IngForum il forum di Ingegneri.info
Oggi è martedì 26 ottobre 2021, 16:23

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 13 ottobre 2021, 10:08 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 2 febbraio 2011, 13:29
Messaggi: 28
Buongiorno a tutti!
Sto valutando un ecobonus 65% per la sostituzione di una caldaia già a condensazione. In genere, quando affronto questo tipo di intervento, mi baso sulla risposta fornita dall'ENEA, che qui riporto:


Buongiorno
In linea di principio le detrazioni fiscali sono finalizzate al risparmio di energia, per questa ragione si è agevolato la sostituzione delle caldaie esistenti con nuove a condensazione o con pompa di calore, ma se si sostituisce una caldaia a condensazione con altra a condensazione o una pompa di calore con altra pompa di calore il risparmio energetico sarò molto basso ed in alcuni casi nullo. Nella normativa a supporto delle detrazioni fiscali non è specificato che la caldaia da sostituire non deve essere a condensazione o che non deve trattarsi di una pompa di calore, ma la normativa non può prevedere tutte le casistiche.
Per quanto sopra esposto riteniamo che la sostituzione sia agevolabile a condizione che ci sia sempre una relazione tecnica asseverata che dichiari, oltre alle prestazioni richieste, anche la presenza di un risparmio energetico e lo quantifichi.
Cordiali saluti


Quindi, di solito, in asseverazione inserisco i due rendimenti, dimostro che il nuovo è superiore al vecchio, e calcolo il risparmio stimato.
Invece, nel caso in esame, mi trovo davanti una caldaia del 2008 (SILE CONDENSA 5.24) per la quale sono dichiarati valori di rendimento altissimi:
-Rendimento utile al 50/30 °C --> 106%
-Rendimento utile al 100% a 80/60 °C --> 98%
-Rendimento utile al 30% a 50/30 °C --> 108.6%

Tra le caldaie oggi in commercio fatico a trovare qualcosa con questi valori. È mai possibile che la tecnologia abbia fatto marcia indietro? Non è che nel frattempo sono cambiati i metodi di calcolo adotatti dai produttori per la valutazione dei rendimenti?
Se fosse così, come faccio ad avere due valori confrontabili, per dimostrare che la caldaia che installo ora è migliore di quella di un tempo?

Grazie!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  

POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it