IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è giovedì 21 novembre 2019, 11:31

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ho sognato...
MessaggioInviato: lunedì 18 settembre 2006, 15:02 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2003, 15:46
Messaggi: 124
Autore: Ing. Primo Prandoni

Ho sognato che tra Legnano, Busto Arsizio e Gallarate c'erano più di cento studi di ingegneria e mi chiedevo: ma c'è così tanta roba da progettare nell'Altomilanese?
Ho sognato che quasi tutti questi studi erano formati da una sola persona che tirava avanti copiando e ri-copiando vecchi progetti e mi chiedevo: se i cavernicoli avessero fatto così chi avrebbe inventato la ruota?
Ho sognato che nelle aziende all'Ingegnere si chiedeva di fare tutto fuorchè progettare: marketing, gestione, pianificazione e mi chiedevo: allora i laureati in economia e commercio cosa fanno? Dimensionano le travi?
Ho sognato che i calcoli di verifica o dimensionamento venivano considerati dagli Ingegneri come un lavoro indegno da rifilare con aria disgustata a geometri e periti e mi chiedevo: a cosa servono allora tutte quelle formule imparate all'università?
Ho sognato di fare tanti colloqui di lavoro presso aziende nei quali alla mia richiesta di dedicarmi alla progettazione oppure alla ricerca la controparte considerasse la mia richiesta semplicemente assurda e mi chiedevo: siamo sicuri che Eiffel e Stevenson erano ingegneri, visto che avevano il vezzo di progettare e di innovare?
Ho infine sognato che tutto questo non fosse un incubo ma la realtà e mi sono spaventato.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ho sognato...
MessaggioInviato: lunedì 18 settembre 2006, 16:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
Redazione ha scritto:
Ho sognato


eh, diciamo che tra questo sogno e quello più famoso di martin luther king c'è una certa differenza.
Io invece ho sognato un mondo dove gli imberbi neolaureati sono più umili, e non si permettono di pontificare sull'operato dei colleghi professionisti.
Anche questo probabilmente destinato alla fine di quello del leader afro-americano, temo...

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ho sognato...
MessaggioInviato: lunedì 18 settembre 2006, 16:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 luglio 2003, 16:46
Messaggi: 2128
Località: Cagliari
Ronin ha scritto:
Io invece ho sognato un mondo dove gli imberbi neolaureati sono più umili, e non si permettono di pontificare sull'operato dei colleghi professionisti

Dai... siamo stati tutti imberbi neolaureati e tutti (chi più, chi meno) abbiamo pensato di essere il miglior professionista sulla faccia della terra... magari c'è una sottile differenza tra pensarlo e gridarlo ai quattro venti...
Saluti. :wink:

_________________
Dai diamanti non nasce niente
Dal letame nascono i fior


Ultima modifica di chicco il lunedì 18 settembre 2006, 16:27, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ho sognato...
MessaggioInviato: lunedì 18 settembre 2006, 16:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 10:14
Messaggi: 7749
Località: rimini
chicco ha scritto:
tutti (chi più, chi meno) ha pensato di essere il miglior professionista sulla faccia della terra...


eh, si vede allora che non ho abbastanza stima di me stesso...

_________________
"Sul lungo periodo... siamo tutti morti" (John M. Keynes)

Ing. Paolo Bianco


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ho sognato...
MessaggioInviato: lunedì 18 settembre 2006, 16:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 luglio 2003, 16:46
Messaggi: 2128
Località: Cagliari
Ronin ha scritto:
chicco ha scritto:
tutti (chi più, chi meno) ha pensato di essere il miglior professionista sulla faccia della terra...


eh, si vede allora che non ho abbastanza stima di me stesso...

Io credo che non si riesca ad ottenere la stima degli altri se prima di tutto non si ha stima in se stessi...
Saluti. :wink:

_________________
Dai diamanti non nasce niente
Dal letame nascono i fior


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ho sognato...
MessaggioInviato: martedì 19 settembre 2006, 10:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 12 luglio 2006, 8:44
Messaggi: 226
Località: Provincia di Brescia
Redazione ha scritto:
Autore: Ing. Primo Prandoni

Ho sognato che tra Legnano, Busto Arsizio e Gallarate c'erano più di cento studi di ingegneria e mi chiedevo: ma c'è così tanta roba da progettare nell'Altomilanese?
Ho sognato che quasi tutti questi studi erano formati da una sola persona che tirava avanti copiando e ri-copiando vecchi progetti e mi chiedevo: se i cavernicoli avessero fatto così chi avrebbe inventato la ruota?
Ho sognato che nelle aziende all'Ingegnere si chiedeva di fare tutto fuorchè progettare: marketing, gestione, pianificazione e mi chiedevo: allora i laureati in economia e commercio cosa fanno? Dimensionano le travi?
Ho sognato che i calcoli di verifica o dimensionamento venivano considerati dagli Ingegneri come un lavoro indegno da rifilare con aria disgustata a geometri e periti e mi chiedevo: a cosa servono allora tutte quelle formule imparate all'università?
Ho sognato di fare tanti colloqui di lavoro presso aziende nei quali alla mia richiesta di dedicarmi alla progettazione oppure alla ricerca la controparte considerasse la mia richiesta semplicemente assurda e mi chiedevo: siamo sicuri che Eiffel e Stevenson erano ingegneri, visto che avevano il vezzo di progettare e di innovare?
Ho infine sognato che tutto questo non fosse un incubo ma la realtà e mi sono spaventato.

Esattamente come è successo a me..assunto con promesse di bel lavoro e ridotto da qualche mese a fare tutt'altro(solo scartoffie)..non che non mi abbassi a farlo ma non è la massima aspirazione che avevo. Penso che chi ha studiato ingegneria come aspirazione abbia la progettazione nel suo campo di studi..quindi da gennaio se tutto va come previsto si cambia di nuovo lavoro!! :-)

_________________
«Datemi un punto d'appoggio e vi solleverò il mondo»
(Archimede)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: precisazione
MessaggioInviato: martedì 19 settembre 2006, 17:06 
Non connesso

Iscritto il: martedì 19 settembre 2006, 16:49
Messaggi: 9
Il mio intervento non aveva alcuno scopo accusatorio ma semplicemente quello di ironizzare su alcune delusioni legate ad i miei primi approcci con il mondo del lavoro.
In quanto al "copiare e ri-copiare" che ha infastidito qualcuno è inutile nascondersi dietro ad un dito: è un modo di lavorare molto diffuso ma in stridente contrasto con la creatività e la genialità che dovrebbe distinguere gli ingegneri dai geometri (questi sì destinati dal loro specifico cursus studiorum ad un lavoro routinario).
Che la realtà non sia così dovrebbe a mio parere far riflettere sulla cause di questa situazione anzichè suscitare indignazione...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ho sognato...
MessaggioInviato: venerdì 22 settembre 2006, 20:43 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 10 luglio 2003, 9:33
Messaggi: 1862
Località: salerno
Redazione ha scritto:
Autore: Ing. Primo Prandoni

Ho sognato che tra Legnano, Busto Arsizio e Gallarate c'erano più di cento studi di ingegneria e mi chiedevo: ma c'è così tanta roba da progettare nell'Altomilanese?
Ho sognato che quasi tutti questi studi erano formati da una sola persona che tirava avanti copiando e ri-copiando vecchi progetti e mi chiedevo: se i cavernicoli avessero fatto così chi avrebbe inventato la ruota?
Ho sognato che nelle aziende all'Ingegnere si chiedeva di fare tutto fuorchè progettare: marketing, gestione, pianificazione e mi chiedevo: allora i laureati in economia e commercio cosa fanno? Dimensionano le travi?
Ho sognato che i calcoli di verifica o dimensionamento venivano considerati dagli Ingegneri come un lavoro indegno da rifilare con aria disgustata a geometri e periti e mi chiedevo: a cosa servono allora tutte quelle formule imparate all'università?
Ho sognato di fare tanti colloqui di lavoro presso aziende nei quali alla mia richiesta di dedicarmi alla progettazione oppure alla ricerca la controparte considerasse la mia richiesta semplicemente assurda e mi chiedevo: siamo sicuri che Eiffel e Stevenson erano ingegneri, visto che avevano il vezzo di progettare e di innovare?
Ho infine sognato che tutto questo non fosse un incubo ma la realtà e mi sono spaventato.


digli all'autore che i peperoni sono pesanti di sera....


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Ho sognato...
MessaggioInviato: venerdì 22 settembre 2006, 20:43 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 10 luglio 2003, 9:33
Messaggi: 1862
Località: salerno
Redazione ha scritto:
Autore: Ing. Primo Prandoni

Ho sognato che tra Legnano, Busto Arsizio e Gallarate c'erano più di cento studi di ingegneria e mi chiedevo: ma c'è così tanta roba da progettare nell'Altomilanese?
Ho sognato che quasi tutti questi studi erano formati da una sola persona che tirava avanti copiando e ri-copiando vecchi progetti e mi chiedevo: se i cavernicoli avessero fatto così chi avrebbe inventato la ruota?
Ho sognato che nelle aziende all'Ingegnere si chiedeva di fare tutto fuorchè progettare: marketing, gestione, pianificazione e mi chiedevo: allora i laureati in economia e commercio cosa fanno? Dimensionano le travi?
Ho sognato che i calcoli di verifica o dimensionamento venivano considerati dagli Ingegneri come un lavoro indegno da rifilare con aria disgustata a geometri e periti e mi chiedevo: a cosa servono allora tutte quelle formule imparate all'università?
Ho sognato di fare tanti colloqui di lavoro presso aziende nei quali alla mia richiesta di dedicarmi alla progettazione oppure alla ricerca la controparte considerasse la mia richiesta semplicemente assurda e mi chiedevo: siamo sicuri che Eiffel e Stevenson erano ingegneri, visto che avevano il vezzo di progettare e di innovare?
Ho infine sognato che tutto questo non fosse un incubo ma la realtà e mi sono spaventato.


digli all'autore che i peperoni sono pesanti di sera....


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 13 dicembre 2006, 10:54 
Non connesso

Iscritto il: martedì 12 dicembre 2006, 10:08
Messaggi: 104
c'era una raccolta di novelle del terrore di E.A. Poe musicata da quel genio
di Alan Parson che si intitolava "A dream within a dream"... che si riferisse
all'Alto Bergmasco???

l'umiltà non dovrebbe mai far male, anche a 50 anni.
a 25 o 30 si tende a dimenticarlo, ma la vita ti rimette
in carreggiata in genere...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010