IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è lunedì 28 settembre 2020, 22:28

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: venerdì 28 settembre 2018, 14:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7295
Località: Atene (Greece)
ultimo modello fatto da Pasquale (che ringrazio infinitamente per il tempo che ha dedicato a questo dilemma)

guarda che la storia sta al contrario.

è pasquale che deve rigraziare te,
non tu a pasquale.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: venerdì 28 settembre 2018, 16:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38765
infatti lo ringrazio anche perché mi ha dato modo di conoscere questo lavoro di Paglietti e Carta dell'Univ. Cagliari
https://benthamopen.com/contents/pdf/TO ... J-3-28.pdf

e vado alla ricerca di
A. Paglietti, G. Carta: La favola del taglio efficace nella teoria delle travi di altezza variabile. Atti XVI Congr.Naz. AIMETA, Brescia, 11-14 Settembre 2007

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: venerdì 28 settembre 2018, 17:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38765
utile anche questa tesi ( da pag, 57 sono trattati i due casi di questa discussione)
http://www-2.unipv.it/compmech/disserta ... ggetti.pdf

e questo articolo
http://www-2.unipv.it/compmech/publications/2016_16.pdf

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: venerdì 28 settembre 2018, 18:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38765
e questa discussione
https://www.researchgate.net/post/How_c ... lever_beam

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: venerdì 28 settembre 2018, 19:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 17:44
Messaggi: 7295
Località: Atene (Greece)
nel mentre tu scopri,

io mi aspetto una qualche reazione di kidnapped.

_________________
Tra quello che noi riusciamo a malapena a vedere e quello che in realtà accade veramente c'è sempre molta differenza (Banondre, filosofo greco agnostico del II sec. d.C.).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: venerdì 28 settembre 2018, 23:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38765
sull'invertire la forza ho rifatto il modello (i valori sono diversi perché l'altro lo cancellai e non ricordo i dati forniti),
come si vede però in pratica la freccia è uguale, 0,383 contro 0,387 forse dovuta al fatto che non ho applicato la forza nello stesso punto ma una volta all'estradosso e una volta all'intradosso
(poi vedo)

Immagine

stavo guardando però dal punto di vista teorico e quell'articolo di Paglietti e Carta è molto utile, anche perché effettivamente come dicono, ho potuto constatare che una trattazione davvero molto chiara dello stato tensionale nelle travi a sezione variabile si trova nel libro di Oden e Ripperger, Mechanics of elastic structures, paragrafo 5.4

P.S. ho controllato ed applicando la forza nello stesso punto, una volta verso il basso e una volta verso l'alto, il valore della freccia è uguale

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2018, 13:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38765
altro articolo che tratta proprio i due casi della discussione (fig. 3 a pag. 39)
https://www.researchgate.net/publicatio ... d_Formulas

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Trave sezione variabile
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2018, 16:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38765
in parte offtopic perché il problema della discussione è sulla deformabilità e quindi rigidezza mentre qui faccio una sintesi di quello che (forse) ho capito sul problema stato tensionale;
siccome non ci ho capito molto, vi chiedo di aiutarmi :azz: ;

la spiegazione del taglio efficace (T*) è chiaramente illustrata in queste figure prese da Giangreco, Teoria e TdC, vol. 1, anche se con esplicito riferimento al solo c.a.

Immagine

Immagine

qui invece il problema è trattato più in generale, quindi anche per materiali omogenei, paragrafo 2
http://www.scienzadellecostruzioni.co.u ... Venant.pdf

viene quindi sezionata la trave in due parti e si fa l'equilibrio di una delle parti, per cui risulta che sulla faccia sezionata agiscono delle componenti degli sforzi che aumentano o riducono lo sforzo tagliante;



da come ho capito l'articolo di Paglietti e Carta dice che invece non è così perché giustamente se in una sezione la caratteristica tagliante è quella, resta quella e la risultante delle tensioni tangenziali deve ovviamente uguagliare la forza tagliante, ma la cosa è corretta solo sull'asse neutro e non considera che invece in questo caso la tau max non si ha sull'asse baricentrico
(a proposito non ho ben capito il paradosso 3, perché se riferito ad un concio ok, ma se riferito ad un parte di trave come utilizzato per spiegare la teoria del taglio efficace non l'ho capito)

la trattazione di Oden e Ripperger considera invece l'equilibrio di un elementino al bordo rastremato della trave (stessa cosa è fatta nel libro di Piazza, Tomasi e Modena sul legno al parag. 4.1.3)
ne risulta che le tensioni tangenziali non sono modificate (a parte il fatto che il massimo non si ha più in corrispondenza dell'asse neutro) ma per l'equilibrio nascono delle tensioni normali trasversali

Immagine

qui ho aggiunto, in rosso, gli elementini elementari per far capire di quali sforzi si tratta; gli sforzi in direzione dell'asse della trave non sono rappresentati ma nel testo viene detto che variano linearmente come nelle travi prismatiche; nel libro di Piazza-Tomasi-Modena viene spiegato che invece il loro andamento non è lineare lungo l'altezza, d'altra parte basta vedere il cosiddetto "problema del cuneo" risolto da Michell tra il 1899 e il 1902)

Immagine



l'argomento mi pare molto interessante e tra l'altro, come spiegato nella tesi di laurea di Muggetti (pagg. 39 e 40) è nato dall'osservazione pratica di lesioni in un ponte localizzate nella parte intradossale quando invece secondo la teoria dovevano stare più in alto



P.S. chiudo per adesso questo problema e mi concentro su quello di questa discussione, sto cercando di fare un foglio di calcolo (se ci riesco) per valutare la freccia secondo le indicazioni fornite nell'articolo di Balduzzi e altri di cui ho postato il link nel post precedente

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it