IngForum
http://www.ingegneri.info/forum/

Corridoio cieco antincendio
http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=9&t=109338
Pagina 1 di 1

Autore:  sarabar [ lunedì 15 aprile 2019, 10:05 ]
Oggetto del messaggio:  Corridoio cieco antincendio

Buongiorno a tutti,

avrei bisogno di un chiarimento riguardo la definizione di corridoio cieco. In un edificio esistente oggetto di una pratica di valutazione progetto, è presente una zona uffici al primo piano collegata al piano terra da un'unica scala.

La definizione di corridoio cieco è: corridoio o porzione di corridoio dal quale sia possibile l'esodo in un'unica direzione. La lunghezza del corridoio cieco va calcolata dall'inizio dello stesso fino all'incrocio con un corridoio dal quale sia possibile l'esodo in almeno due direzioni o fino al più prossimo luogo sicuro o via di esodo verticale.

Il mio dubbio è sulla presenza di una sola via di esodo verticale. Devo considerare la lunghezza dal punto più lontano degli uffici all'inizio della scala e verificare che sia minore di 15 m e poi contare la lunghezza totale del percorso di esodo fino all'esterno (luogo sicuro)? Oppure in questo caso avendo un unico percorso di esodo il corridoio cieco va contato dal punto più lontano degli uffici al luogo sicuro?

Grazie a chi risponderà, in altri casi ho sempre avuto una ridondanza di uscite e non saprei come comportarmi in questo caso

Autore:  boba74 [ lunedì 15 aprile 2019, 15:41 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corridoio cieco antincendio

sarabar ha scritto:
Buongiorno a tutti,

avrei bisogno di un chiarimento riguardo la definizione di corridoio cieco. In un edificio esistente oggetto di una pratica di valutazione progetto, è presente una zona uffici al primo piano collegata al piano terra da un'unica scala.

La definizione di corridoio cieco è: corridoio o porzione di corridoio dal quale sia possibile l'esodo in un'unica direzione. La lunghezza del corridoio cieco va calcolata dall'inizio dello stesso fino all'incrocio con un corridoio dal quale sia possibile l'esodo in almeno due direzioni o fino al più prossimo luogo sicuro o via di esodo verticale.

Il mio dubbio è sulla presenza di una sola via di esodo verticale. Devo considerare la lunghezza dal punto più lontano degli uffici all'inizio della scala e verificare che sia minore di 15 m e poi contare la lunghezza totale del percorso di esodo fino all'esterno (luogo sicuro)? Oppure in questo caso avendo un unico percorso di esodo il corridoio cieco va contato dal punto più lontano degli uffici al luogo sicuro?

Grazie a chi risponderà, in altri casi ho sempre avuto una ridondanza di uscite e non saprei come comportarmi in questo caso

Se hai un corridoio che immette su una scala e questa scende fino all'uscita esterna senza che lungo il percorso si incontrino altri percorsi di esodo, allora la lunghezza del percorso di esodo è quella totale fino al luogo sicuro. In tal caso però il "corridoio" vero e proprio arriva solo fino alla scala, quindi attenzione a cosa dice esattamente la norma, perchè un conto è dire che il "corridoio cieco" deve essere max 15m, e un conto è dire che il percorso totale di esodo in presenza di una sola via di esodo debba essere inferiore a un certo tot (che non è detto debba essere anche quello 15m). Non ho sottomano la norma per gli uffici, ma ad esempio nel pubblico spettacolo i 15m valgono a prescindere per qualsiasi via di esodo che abbia una sola direzione e si misura fino a che non sono disponibili almeno 2 percorsi alternativi (con un certo angolo). Nel caso di uffici non so.

Autore:  sarabar [ lunedì 15 aprile 2019, 20:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corridoio cieco antincendio

In realtà la norma è quella dei locali commerciali. I locali in questione sono attualmente un abitazione, da convertire eventualmente in piccolo ufficio a servizio dell'attività commerciale.

Da tali locali accedo alla scala, che poi tramite un paio di disimpegni conduce all'esterno. Non vengono interessati altri locali e altre vie di fuga, che sono completamente indipendenti da questa via di esodo.
Il DM delle attività commerciali dice semplicemente: "Il percorso effettivo per raggiungere un luogo sicuro, non può essere superiore a 50 m, incrementabili a 60 m in presenza di un sistema di smaltimento fumi realizzato secondo quanto previsto al successivo punto 4.9, lettera b); i corridoi ciechi non possono avere lunghezza superiore a 15 m."

Se considero l'intero percorso rientro nei 50 m ma non nei 15, se invece come corridoio cieco considero quello per accedere alla scala ho meno di 15 m (e l'intero percorso sempre inferiore ai 50 m). Il mio dubbio è che la scala in questione è una scala non protetta e non raggiunge neanche i 120 cm di larghezza...

Autore:  boba74 [ martedì 16 aprile 2019, 9:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corridoio cieco antincendio

sarabar ha scritto:
In realtà la norma è quella dei locali commerciali. I locali in questione sono attualmente un abitazione, da convertire eventualmente in piccolo ufficio a servizio dell'attività commerciale.

Da tali locali accedo alla scala, che poi tramite un paio di disimpegni conduce all'esterno. Non vengono interessati altri locali e altre vie di fuga, che sono completamente indipendenti da questa via di esodo.
Il DM delle attività commerciali dice semplicemente: "Il percorso effettivo per raggiungere un luogo sicuro, non può essere superiore a 50 m, incrementabili a 60 m in presenza di un sistema di smaltimento fumi realizzato secondo quanto previsto al successivo punto 4.9, lettera b); i corridoi ciechi non possono avere lunghezza superiore a 15 m."

Se considero l'intero percorso rientro nei 50 m ma non nei 15, se invece come corridoio cieco considero quello per accedere alla scala ho meno di 15 m (e l'intero percorso sempre inferiore ai 50 m). Il mio dubbio è che la scala in questione è una scala non protetta e non raggiunge neanche i 120 cm di larghezza...

Non ho ancora capito che norma stai applicando.... quella sui locali commerciali intendi il DM 27/07/2010? Si applica solo per attività superiori a 400 mq. Se è questo il caso allora i 15m si applicano al corridoio dall'inizio fino al vano scala (via di esodo verticale), fermo restando i 50m totali per arrivare al luogo sicuro. Considera comunque che devono esserci 2 uscite per piano, tranne nel caso di negozio non superiore a 600m2, in tal caso il percorso max deve essere 30m.

Autore:  sarabar [ martedì 16 aprile 2019, 9:30 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corridoio cieco antincendio

Sì, ho un'attività di vendita da retrobanco in categoria B (circa 1000 mq di negozio più un centinaio tra un magazzino e questi piccoli uffici) e sto applicando il DM del 2010. Il mio dubbio principale è proprio quello di avere un'unica via di fuga per questi uffici a piano primo, che in ogni caso non sarebbero aperti al pubblico. La zona di vendita accessibile al pubblico è a piano terra e sono presenti più uscite.
Grazie per la disponibilità al confronto

Autore:  boba74 [ martedì 16 aprile 2019, 15:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corridoio cieco antincendio

OK, allora, leggendo il DM, le 2 uscite valgono solo per i piani frequentati dal pubblico, quindi nel tuo caso per l'ufficio al piano primo è sufficiente una sola via di esodo.
Riguardo alla larghezza di 1,20, vedi punto 4.5, puoi avere una via di esodo inferiore a 1,20 (dice una percentuale non superiore al 50% delle uscite, quindi almeno 1 può essere inferiore).

Io interpreterei il discorso del corridoio considerando i 15m solo per il corridoio fino alle scale, e considerando i 50m totali fino a luogo sicuro.
In alternativa, si potrebbe pensare di mettere una porta REI e compartimentare il vano scala (non so se la cosa sia fattbile): diventerebbe così una scala protetta quindi la lunghezza del percorso di esodo la potresti misurare solo fino alla scala e non fino a fuori. Ma magari questa potresti tenerla come ultima opzione, caso mai nell'esame progetto ti chiedano integrazioni o modifiche.... :roll:

Autore:  carletto54 [ mercoledì 24 aprile 2019, 15:48 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corridoio cieco antincendio

prova, in alternativa, ad usare la regola tecnica verticale (per l'esodo poi rimanda all'RTO), dovresti avere un po più di margine.
Altrimenti segui quando detto da Boba, realizzi scala protetta con porta EI.

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/