidarmi il prossimo anno, le elezioni ci saranno ad ottobre 2013. Ho intenzione di provarci a qualunque costo, per cercare di dare una svolta e ringiovanire, NELLE IDEE, l'ambiente.
In Italia sono tantissimi i giovani che la pensano come me, ma pochi di questi andranno a votare: se lo facessero tutti i giovani otterrebbero la maggioranza assoluta in tutti i consigli d'Italia, cosa auspicabile, per cui qualunque cosa vi dicano, andate a votare e votate gli under 40, possibilmente alla prima esperienza in consiglio.

_________________
"Qualcosa di straordinario, qualcosa di straordinario !!!"


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: domenica 16 dicembre 2012, 15:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 18:03
Messaggi: 2922
avevo pensato la stessa cosa per le votazioni dei delegati inarcasse nel 2015 ma siccome gli anziani votano compatti su un solo nome, se non si individua un candidato unico condiviso, non si ottiene nulla. Berlusconi docet. Primarie

_________________
Non rispondo ai troll-messaggi
_______________________
Cultura significa avere parole. Avere parole significa capire. Capire significa poter contrastare. Poter contrastare significa avere forza.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 16 dicembre 2014, 9:59 
Non connesso

Iscritto il: martedì 16 dicembre 2014, 9:50
Messaggi: 1
La scelta non deve essere in funzione del numero di anni di iscrizione, serietà e professionalità possono mancare anche ai più giovani, scendiamo nel banale se generalizziamo. ciao a tutti.??



_______________
http://free-spidersolitaire.com/


Ultima modifica di aaagul45 il venerdì 29 gennaio 2016, 13:24, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: martedì 6 gennaio 2015, 12:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 maggio 2014, 15:46
Messaggi: 185
Località: Edo
aaagul45 ha scritto:
La scelta non deve essere in funzione del numero di anni di iscrizione, serietà e professionalità possono mancare anche ai più giovani, scendiamo nel banale se generalizziamo. ciao a tutti.??

ciao a te.!!

per il resto ci sono novità importanti da parte dell'autrice?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010