IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

Ingegneri vecchio ordinamento e nuovo ordinamento
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=7&t=6400
Pagina 2 di 5

Autore:  ngl [ giovedì 2 novembre 2006, 11:37 ]
Oggetto del messaggio: 

L'autonomia delle scuole e delle università!
Al giorno d'oggi (ma già da una decina d'anni) dalla scuola materna alla facoltà tutto è legato al numero di 'utenti',ovvero al gettito di tasse che questi possono garantire alla sede.
Si cerca di allargare l'offerta formativa, di garantire 'scorciatoie' o trattamenti benevoli, di mettere a disposizione aule attrezzate, docenti preparati insomma..'vieni da noi che ti trattiamo bene'.
Del resto l'università, che era sino a poco tempo fa un bene accessibile a tutti, sta diventando sempre più un lusso.
Per dirne una, dopo la triennale volendo fare la specialistica, non si ha più diritto ad alcuno 'sconto' o agevolazione sulle tasse. La laurea specialistica è una 'seconda' laurea e come tale si fa pagare.

Autore:  NHLPP [ giovedì 2 novembre 2006, 12:09 ]
Oggetto del messaggio: 

Ovvio, se non vuoi tenere gli asinelli in facoltà (in media) per 7.5 anni. Il 50% di più della durata legale.

Sistema efficiente, no?

sebago ha scritto:
giannone ha scritto:
sono un dottorando in Ing Elettronica della facoltà di Ing di Bologna e seguo l'esame di propagazione di CEM. La verità è che ho trovato studenti preparatissimi e meno preparati sia al nuovo che al vecchio ordinamento, la differenza la fa l'approccio allo studio e la capacità personale. I programmi li abbiamo ritocati solamente in parti mai fondamentali per la preparazione dello studente

Occhio all'italiano: non è diventato un optional!

giannone ha scritto:
Unica cosa, va cambiato il modo di finanziare le università, ora ci costringono a promuovere molti asinelli....mentre prima mi dicono era molto diverso.....vorrei sottolineare asinelli del NO e del VO....

Scusa, ma chi vi "costringe"?

Autore:  giannone [ giovedì 2 novembre 2006, 12:09 ]
Oggetto del messaggio: 

buongiorno, quanto all'italiano te lo potrei insegnare come suppongo tante altre cose. Sono stato abbastanza arrogante o per arrivare ai tuoi livelli devo dare di piu'????

Per quanto riguarda invece la questione delle promozioni diciamo cosi'...facili....e' un problema serio che noi qui sentiamo parecchio. Vi faccio un esempio: ai consigli di facolta' vengono ripetutamente mostrate statistiche sulla produttivita' della nostra universita', del nostro lavoro, della bonta' della riforma che abbiamo messo in atto insomma. Come vengono finanziate le universita' pubbliche lo sappiamo tutti, sono fondamentali produttivita', dimensione dell'ateneo e altri parametri ancora. Quello che si sta disperatamente cercando di fare un po' ovunque e' dimostrare che il NO e' piu' produttivo del VO in termini di lauree conseguite rispetto al tempo medio impiegato e al numero di iscritti. Nessuno ti costringe a promuovere la gente!Solo che la tendenza e' quella a non remare contro gli obiettivi sopraelencati che garantiranno finanziamenti che significano lavoro, cattedre, assegni di ricerca....il mio stipendio....cosette cosi'....
La mia impressione e' che andrebbe profondamente riformato il sistema universitario....a partire da metodi di finaziamento che premino didattica, qualita' delle strutture, ovviamente dimensione dell'ateneo, ma soprattutto qualita' della ricerca!

Autore:  Morphail [ giovedì 2 novembre 2006, 12:21 ]
Oggetto del messaggio: 

giannone ha scritto:
buongiorno, quanto all'italiano te lo potrei insegnare come suppongo tante altre cose. Sono stato abbastanza arrogante o per arrivare ai tuoi livelli devo dare di piu'????

Per quanto riguarda invece la questione delle promozioni diciamo cosi'...facili....e' un problema serio che noi qui sentiamo parecchio. Vi faccio un esempio: ai consigli di facolta' vengono ripetutamente mostrate statistiche sulla produttivita' della nostra universita', del nostro lavoro, della bonta' della riforma che abbiamo messo in atto insomma. Come vengono finanziate le universita' pubbliche lo sappiamo tutti, sono fondamentali produttivita', dimensione dell'ateneo e altri parametri ancora. Quello che si sta disperatamente cercando di fare un po' ovunque e' dimostrare che il NO e' piu' produttivo del VO in termini di lauree conseguite rispetto al tempo medio impiegato e al numero di iscritti. Nessuno ti costringe a promuovere la gente!Solo che la tendenza e' quella a non remare contro gli obiettivi sopraelencati che garantiranno finanziamenti che significano lavoro, cattedre, assegni di ricerca....il mio stipendio....cosette cosi'....
La mia impressione e' che andrebbe profondamente riformato il sistema universitario....a partire da metodi di finaziamento che premino didattica, qualita' delle strutture, ovviamente dimensione dell'ateneo, ma soprattutto qualita' della ricerca!

Mi trovi pienamente d'accordo. Non mi pare giusto giudicare e finanziare un'ateneo in base al numero di laureati che sforna..così per forza si incentiva quelle che tu chiami promozioni facili.

Autore:  emilio de bono [ giovedì 2 novembre 2006, 16:26 ]
Oggetto del messaggio: 

giannone ha scritto:
buongiorno, quanto all'italiano te lo potrei insegnare come suppongo tante altre cose. Sono stato abbastanza arrogante o per arrivare ai tuoi livelli devo dare di piu'????

Per quanto riguarda invece la questione delle promozioni diciamo cosi'...facili....e' un problema serio che noi qui sentiamo parecchio. Vi faccio un esempio: ai consigli di facolta' vengono ripetutamente mostrate statistiche sulla produttivita' della nostra universita', del nostro lavoro, della bonta' della riforma che abbiamo messo in atto insomma. Come vengono finanziate le universita' pubbliche lo sappiamo tutti, sono fondamentali produttivita', dimensione dell'ateneo e altri parametri ancora. Quello che si sta disperatamente cercando di fare un po' ovunque e' dimostrare che il NO e' piu' produttivo del VO in termini di lauree conseguite rispetto al tempo medio impiegato e al numero di iscritti. Nessuno ti costringe a promuovere la gente!Solo che la tendenza e' quella a non remare contro gli obiettivi sopraelencati che garantiranno finanziamenti che significano lavoro, cattedre, assegni di ricerca....il mio stipendio....cosette cosi'....
La mia impressione e' che andrebbe profondamente riformato il sistema universitario....a partire da metodi di finaziamento che premino didattica, qualita' delle strutture, ovviamente dimensione dell'ateneo, ma soprattutto qualita' della ricerca!


Implicita conferma del fatto che le attuali lauree nulla abbiano a che vedere con le precedenti: piú dottori si sfornano, piú finanziamenti si ottengono! E allora di che cosa stiamo parlando? Del fatto che vi siano buoni e cattivi sia nel nuovo che nel vecchio? Il dato di fatto che il sottoscritto registra, e non é affatto il solo, é uno ed inequivocabile: le nuove lauree sono delle buffonate il cui valore (sia in termini legali che in termini di effettiva preparazione) é tendente a zero.

Autore:  ngl [ giovedì 2 novembre 2006, 16:33 ]
Oggetto del messaggio: 

Mi ripeto...qustopaese non vi piace..non vi hanno chiesto permesso per le riforme, non vi cercano quando preparano la finanziaria?le soluzioni sono 2
-scendere in campo
-andarvene dall'italia

tutto il resto è noia..un abbaiare alla luna o un vagheggiare del tempo che fu!

Autore:  Morphail [ giovedì 2 novembre 2006, 16:37 ]
Oggetto del messaggio: 

ngl ha scritto:
Mi ripeto...qustopaese non vi piace..non vi hanno chiesto permesso per le riforme, non vi cercano quando preparano la finanziaria?le soluzioni sono 2
-scendere in campo
-andarvene dall'italia

tutto il resto è noia..un abbaiare alla luna o un vagheggiare del tempo che fu!


Abbaiare a qualcosa secondo me invece serve...ogni tanto(spesso anzi) la gente ascolta chi abbaia più forte..

Autore:  emilio de bono [ giovedì 2 novembre 2006, 16:59 ]
Oggetto del messaggio: 

ngl ha scritto:
Mi ripeto...qustopaese non vi piace..non vi hanno chiesto permesso per le riforme, non vi cercano quando preparano la finanziaria?le soluzioni sono 2
-scendere in campo
-andarvene dall'italia

tutto il resto è noia..un abbaiare alla luna o un vagheggiare del tempo che fu!


Signori ecco la democrazia delle giovani leve comuniste! Io invece non me ne vado e, come me, tanti altri continueranno a ricordarvi che, come tutte le cose che si ottengono gratuitamente, i vostri titoli non hanno alcun valore!

Autore:  ngl [ giovedì 2 novembre 2006, 22:37 ]
Oggetto del messaggio: 

:shock: :shock: :shock:

emilio de bono ha scritto:
ngl ha scritto:
Mi ripeto...qustopaese non vi piace..non vi hanno chiesto permesso per le riforme, non vi cercano quando preparano la finanziaria?le soluzioni sono 2
-scendere in campo
-andarvene dall'italia

tutto il resto è noia..un abbaiare alla luna o un vagheggiare del tempo che fu!


Signori ecco la democrazia delle giovani leve comuniste! Io invece non me ne vado e, come me, tanti altri continueranno a ricordarvi che, come tutte le cose che si ottengono gratuitamente, i vostri titoli non hanno alcun valore!


dì un pò, architetto di prati, ma parli sul serio?

Autore:  fabrizio77 [ venerdì 3 novembre 2006, 9:02 ]
Oggetto del messaggio: 

parole SANTE

Pagina 2 di 5 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/