IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è sabato 8 agosto 2020, 14:40

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 13:28 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 maggio 2014, 16:40
Messaggi: 33
Buongiorno Colleghi. Per una struttura esistente che verrà destinata ad agriturismo, ho la necessità di cambiare il tetto il legno esistente con una struttura (capriate) uguale all'esistente ma di recente fattura, in quanto quella che c'è ora è del tutto fatiscente. La committenza, vorrebbe anche realizzare un impalcato creando un livello intermedio tra la copertura e la quota zero, in legno (da premettere, l'altezza interna della struttura allo stato attuale è di 9 metri). Un collega incaricato nello stesso cantiere ma con mansioni differenti dalle mie, sostiene che l'intervento di sostituzione della parte portante del tetto non comporti verifica strutturale e successivo deposito dei calcoli. Per la parte riguardante la creazione del nuovo impalcato invece, sostiene che se questa nuova struttura se verrà giuntata, si potrebbe optare per una verifica strutturale di questa parte senza considerare il complesso edificato in quanto struttura "a se". Sperando di essere stato il più chiaro possibile, vi chiedo: ci sono riferimenti normativi che riguardano questo tipo di situazione da me descritta? Ho provato a cercare ma senza molti risultati. Vi ringrazio anticipatamente per la cordiale disponibilità


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 14:52 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 12 febbraio 2010, 12:20
Messaggi: 1311
NTC2018 §8.4.1 Riparazione o Intervento locale
Cita:
Gli interventi di questo tipo riguarderanno singole parti e/o elementi della struttura. Essi non debbono cambiare significativamente il comportamento globale della costruzione e sono volti a conseguire una o più delle seguenti finalità:
ripristinare, rispetto alla configurazione precedente al danno, le caratteristiche iniziali di elementi o parti danneggiate;
– migliorare le caratteristiche di resistenza e/o di duttilità di elementi o parti, anche non danneggiati;
– impedire meccanismi di collasso locale;
– modificare un elemento o una porzione limitata della struttura.
Il progetto e la valutazione della sicurezza potranno essere riferiti alle sole parti e/o elementi interessati, documentando le carenze strutturali riscontrate e dimostrando che, rispetto alla configurazione precedente al danno, al degrado o alla variante, non vengano prodotte sostanziali modifiche al comportamento delle altre parti e della struttura nel suo insieme e che gli interventi non comportino una riduzione dei livelli di sicurezza preesistenti.


Nel tuo caso la "singola parte e/o elemento della struttura" sarebbe l'intero tetto, quindi forse un po' tanto per essere "singola"... ma, in fondo, perchè no?????

Per quanto riguarda la possibilità di non fare per nulla calcoli, la escluderei a priori. I calcoli del nuovo tetto li farei eccome, già solo perchè certamente oggi useresti dei materiali diversi da quelli esistenti. Puoi chiaramente risparmiarti tutta la balla dei calcoli sulle restanti strutture esistenti, sempre se è vero che non modifichi lo schema statico.

Sull'intervento all'interno non so dirti, in linea di principio il tuo collega potrebbe anche avere ragione, ma bisognerebbe approfondire meglio.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 17:09 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 maggio 2014, 16:40
Messaggi: 33
Grazie. Per l'intervento all'interno farò ulteriori ricerche in attesa di qualche collega che ne sappia qualcosa. Nella peggiore delle ipotesi, penso di porre il quesito al genio civile e amen.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 17:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 luglio 2003, 11:52
Messaggi: 38727
la sostituzione del tetto, a parità di geometria e di materiale, è intervento locale, quindi il calcolo può essere limitato solo ad esso;

per il soppalco interno dipende dalle "intuizioni regionali" (come noto, in materia, i galli a cantare sono ormai 20, quante sono ad oggi le Regioni),
per esempio per la Campania, vedi qui a pag. 37, anche se si parla di sopraelevazione ma la mia logica mi dice che vale quindi anche l'inverso http://www.gerardoruocco.it/Documenti/M ... emecum.pdf ) , secondo me il calcolo può essere limitato al soppalco senza considerare l'involucro

( non so se può esserti utile questa discussione viewtopic.php?f=13&t=90499&p=541183 )

_________________
"l'ingegnere sa quello che fa, e fa quello che sa" (Michele Pagano)


Ultima modifica di pasquale il venerdì 7 dicembre 2018, 17:47, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: venerdì 7 dicembre 2018, 17:35 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 maggio 2014, 16:40
Messaggi: 33
Io in linea di massima, se il soppalco non è ancorato alla struttura esistente, lo calcolerei a parte, per logica mia. Però giustamente ognuno dei 20 "galli" dice la sua, così tanto per rendere la vita più facile e leggera. :?
Ti ringrazio :D


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it