IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è venerdì 22 novembre 2019, 20:21

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 28 ottobre 2005, 9:44 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
La classifica stilata da 20mila accademici di tutto il mondo Università: nessuna italiana nelle top-100 Harvard e il Mit le università migliori del mondo. La Sapienza di Roma al 125 esimo posto. Al penultimo entra anche Firenze

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cron ... sita.shtml


PS: sicuramente è colpa della riforma...
PS2: Ops, abbiamo copiato un sistema simile a quello USA


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 28 ottobre 2005, 20:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 11 ottobre 2004, 22:16
Messaggi: 572
Ma hai letto perlomeno l'articolo?

Cita:
- Per compilare l'elenco, gli esperti del Times hanno chiesto agli accademici di indicare i nomi delle migliori istituzioni universitarie specializzate nel settore di loro competenza ed hanno inoltre valutato la qualità dei corsi, la notorietà dei docenti e l'internazionalità degli atenei, in termini di capacità di attrarre studenti stranieri dall'estero. John ÒLeary, direttore responsabile del supplemento Istruzione del quotidiano ha sottolineato che le università hanno tutte diversi obbiettivi e punti forti, rendendo difficile un paragone.


Dati i criteri di valutazione mi sembra difficile che le università italiane, da cui i ricercatori migliori fuggono perchè malpagati possano avere docenti di grande notorietà internazionale... così come la capacità di attrarre studenti dall'estero, inevitabilmente non può essere che inferiore a quella statunitense, dal momento che in Italia,le risorse allocate (ma anche i costi per gli studenti) non sono minimamente paragonabili a quelli statunitensi.

_________________
Cordiali saluti, Trattorista


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 30 ottobre 2005, 16:15 
Non connesso

Iscritto il: martedì 3 febbraio 2004, 2:21
Messaggi: 271
ho dei dubbi sull'imparzialità di questa classifica, in cui si nominano solo univesrità inglesi. infatti su internet ho trovato questo: http://www.timesonline.co.uk/section/0,,716,00.html
è la stessa classifica cui si riferisce il corsera? mah!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Il Baronato universitario
MessaggioInviato: lunedì 20 marzo 2006, 3:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 febbraio 2006, 10:12
Messaggi: 106
Località: Sydney, NSW Australia
Abbiamo in italia un sistema Aristogratico nelle università.

Se per caso sei figlio di un professore universitario, bhè... è molto probabile che nel tuo DNA ci sia il seme della intelligenza perchè inevitabilmente ti laureerai con il massimo dei voti, nella stessa università dove insegna per un caso fortuito tuo padre (o madre), parteciperai per scherzo ad un concorso di dottorato di ricerca dove ti scoprirai un genio vincendolo con il massimo dei voti... tra l'altro buon sangue non mente ti dirai sghignazzando. Lavorarai nel dipartimento accanto a quello di tuo padre, e molto spesso andrai al bar del politecnico con i figli degli altri professori amici di tuo padre guarda caso anche loro dei singolari geni... ovviamente a te non interessa niente dell'università o di studiare qualcosa... appena avrai da lavorare, andrai negli scaffali interminabili del dipartimento a trovare la tesi di quel povero pirla che si è fatto un c***o a studiare, per laurearsi con 103... elaborando una tesi di mille pagine per la sua laurea in ingegneria meccanica, sui nanotubi in carbonio... farai una copia con lo scanner e L'OCR per il riconoscimento automatico dei caratteri, non ti preoccuperai nemmeno di correggere qualche parola segnata in rosso dal WORD perchè tanto sono termini tecnici non compresi nel suo dizionario(del dottorando).... e tra te e te ti dirai : Tanto chi caxxo la leggerà sta tesi di dottorato....


Ma si concludiamo qui la storia del futuro professore ordinario della prestigiona università italiana... Ama il suo lavoro perchè guadagna un sacco di soldi senza faticare.

Ah si ma è colpa della riforma se le università italiane sono agli ultimi posti è vero... Far fare 23 esami in tre anni e 20 esami in due anni di specializzazione, ha fatto venire lo stress agli asistenti del professore... Quante date di appello in più !!! ... è vero!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Baronato universitario
MessaggioInviato: lunedì 20 marzo 2006, 10:24 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
hehehe, mitico! :wink:

Rutiglianoweb ha scritto:
Abbiamo in italia un sistema Aristogratico nelle università.

Se per caso sei figlio di un professore universitario, bhè... è molto probabile che nel tuo DNA ci sia il seme della intelligenza perchè inevitabilmente ti laureerai con il massimo dei voti, nella stessa università dove insegna per un caso fortuito tuo padre (o madre), parteciperai per scherzo ad un concorso di dottorato di ricerca dove ti scoprirai un genio vincendolo con il massimo dei voti... tra l'altro buon sangue non mente ti dirai sghignazzando. Lavorarai nel dipartimento accanto a quello di tuo padre, e molto spesso andrai al bar del politecnico con i figli degli altri professori amici di tuo padre guarda caso anche loro dei singolari geni... ovviamente a te non interessa niente dell'università o di studiare qualcosa... appena avrai da lavorare, andrai negli scaffali interminabili del dipartimento a trovare la tesi di quel povero pirla che si è fatto un c***o a studiare, per laurearsi con 103... elaborando una tesi di mille pagine per la sua laurea in ingegneria meccanica, sui nanotubi in carbonio... farai una copia con lo scanner e L'OCR per il riconoscimento automatico dei caratteri, non ti preoccuperai nemmeno di correggere qualche parola segnata in rosso dal WORD perchè tanto sono termini tecnici non compresi nel suo dizionario(del dottorando).... e tra te e te ti dirai : Tanto chi caxxo la leggerà sta tesi di dottorato....


Ma si concludiamo qui la storia del futuro professore ordinario della prestigiona università italiana... Ama il suo lavoro perchè guadagna un sacco di soldi senza faticare.

Ah si ma è colpa della riforma se le università italiane sono agli ultimi posti è vero... Far fare 23 esami in tre anni e 20 esami in due anni di specializzazione, ha fatto venire lo stress agli asistenti del professore... Quante date di appello in più !!! ... è vero!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Baronato universitario
MessaggioInviato: lunedì 20 marzo 2006, 10:25 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 novembre 2004, 17:48
Messaggi: 1613
hehehe, mitico! :wink:

Rutiglianoweb ha scritto:
Abbiamo in italia un sistema Aristogratico nelle università.

Se per caso sei figlio di un professore universitario, bhè... è molto probabile che nel tuo DNA ci sia il seme della intelligenza perchè inevitabilmente ti laureerai con il massimo dei voti, nella stessa università dove insegna per un caso fortuito tuo padre (o madre), parteciperai per scherzo ad un concorso di dottorato di ricerca dove ti scoprirai un genio vincendolo con il massimo dei voti... tra l'altro buon sangue non mente ti dirai sghignazzando. Lavorarai nel dipartimento accanto a quello di tuo padre, e molto spesso andrai al bar del politecnico con i figli degli altri professori amici di tuo padre guarda caso anche loro dei singolari geni... ovviamente a te non interessa niente dell'università o di studiare qualcosa... appena avrai da lavorare, andrai negli scaffali interminabili del dipartimento a trovare la tesi di quel povero pirla che si è fatto un c***o a studiare, per laurearsi con 103... elaborando una tesi di mille pagine per la sua laurea in ingegneria meccanica, sui nanotubi in carbonio... farai una copia con lo scanner e L'OCR per il riconoscimento automatico dei caratteri, non ti preoccuperai nemmeno di correggere qualche parola segnata in rosso dal WORD perchè tanto sono termini tecnici non compresi nel suo dizionario(del dottorando).... e tra te e te ti dirai : Tanto chi caxxo la leggerà sta tesi di dottorato....


Ma si concludiamo qui la storia del futuro professore ordinario della prestigiona università italiana... Ama il suo lavoro perchè guadagna un sacco di soldi senza faticare.

Ah si ma è colpa della riforma se le università italiane sono agli ultimi posti è vero... Far fare 23 esami in tre anni e 20 esami in due anni di specializzazione, ha fatto venire lo stress agli asistenti del professore... Quante date di appello in più !!! ... è vero!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 3 luglio 2006, 23:52 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 3 luglio 2006, 23:12
Messaggi: 51
bisogna vedere chi le fa queste statistiche! gl'italiani vengono sempre denigrati. ma noi freghiamocene delle opinioni degli altri e andiamo avanti per la nostra strada. non siamo affatto inferiori a nessuno e che si tengano per loro codeste "statistiche". avevo anche sentito che secondo un'indagine statunitense l'italia è un paese con una libertà di stampa tra le ultime al mondo... chi se ne frega!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Baronato universitario
MessaggioInviato: sabato 26 agosto 2006, 16:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 agosto 2006, 16:25
Messaggi: 1
Località: Napoli
Sacrosanta verità! :sad:

Rutiglianoweb ha scritto:
Abbiamo in italia un sistema Aristogratico nelle università.

Se per caso sei figlio di un professore universitario, bhè... è molto probabile che nel tuo DNA ci sia il seme della intelligenza perchè inevitabilmente ti laureerai con il massimo dei voti, nella stessa università dove insegna per un caso fortuito tuo padre (o madre), parteciperai per scherzo ad un concorso di dottorato di ricerca dove ti scoprirai un genio vincendolo con il massimo dei voti... tra l'altro buon sangue non mente ti dirai sghignazzando. Lavorarai nel dipartimento accanto a quello di tuo padre, e molto spesso andrai al bar del politecnico con i figli degli altri professori amici di tuo padre guarda caso anche loro dei singolari geni... ovviamente a te non interessa niente dell'università o di studiare qualcosa... appena avrai da lavorare, andrai negli scaffali interminabili del dipartimento a trovare la tesi di quel povero pirla che si è fatto un c***o a studiare, per laurearsi con 103... elaborando una tesi di mille pagine per la sua laurea in ingegneria meccanica, sui nanotubi in carbonio... farai una copia con lo scanner e L'OCR per il riconoscimento automatico dei caratteri, non ti preoccuperai nemmeno di correggere qualche parola segnata in rosso dal WORD perchè tanto sono termini tecnici non compresi nel suo dizionario(del dottorando).... e tra te e te ti dirai : Tanto chi caxxo la leggerà sta tesi di dottorato....


Ma si concludiamo qui la storia del futuro professore ordinario della prestigiona università italiana... Ama il suo lavoro perchè guadagna un sacco di soldi senza faticare.

Ah si ma è colpa della riforma se le università italiane sono agli ultimi posti è vero... Far fare 23 esami in tre anni e 20 esami in due anni di specializzazione, ha fatto venire lo stress agli asistenti del professore... Quante date di appello in più !!! ... è vero!!
[/u]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010