IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

varianti sostanziali e non
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=8&t=69477
Pagina 1 di 2

Autore:  smagorinsky [ lunedì 2 giugno 2014, 16:20 ]
Oggetto del messaggio:  varianti sostanziali e non

Salve colleghi
ho un dubbio riguardo alle varianti sostanziali e non. In particolare, sono stato nominato CTU in una causa dove, tra le altre cose, le fondazioni di un edificio (oggetto della causa) sono state realizzate in difformità al progetto autorizzato dal Genio Civile. Le fondazioni previste erano delle travi rovesce con sezione a T, mentre sono state realizzate delle travi rovesce con sezione rettangolare, passando da una larghezza alla base di 1 metro (della sezione a T) a 40 cm (della sezione rettangolare). Di tale modifica non vi è comunicazione da parte del DL nè progetto di variante. Solo nella relazione a strutture ultimate il DL cita tale modifica e dice che dai calcoli da lui fatti va tutto bene....ma di tali calcoli nessuna traccia.
Secondo me, il DL non ha visionato i lavori e l'impresa ha fatto di testa sua....questo è solo il mio pensiero cmq.
Dal mio punto di vista, tal modifica è una variante sostanziale di cui si doveva redigere un progetto di variante e sospendere i lavori, fino all'approvazione del nuovo progetto.
Siete d'accordo?

Autore:  grendizer [ sabato 7 giugno 2014, 13:00 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

L'emilia romagna ha normato in merito, all. 2 DGR 687/11

Sono da considerare, in ogni caso, varianti sostanziali quelle che comportano significative variazioni degli
effetti dell’azione sismica o delle resistenze delle strutture o della loro duttilità, come di seguito elencato:
I ) Adozione di un sistema costruttivo 3 diverso da quello previsto nel progetto iniziale, per:
- impiego di materiali strutturali di diversa natura;
- scelta di una diversa tipologia costruttiva.
II ) Modifiche all’organismo strutturale, per:
- sopraelevazioni, ampliamenti, variazioni del numero dei piani entro e fuori terra;
- creazione o eliminazione di giunti strutturali;
- variazioni della tipologia delle fondazioni;
- variazioni del fattore di struttura q;
- variazioni della rigidezza nel piano degli impalcati e della copertura che vanifichi
l’ipotesi di piano rigido, se presente;
- modifiche:
nella distribuzione in pianta o in altezza degli elementi strutturali irrigidenti
verticali (quali nuclei, setti, controventi);
negli schemi di calcolo delle strutture principali sismo-resistenti;
nelle dimensioni di elementi strutturali principali (quali pilastri, travi, nuclei,
setti, muri, fondazioni);

della distribuzione delle masse;
3 vedi art. 54 “Sistemi costruttivi” del DPR n.380/2001 e le NTC-2008;
8-6-2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - PARTE SECONDA - N. 86
88
che comportano il verificarsi di una o più delle seguenti condizioni:
a) aumento dell’eccentricità tra il baricentro delle masse e il centro delle
rigidezze superiore al 5% della dimensione dell’edificio misurata
perpendicolarmente alla direzione di applicazione dell’azione sismica;
b) variazione della rigidezza del singolo interpiano superiore al 20%;
c) variazione della deformazione massima del singolo piano superiore al 10%;
d) variazione dell’entità dell’azione sismica (taglio) di piano superiore al 10%.
III ) Modifiche in aumento4 delle classi d’uso e della vita nominale delle costruzioni ovvero variazioni
dei carichi globali superiori ad un’aliquota del 5% in fondazione.
IV) Passaggio di categoria di intervento secondo la classificazione individuata nel paragrafo 8.4 delle
NTC-2008.

Sono collaudatore di un caso come il tuo, l'ho già segnalato alla DL, inoltre se non verrà depositata la variante con tanto di verifica del rispetto dei minimi di armatura, che in fondazione troppo spesso ce li si dimentica, lo dovrò scrivere sul certificato di collaudo, cosicchè il CTU di turno quando arriverà dovrà salvare il collaudatore

Autore:  Raffaele Di Laora [ sabato 7 giugno 2014, 14:32 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

capisco la latitanza del D.L., ma vorrei capire chi decide di apportare tali variazioni senza prima verificarne la fattibilità e regolarizzare il tutto con le relative varianti. Possibile che un'impresa che si appresti a realizzare un fabbricato si convinca a realizzare qualcosa di fondamentalmente diverso dal progetto (e stiamo parlando delle fondazioni!!!) con tanta nonchalance? Possibile che sono l'unico, in quelle rare volte che faccio una D.L., che becca imprese che hanno paura di fare anche la più banale variazione senza essere autorizzati?

Autore:  robertograppa [ mercoledì 11 giugno 2014, 18:55 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

Secondo me non è variante sostanziale.

Autore:  Raffaele Di Laora [ giovedì 12 giugno 2014, 9:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

secondo te stravolgere la geometria delle fondazioni (e non di poco) e quindi rivedere le verifiche a carico limite, a scorrimento e il calcolo dei cedimenti non costituisce variante sostanziale? :shock:

Autore:  onling [ domenica 20 gennaio 2019, 14:47 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

Secondo me è una variante. Non deve interessare a noi ingegneri che sia sostanziale o no. Si rifanno i calcoli, e non ci vuole molto, si aggiornano i disegni e si permette al cantiere di procedere. I cantieri non si fermano solo per il fatto che devo aspettare che qualcuno ci dica che i nostri calcoli vanno bene.

Autore:  reversi [ domenica 20 gennaio 2019, 15:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

onling ha scritto:
Secondo me è una variante. Non deve interessare a noi ingegneri che sia sostanziale o no. Si rifanno i calcoli, e non ci vuole molto, si aggiornano i disegni e si permette al cantiere di procedere. I cantieri non si fermano solo per il fatto che devo aspettare che qualcuno ci dica che i nostri calcoli vanno bene.

noto che l'utente "onling" si è iscritto al forum in data 11 giugno 2014, cioè pochi giorni dopo la domanda di "smagorinsky".
noto anche che questo è il suo primo post.
concludo che onling si è iscritto 5 anni fa al solo scopo di postare in questo thread, ma non era sicuro della risposta e ci ha rimuginato su per tutto questo tempo.
ora, finalmente, ha trovato il coraggio di liberarsi.

Autore:  Raffaele Di Laora [ domenica 20 gennaio 2019, 17:36 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

reversi ha scritto:
noto che l'utente "onling" si è iscritto al forum in data 11 giugno 2014, cioè pochi giorni dopo la domanda di "smagorinsky".
noto anche che questo è il suo primo post.
concludo che onling si è iscritto 5 anni fa al solo scopo di postare in questo thread, ma non era sicuro della risposta e ci ha rimuginato su per tutto questo tempo.
ora, finalmente, ha trovato il coraggio di liberarsi.


è vero!!! ... però che occhio!

onling ha scritto:
Secondo me è una variante. Non deve interessare a noi ingegneri che sia sostanziale o no. Si rifanno i calcoli, e non ci vuole molto, si aggiornano i disegni e si permette al cantiere di procedere. I cantieri non si fermano solo per il fatto che devo aspettare che qualcuno ci dica che i nostri calcoli vanno bene.

è vero che la burocrazia non procede con la stessa velocità di un cantiere ma se ci sono delle norme procedurali bisogna rispettarle, ragion per cui prima di apportare modifiche in cantiere sarebbe meglio pensarci su non una ma ben dieci volte. Concordo sul fatto che non dobbiamo stare qui a discutere sulla sostanzialita' della variante ...personalmente non me ne frega niente ... sono il D L. ed il collaudatore le uniche persone a cui dovrebbe fregare qualcosa!

Autore:  enterprise [ domenica 20 gennaio 2019, 21:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

reversi ha scritto:
onling ha scritto:
Secondo me è una variante. Non deve interessare a noi ingegneri che sia sostanziale o no. Si rifanno i calcoli, e non ci vuole molto, si aggiornano i disegni e si permette al cantiere di procedere. I cantieri non si fermano solo per il fatto che devo aspettare che qualcuno ci dica che i nostri calcoli vanno bene.

noto che l'utente "onling" si è iscritto al forum in data 11 giugno 2014, cioè pochi giorni dopo la domanda di "smagorinsky".
noto anche che questo è il suo primo post.
concludo che onling si è iscritto 5 anni fa al solo scopo di postare in questo thread, ma non era sicuro della risposta e ci ha rimuginato su per tutto questo tempo.
ora, finalmente, ha trovato il coraggio di liberarsi.

:lol: :lol: :lol:

Autore:  salvatorebennardo [ domenica 20 gennaio 2019, 23:49 ]
Oggetto del messaggio:  Re: varianti sostanziali e non

reversi ha scritto:
onling ha scritto:
Secondo me è una variante. Non deve interessare a noi ingegneri che sia sostanziale o no. Si rifanno i calcoli, e non ci vuole molto, si aggiornano i disegni e si permette al cantiere di procedere. I cantieri non si fermano solo per il fatto che devo aspettare che qualcuno ci dica che i nostri calcoli vanno bene.

noto che l'utente "onling" si è iscritto al forum in data 11 giugno 2014, cioè pochi giorni dopo la domanda di "smagorinsky".
noto anche che questo è il suo primo post.
concludo che onling si è iscritto 5 anni fa al solo scopo di postare in questo thread, ma non era sicuro della risposta e ci ha rimuginato su per tutto questo tempo.
ora, finalmente, ha trovato il coraggio di liberarsi.


:biggrin:

Pagina 1 di 2 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/